Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Il decreto sarà violato”: Il Cremlino: La mobilitazione parziale non va secondo i piani

‘Il decreto sarà violato’
Il Cremlino: la mobilitazione parziale non sta andando secondo i piani

Con la parziale mobilitazione in Russia, si accumulano notizie di disordini: reclutamento ingiusto di uomini, violenze durante la leva, proteste. Il portavoce del Cremlino Peskov ora riconosce l’ovvio. Secondo lui, Putin potrebbe tenere un discorso importante a fine settimana.

Di fronte a numerose segnalazioni di coercizione e violenza durante l’arruolamento dei riservisti, il Cremlino ha riconosciuto le violazioni della mobilitazione parziale. “In effetti, ci sono casi in cui il decreto (il presidente Vladimir Putin) è stato violato”, ha affermato da Interfax il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. “Ci auguriamo che il ritmo della rimozione aumenti e che eventuali errori vengano corretti”, ha aggiunto.

Sullo sfondo di una lunga guerra aggressiva contro l’Ucraina e dopo numerose sconfitte per mano del suo esercito, Putin ha ordinato una mobilitazione parziale. 300.000 soldati di riserva saranno arruolati nell’esercito russo. La responsabilità dell’organizzazione del reclutamento spetta ai governatori distrettuali e agli uffici locali di sostituzione militare.

Allo stesso tempo, Peskov ha sottolineato che la leadership russa non ha ancora preso una decisione sull’applicazione della legge marziale. “Non ci sono decisioni in merito al momento”, ha detto. Se fosse applicata la legge marziale, gli uomini sani non sarebbero autorizzati a lasciare la Russia. Per evitare di essere arruolati nella guerra russa in Ucraina, decine di migliaia di uomini stanno attualmente fuggendo dalla Russia.

Peskov non ha voluto confermare il discorso programmato da Putin in entrambe le camere del parlamento venerdì dopo la fine dei due falsi referendum nell’Ucraina occupata, che sono stati criticati a livello internazionale come una violazione del diritto internazionale. Tuttavia, il Cremlino annuncerà a tempo debito se Putin intende apparire. Finora, Putin dovrebbe accettare le regioni della Federazione Russa già venerdì. I finti referendum dovrebbero continuare fino a martedì.

READ  Guerra in Ucraina: Kiev in inverno: niente elettricità, niente russi | Politica