Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La mobilitazione non basta ai piani di Putin: il ritiro è vietato

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

a: Tim Vincent DickE il Jan Frederic WendtE il Storione Cristiano

C’è paura in Russia per la mobilitazione parziale. L’Ucraina registra successi nel suo contrattacco. Newsticker.

+++ 14:45: Recentemente, l’esercito russo ha dovuto accettare perdite significative e perdite di guadagni di terra. In questo contesto, si dice che il sovrano della Russia, Vladimir Putin, sia sempre più coinvolto nella pianificazione strategica, come Il New York Times menzionato.

Citando funzionari statunitensi, è stato riferito che Putin ha anche rifiutato le richieste di ritiro da Kherson. Si dice che il ritiro da Kherson consentirà l’attraversamento del Dnipro, proteggendo così le risorse e la vita dei soldati. Ma rinunciare all’unica capitale regionale dell’Ucraina controllata dalla Russia danneggerebbe gravemente l’immagine di Putin.

La guerra in Ucraina: 25 attacchi di aerei e Luftwaffe

+++ 14:00: L’esercito ucraino ha respinto 10 attacchi di forze filo-russe, ha riferito K.YIF Indipendente. L’aviazione ucraina ha anche effettuato 25 attacchi, secondo lo stato maggiore. Attualmente è determinato quanto saranno alte le perdite quando si bloccano gli attacchi. Gli attacchi sono avvenuti sul fronte a Donetsk.

Fuga da Cherson: Putin ha impedito personalmente il ritiro attraverso il fiume Dnipro. (Foto d’archivio) © Sergei Malgavko / IMAGO Images

Il rapporto dello stato maggiore affermava anche che l’esercito russo aveva avviato dei “referendum”. Di conseguenza, solo poche persone stanno attualmente andando ai seggi elettorali, motivo per cui si dice che i militari abbiano iniziato a visitare le persone a casa.

READ  Ucraina: le principali unità dell'esercito russo sono gravemente indebolite, secondo Londra

+++ 11:55: L’Ufficio federale per la migrazione e i rifugiati (Bamf) rileva la possibilità di proteggere i fuggitivi russi in Germania: “I fuggitivi sottoposti a una dura repressione di solito ricevono protezione internazionale in Germania”, ha affermato uno dei rappresentanti dell’autorità. Rete editoriale della Germania. Questo vale anche per la Russia.

“La prassi decisionale dell’Ufficio federale della migrazione e dei rifugiati è già stata modificata di conseguenza”, ha aggiunto. La concessione dell’asilo resta una decisione caso per caso e comprende anche un controllo di sicurezza.

Notizie sulla guerra in Ucraina: la mobilitazione non è sufficiente per i piani di Putin

+++ 9:38: La parziale mobilitazione russa non è sufficiente per i piani di Putin. Lo riporta l’American Think Tank Istituto per lo Studio della Guerra (ISW). Di conseguenza, una mobilitazione parziale non è in grado di produrre forze di riserva nemmeno di “bassa qualità” a meno che la Russia non risolva i problemi metodologici.

Secondo i blogger militari russi, la Russia deve anche pubblicare appalti illegali per mobilitare uomini che non soddisfano i criteri fissati dal Cremlino. In particolare, la promessa del ministro della Difesa russo Shoigu che solo uomini con esperienza di combattimento saranno mobilitati nelle gare d’appalto sarà ignorata, secondo ISW.

Inoltre, le informazioni indicano che la campagna di mobilitazione sta mettendo a dura prova un “sistema burocratico inefficace” e non è in grado di aumentare le forze di riserva tanto necessarie a breve o lungo termine, ha concluso l’ISW.

+++ 8:32: il presidente siamo noi Joe Biden La Russia ha minacciato severe sanzioni in caso di annessione. Biden ha affermato venerdì (23 settembre) che “i referendum russi sono una farsa – un pretesto per tentare di annettere parti dell’Ucraina con la forza in flagrante violazione del diritto internazionale”. Gli Stati Uniti, insieme ai loro alleati e partner, hanno agito per adottare misure economiche più “rapide e dure” contro la Russia in questo evento.

