Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Italia: Meloni lotta contro i rave party – Panorama

Gli italiani stanno scoprendo che le bollette elettriche alte non sono le conseguenze di guerre ed epidemie o delle tante preoccupazioni della vita quotidiana. No, a giudicare dai primi passi del nuovo governo di estrema destra del Paese, i problemi sono ben diversi e sorprendenti. . Dopotutto, gli eventi di musica e danza organizzati segretamente nei boschi e nei magazzini vuoti sono i luoghi in cui molti giovani raramente si rilassano e fanno festa tutto il giorno. Il più delle volte c’è la techno che suonano i DJ.

Lo scorso fine settimana, ad Halloween, alcune migliaia di persone si sono ritrovate per un tale rave party al casello autostradale di Modena Sud in un capannone abbandonato. Vengono da mezza Europa. Matteo Piandosi, il nuovo ministro dell’Interno a Roma, ha incaricato le autorità locali di porre fine rapidamente all’evento. Come è finita si racconterà tra poco. Il governo di Georgia Maloney vuole di più. Nel suo primo gabinetto, ha emesso un decreto in base al quale gli organizzatori ei partecipanti ai rave party senza permesso potrebbero essere severamente puniti in futuro – fino a sei anni di carcere e una multa di 10.000 euro.

E la marcia dei fascisti a Pretapio? Un pagliaccio!

Ora,​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​ ​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​​giusto e non, si può dire che l’estrema destra inizierà con l’estrema destra e ringraziare i propri elettori con un messaggio che capiscono subito: legge e ordine, tolleranza zero, punizioni estreme. Per coincidenza, quello stesso fine settimana, diverse migliaia di nostalgici fascisti hanno marciato a Pretapio, città natale di Benito Mussolini, non lontano da Modena. Hanno celebrato il centenario della marcia di Mussolini a Roma e hanno cantato canzoni fasciste. Completamente scartato. Il ministro dell’Interno lo chiama “pagliaccio” e lo è sempre stato. Due cubiti?

READ  Vance & Friends parla di Dominic e Peter Italia nel podcast

Il nuovo regolamento contro i rave party non autorizzati è così vago che la destra potrebbe facilmente usarlo contro manifestazioni sgradevoli come le proteste studentesche antifasciste e le occupazioni in corso nelle scuole superiori e nelle facoltà a Roma. Il governo ha affermato che non pregiudicherà la libertà di espressione. Ma molti avvocati sono critici nei confronti del mandato, alcuni lo definiscono incostituzionale. In questo dibattito la sinistra ha ritrovato la voce che aveva perso dopo la sconfitta elettorale. Ad esempio, i socialdemocratici considerano il mandato “pericoloso” e “anti-libertà”. Per quanto riguarda le Cinque Stelle, l’Italia è già vicina a uno “Stato di polizia”.

Non sono necessarie nuove normative in merito. Esiste già un comma del codice penale italiano che vieta tali casi. Le autorità lo hanno ora menzionato quando hanno sciolto pacificamente un rave party a Modena. I raver hanno pulito la sala sgangherata prima di partire. Ora la Procura locale sta indagando sugli organizzatori, come al solito. Ma ovviamente, la destra lo vuole ad alta voce, e ora siedono al tavolo di mixaggio del potere.