Settembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Leader italiano del campo di sinistra – Enrico Letta: Prof

La campagna elettorale aveva bisogno di un cambiamento: Enrico Letta abbandonò il tono professorale e didattico e passò all’offensiva. Ha ripetutamente messo in guardia contro gli estremisti di destra, paragonando l’importanza delle elezioni parlamentari al voto britannico del giugno 2016 sull’opportunità di rimanere o lasciare l’Unione Europea. Alcuni avevano l’atteggiamento sbagliato di lavorare su Leta invece di concentrarsi sulle proprie idee.

Un breve mandato come Primo Ministro

Tra aprile 2013 e febbraio 2014, Letta, socialdemocratica, è stato Primo Ministro italiano. Il suo breve mandato è stato preceduto da una lotta di potere con il suo rivale all’interno del partito, Matteo Renzi. Renzi lo sostituì e Letta si ritirò dall’attività politica per diversi anni.

Il politologo è stato professore a Parigi fino a marzo 2021. Successivamente Leta riprese la presidenza del Partito Democratico.

Durante il suo mandato come capo del governo italiano, l’ondata iniziale di rifugiati è stata un problema importante.

Ministri nei primi anni ’30

Ben 15 anni fa, all’inizio della sua carriera politica, Leta era considerata una bambina prodigio ed era già ministro poco più che trentenne.

Quando Letta è stato incaricato di formare un governo nell’aprile 2013, l’allora presidente dello Stato Giorgio Napolitano ha detto del Partito socialdemocratico: “L’ho scelto perché appartiene a una generazione giovane ed è molto giovane anche per gli standard italiani. Lo ha già esperienza importante”.

Quando Letta ha rassegnato le dimissioni da presidente del Consiglio dieci mesi dopo, il suo partito non era dietro di lei ed è stata accusata, tra l’altro, di essere troppo lenta nell’attuare le riforme necessarie.