Aggiornamento da sabato 24 settembre alle 6:20: Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che dall’inizio del suo contrattacco, l’esercito ucraino ha ripreso circa 9.000 chilometri quadrati e liberato 400 città dal controllo russo. Aiutare la popolazione ucraina ha svolto un ruolo importante in questo.

+++ 22:00: Il critico del Cremlino incarcerato Alexei Navalny è stato nuovamente posto in isolamento dopo aver criticato la mobilitazione parziale ordinata da Vladimir Putin. “Non mi è piaciuto quello che hai detto sulla mobilitazione – quindi tu, Navalny, hai dodici giorni (massacro)!” La figura dell’opposizione ha detto durante un’udienza in tribunale, secondo il portale online di Medizona. In un’audizione all’inizio di mercoledì, ha accusato Putin di aver implicato “centinaia di migliaia di persone nei suoi crimini” mandandoli in guerra contro l’Ucraina.

+++ 20:30: Nella città orientale di Izyum, recentemente riconquistata dalle forze ucraine, stanno per aver luogo le esumazioni in un pezzo di foresta contenente più di 400 nuove tombe. “Sono stati trovati un totale di 436 corpi”, ha detto al servizio di notizie Telegram il governatore della regione di Kharkiv, Oleh Senehubov. La maggior parte di queste morti violente è morta. Ha spiegato che tracce di tortura sono apparse su 30 corpi.

Il governatore Sinihopov ha detto che c’erano persone morte, cappio intorno al collo, mani legate, arti spezzati e ferite da arma da fuoco. “Ad alcuni uomini sono stati amputati i genitali”, ha scritto Sinihopov. La maggior parte dei morti erano civili, ma furono sepolti anche 21 soldati.

Notizie sulla guerra in Ucraina: Kiev riporta ulteriori guadagni territoriali

+++ 19:15: Un attacco russo con droni iraniani ha preso fuoco in un edificio per uffici nella città ucraina di Odessa. Un ufficiale militare ucraino ha detto su Telegram che un civile è stato ucciso nell’attacco. La difesa aerea ucraina ha abbattuto in mare un drone Shahed 136 di fabbricazione iraniana.

+++ 18:15: Secondo l’esercito ucraino, ha ottenuto più successi nel suo contrattacco. Il rappresentante militare Oleksiy Gromov ha dichiarato in televisione che le forze armate hanno ripreso il controllo del villaggio di Yatskivka nella regione di Donetsk. Inoltre sono state riconquistate le posizioni a sud della città di Bakhmut, sempre a Donetsk.

Notizie sulla guerra di Oktrin: la mobilitazione parziale non si applica ai giornalisti filo-Cremlino

+++ 17:40: Dopo l’annuncio della parziale mobilitazione, il Cremlino si è lamentato dell'”isteria” ormai prevalente. BACKGROUND: Alla luce del richiamo dei riservisti per la guerra in Ucraina, migliaia di uomini stanno fuggendo dal Paese. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha chiesto informazioni sufficienti. “È abbastanza comprensibile che nelle prime ore dopo l’annuncio e anche il primo giorno, ci sia stata una reazione molto isterica ed emotiva perché in realtà non c’erano abbastanza informazioni”, ha detto Pesco. Nel frattempo, ci sono anche hotline per chiarire le domande al telefono.

Il ministero della Difesa russo ha affermato che i lavoratori ad alta tecnologia non dovrebbero essere assunti. Di conseguenza, nemmeno i dipendenti dei media di propaganda statali devono andare in guerra. Stanno alimentando la guerra e invitando Putin a fare di più in Ucraina. In questo modo vengono tutelati editori, editori, dipendenti di televisioni, radio e giornali. Sono tra i pilastri più importanti del potere di Putin.

