Dicembre 6, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le nuove regole si applicano anche alle sigarette elettroniche

Le nuove regole si applicano anche alle sigarette elettroniche
  1. Pagina iniziale
  2. Panorama

Creato da:

Da: Martina Liebl

L’Italia ha bisogno di estendere seriamente il divieto di fumo. Lo stesso dovrebbe valere per le sigarette elettroniche. © fig

L’Italia prevede di introdurre un divieto di fumo più severo Il divieto di fumo dovrebbe essere esteso alle pubblicazioni. Anche le sigarette elettroniche ne risentono. La violazione comporterà una multa di 275 euro.

Roma – È consentito fumare all’esterno Italia Presto sarà vietato. Secondo un quotidiano italiano, il disegno di legge del ministro della Salute italiano Orazio Schillaci è in vigore La Stampa Solleva un po’ di fumo sul tavolo. “Divieto totale di fumare nei luoghi pubblici”, parlano i media italiani. “I fumatori stanno attraversando un periodo difficile”, titolava il portale di notizie Notizie dall’Alto Adige. Perché: le nuove regole si applicano anche alle sigarette elettroniche.

“Fumare” o “svapare” nei parchi e alle fermate degli autobus o sulle barche sarà vietato in futuro se ci sono bambini o donne incinte entro un raggio di due metri. La dolce vita vale anche per i ristoranti senza la foschia blu. I bar locali e gli espresso dovrebbero creare un’area fumatori speciale per i tavoli all’aperto. Le sale fumatori da abolire negli aeroporti italiani

Il nuovo divieto di fumo in Italia: l’ex fumatore Matteo Salvini lo trova “opprimente”.

Lo scopo del nuovo divieto di fumo è proteggere le persone. Ma per alcuni nel governo italiano, le dure restrizioni vanno troppo oltre. Il capo della Lega e ministro delle infrastrutture Matteo Salvini si oppone. “Le sigarette elettroniche stanno aiutando molte persone a smettere di fumare”, ha scritto Salvini su Twitter. Essendo un ex fumatore che ha smesso quattro anni fa, pensa che il divieto di fumare all’aperto sia eccessivo.

Chiunque non rispetti il ​​divieto di fumo dovrebbe aspettarsi multe salate. La multa è di 250 euro, ma questa viene ridotta al 50 per cento se pagata entro 60 giorni. I vigili urbani o gli agenti di polizia possono emettere multe per fumatori. L’importo della sanzione si basa su violazioni di lunga data del divieto di fumo al chiuso. Dal 2005 in Italia è vietato fumare in tutti gli edifici pubblici, ristoranti e bar espresso. Dal 2015 è vietato fumare nelle auto dove viaggiano bambini o donne incinte. (ml)