Febbraio 6, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le navi dei soccorsi arrivano nei porti: 509 profughi raggiungono l’Italia

Stato: 11.12.2022 12:18

Le navi di soccorso private “Humanity 1” e “Geo Barents” hanno portato nei porti italiani un totale di 509 rifugiati soccorsi nel Mediterraneo. Secondo le organizzazioni umanitarie, molti di loro portavano segni di tortura.

Due navi di soccorso private hanno portato nei porti italiani più di 500 profughi bloccati nel Mediterraneo. “Humanity 1” dell’associazione berlinese “SOS Humanity” ha raggiunto Bari sull’Adriatico con 261 persone. Secondo il team, tra loro c’erano 93 minorenni, la maggior parte dei quali non accompagnati da parenti adulti.

Molti dei soccorsi avevano segni di tortura. Alcuni hanno affermato di essere stati aggrediti sessualmente. “SOS Humanity” nomina paesi come Siria, Egitto, Camerun e Costa d’Avorio come paesi di origine.

I “Geoparents” battenti bandiera norvegese di “Medici senza frontiere” sono stati collegati a 248 migranti a Salerno, a sud di Napoli. Donne, bambini e uomini sono stati portati al largo della costa libica su gommoni e barche di legno.

Il governo italiano assegna rapidamente i porti

A differenza di novembre, quando le navi hanno dovuto aspettare a lungo per il porto a causa di una disputa con il nuovo governo di destra a Roma, e poi non tutti sono stati autorizzati a sbarcare prima, questa volta le cose si sono mosse più velocemente. Salerno e Bari furono nominate pochi giorni dopo. Tuttavia, le città erano troppo lontane per le navi. Secondo “SOS Humanity”, il viaggio è durato più di 40 ore in mare mosso. Molte persone a bordo sono annegate in mare.

READ  Dai tempi dei romani e degli etruschi: l'Italia porta milioni di tesori dagli Stati Uniti

Il ministero dell’Interno italiano ha affermato che non vi è stato alcun cambiamento nella posizione di base del governo. L’equipaggio ha utilizzato le previsioni del tempo come “scusa” per segnalare emergenze a bordo. Mentre i porti e le strutture di accoglienza dei rifugiati in Sicilia sono sopraffatti, le navi sono state dirottate verso altre città.

Inoltre, Roma ha nuovamente accusato le organizzazioni di incoraggiare voli pericolosi attraverso il Mediterraneo. Sono quindi un fattore decisivo nell’immigrazione clandestina.

La Guardia Costiera ha soccorso il peschereccio con 400 persone a bordo

Ma senza l’aiuto dei soccorritori privati, i profughi continuano a raggiungere le coste italiane. Un peschereccio con circa 400 persone a bordo è stato soccorso sabato sera dalla Guardia Costiera e portato al porto di Reggio Calabria.

Secondo il ministero dell’Interno italiano, quest’anno oltre 97.000 rifugiati hanno attraversato il Mediterraneo e sono entrati in Italia.