Notizie sulla guerra in Ucraina: le forze ucraine si impossessano di un villaggio

+++ 15:20: Secondo le loro dichiarazioni, l’esercito ucraino ha liberato un altro villaggio nella regione di Donetsk. Le forze ucraine hanno preso il controllo del villaggio di Yatskivka e hanno riconquistato posizioni precedentemente perse verso Bakhmut, secondo quanto riportato dal portale. Kiev indipendente Con riferimento allo Stato Maggiore.

Notizie di guerra in Ucraina: l’Onu trova prove di crimini di guerra

+++ 13:45: Le Nazioni Unite hanno trovato prove di crimini di guerra russi. Questo il resoconto dell’agenzia di stampa AP. Presentando le loro scoperte, il gruppo di esperti del Comitato investigativo dell’Ucraina ha fatto riferimento alle testimonianze di ex detenuti che hanno riferito di percosse, scosse elettriche e nudità forzata nelle strutture di detenzione russe.

Gli esperti hanno anche affermato che ci sono state esecuzioni nelle regioni di Kiev, Chernihiv, Kharkiv e Sumy. “Siamo rimasti sorpresi dal gran numero di esecuzioni nelle aree che abbiamo visitato. Eric Moss, capo della commissione, ha affermato che la commissione sta attualmente indagando su tali morti in 16 città e insediamenti. Tuttavia, Moussa non ha menzionato chi ha eseguito le esecuzioni .

Guerra in Ucraina: la mobilitazione parziale crea resistenza – gli uffici di reclutamento vengono dati alle fiamme

+++ 13:14: La mobilitazione parziale suscita grande fermento nel popolo russo. Come i giornali in lingua russa medusa Rapporti di aver appiccato il fuoco a cinque uffici di reclutamento militare. Giovedì notte (22/09/2020) sono scoppiati due incendi nelle regioni di Khabarovsk e Amur. Ci sono stati anche precedenti tentativi di bruciare uffici militari, secondo i rapporti medusa – Di cui uno a San Pietroburgo.

Guerra in Ucraina: la Russia avvia i “referendum” – aumenta il pericolo dell’uso delle armi nucleari?

Primo rapporto venerdì 23 settembre 2022: Kiev – Mentre continuano sanguinosi combattimenti in Ucraina, sono iniziati i cosiddetti referendum sull’annessione della Russia in quattro regioni controllate dalla Russia. Le votazioni si svolgono nelle regioni separatiste di Donetsk e Luhansk nel Donbass nell’Ucraina orientale e nelle regioni di Kherson e Zaporizhia nell’Ucraina meridionale. I “referendum” dovrebbero durare fino a martedì (27 settembre 2022), dopodiché Mosca dovrebbe essere rapidamente annessa.

Secondo quanto riferito dalle agenzie di stampa russe, le votazioni sono iniziate venerdì alle sette del mattino. Di conseguenza, a causa del breve tempo di preparazione, non saranno condotte mediante votazione elettronica, ma mediante schede elettorali cartacee. I funzionari filo-russi andranno di porta in porta per i primi giorni per raccogliere voti.

Notizie sulla guerra in Ucraina: “Non permetteremo a Putin di farla franca”

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha fortemente criticato i “referendum” di giovedì al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. “Non possiamo e non permetteremo a Putin di farla franca”, ha detto.

Prima dell’inizio del voto, Putin ha annunciato una mobilitazione parziale in Russia e ha emesso una minaccia nucleare. “In caso di minaccia all’integrità territoriale del nostro Paese e in difesa della Russia e del nostro popolo, useremo sicuramente tutti i sistemi d’arma che abbiamo in atto. Questa non è una bufala”, ha detto il capo del Cremlino in una trasmissione televisiva discorso di mercoledì (21 settembre 2022) Considerando le quattro regioni ucraine come territorio russo, Putin potrebbe costruire uno scenario di minaccia nucleare più ampio.(Con le agenzie)