Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Hyundai: continua la rivolta italiana in Kenya/WRC

Alla sesta tappa del Campionato del Mondo (WRC) in un safari di rally (23-26 giugno), Hyundai spera di continuare a crescere dopo la sua prima vittoria stagionale in Sardegna, in Kenya.

Mentre Hyundai Motorsport si prepara per l’impegnativo rally safari in Kenya, mira a costruire la sua forma positiva al FIA World Rally Championship (WRC) 2022. Dopo il primo successo stagionale in Sardegna con la Hyundai i20 N Rally1, si spera in una seconda vittoria consecutiva in Africa orientale. Oliver Solberg / Elliott Edmondson, Thierry Neuville / Martijn Wydaeghe e Ott Tänak / Martin Järveoja tornano in squadra.

Lo Hyundai Motorsport 2022 FIA World Rally Championship (WRC) si reca al sesto round del Safari Rally Kenya, con rinnovata fiducia e positivo dopo una comoda vittoria in Sardegna. Il team di Alzenau attende il suo primo successo con la nuova Hyundai i20 N Rally1 questo fine settimana (22-26 giugno), uno degli eventi più difficili della stagione. Gareggiando su terreni accidentati e accidentati da safari, il trio torna alla formazione che ha gareggiato nei primi tre rally della stagione: Theory Newville / Martijan Widege, Ode Dunak / Martin Jorvija e Oliver Solberg / Elliott Edmund.

Neuvielle – Sfortuna 2021

Il duo belga Newville e WideKay ha guidato la maggior parte della versione Kenya del Safari Rally 2021 e si è poi ritirato prima della fine dell’ultima giornata del rally. Tänak e Järveoja si sono comportati bene all’evento, finendo terzi in assoluto e aspettando con impazienza la loro seconda vittoria dopo la loro eccezionale prestazione in Sardegna.

Anche se questa è la prima uscita di Solberg / Edmundson in Kenya il prossimo fine settimana alla Hyundai i20 N Rally1, l’anno scorso la giovane Svezia ha accumulato alcuni chilometri WRC competitivi. Tutte e tre le squadre sperano di imparare dalla loro precedente esperienza di rally safari per un’altra decisione di squadra forte che sarà un altro passo importante nella lotta per il campionato.

READ  Alla Camera dei Deputati italiana è stata approvata la legge sul suicidio assistito

Il famoso safari rally Kenya è tornato in calendario nel 2021, 19 anni dopo l’ultimo evento WRC in Africa. Le strade accidentate di Naivasha sono accidentate in uno scenario mozzafiato. La scorsa stagione diverse squadre hanno lottato sul terreno roccioso. Di conseguenza, l’obiettivo dei concorrenti della Hyundai i20 N Rally1 di quest’anno è rimanere fuori dai guai, senza mostrare un solido slancio in quattro giorni.

Il percorso per il safari rally Kenya prevede 19 livelli in quattro giorni, coprendo una distanza di 363,44 km. Di tutti i rally, questo è l’evento più lungo mai tenuto nel calendario WRC 2022.

Il vicepresidente Julian Mancet ha dichiarato: “Vincere la Sardegna due volte e conquistare il podio è un grande risultato per noi e penso che l’intera squadra meriti il ​​duro lavoro e la dedizione finora quest’anno. Ciò ha dimostrato la velocità e l’efficienza della Hyundai i20 N Rally1 sulla ghiaia. Naturalmente, il Safari Rally Kenya è un evento gravel molto diverso; Questa è una delle manifestazioni più insidiose del calendario. Le prove sono ininterrotte e finire l’evento è un traguardo. Tuttavia, andiamo con fiducia sulla nostra macchina, sul nostro equipaggio e su tutto il nostro equipaggio. L’obiettivo è mantenere la qualità che ci siamo prefissati negli ultimi round e lottare ancora per il successo.

Neuville ha dichiarato: “L’anno scorso sono stato in Kenya per la prima volta e ho dei bei ricordi. Scoprire il paese, la cultura, i paesaggi meravigliosi e la fauna selvatica è stata una vera avventura. È una gara difficile in cui devi trovare un buon equilibrio tra la spinta difficile e sapere quando andare piano. Anche il tempo può giocare un ruolo importante. Ma sono a mio agio sulle piste, quest’anno vogliamo fornire supporto, quindi non vediamo l’ora.

READ  Corona in Italia: la vaccinazione è obbligatoria per tutti i dipendenti ora?

Donak, che sarà terzo in Kenya nel 2021, ha dichiarato: “Il safari dell’anno scorso in Kenya è stata un’avventura incredibile, ma anche molto impegnativa. Abbiamo pensato che sarebbe stato un evento molto impegnativo con strade sconnesse e terreni accidentati come sabbia soffice. È tecnicamente impegnativo e ci aspettiamo che sia lo stesso questa volta. La prima priorità, come sempre, è finire la macchina insieme. Puoi spingere al 100% lì, ma fai attenzione a non danneggiare l’auto. Speriamo di poter costruire il nostro successo in Sardegna e ottenere un altro buon risultato in Kenya.

Solberg ha dichiarato: “Il Kenya è molto eccitante perché è un rally molto speciale. Sarà molto necessario e difficile, ma non vedo l’ora di partecipare alla Hyundai i20 N Rally1. Ma quest’anno ci sono nuove opportunità, ci riproveremo .Vedremo se l’evento della prossima settimana avrà un grande impatto sull’evento dell’anno scorso, ma la prossima settimana sarà lo stesso, ma per il resto sarà una vera sfida. L’obiettivo è arrivare”.

Guida a livello di campionato dopo 5 su 13 run

Condizione

Squadra/Nodo/Veicolo

Punti

1

Kale Rowanbere (FIN), Toyota

120

2

Teoria Newville (P), Hyundai

65

3

Ott Tanak (EE), Hyundai

62

4

Craig Breen (Regno Unito), Ford

52

5

Takamoto Katsuda (J), Toyota

47

6

Elphine Evans (Regno Unito), Toyota

39

7

Sorto (e), Hyundai

34

Sebastien Loeb (D), Ford

27

9

Gus Greensmith (Regno Unito), Ford

26

10

Sebastien O’Groats (D), Toyota

19

Il Campionato del Mondo Costruttori si attesta a 5 su 13

Condizione

Squadra/Nodo/Veicolo

Punti

1

Toyota Casu Racing WRT

200

2

Hyundai Shell Mobis WRT

161

3

M Sport Ford WRT

120

4

Toyota Casu Racing WRT NG

53

READ  I test match sono perfetti: la Spagna festeggia una vittoria casalinga spettacolare - L'Italia ha battuto la Turchia dopo il Mondiale