Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

I documenti interni indicano il periodo di lancio

Per molti, la generazione PS5 non è ancora iniziata, quindi sembra che Sony stia già prendendo in considerazione la PS6. I documenti interni attualmente forniscono informazioni sulla finestra di lancio.

Questi provengono dalle recensioni di Microsoft sull’acquisizione di Activision/Blizzard, in cui Sony ha espresso preoccupazione per l’accordo. In esso, i giapponesi presumono che tutti i giochi Activision non appariranno più per PlayStation al più tardi con il lancio della prossima generazione, se l’acquisizione dovesse essere approvata.

Dettaglio anche su quello sta leggendo:

Microsoft si è offerta di continuare a rendere disponibili i giochi Activision su PlayStation fino al 2027. Allo stesso modo, il 26 ottobre, Microsoft ha dichiarato nei commenti pubblici che prevede di offrire Call of Duty su PlayStation solo “per tutto il tempo che avrà senso”. uno) che Microsoft determina unilateralmente è gravemente insufficiente. Quando SIE lancerà la prossima generazione della sua console PlayStation (che sarà probabilmente vicina a quel lasso di tempo), perderanno l’accesso a Call of Duty e altri titoli. sono estremamente vulnerabili al cambio di consumatore e al conseguente deterioramento della competitività”.

Insomma, non ci si aspetterebbe che esista una PS6 prima del 2027, se non dopo, a patto che ci sia anche un aggiornamento di mezza generazione di PS5, che ne allunghi sensibilmente il normale ciclo.

Prima di tutto, il prossimo anno dovrebbe apparire una versione rivista della PS5, che segretamente è già nota come PS5 sottile È scambiato e ha un’unità opzionale.