Guardia costiera italiana: oltre 1.600 migranti portati a terra

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."

Stato: 11.03.2023 18:10

Con mare mosso, con imbarcazioni parzialmente inagibili e completamente sovraffollate, molti migranti hanno tentato nuovamente la traversata del Mediterraneo. La Guardia Costiera italiana ha portato a riva in sicurezza più di 1.600 persone.

Dopo diverse operazioni di soccorso nel Mediterraneo, più di 1.600 persone sono state portate da barconi sovraffollati nei porti italiani. I migranti soccorsi sono stati portati in vari porti italiani dove sono stati sbarcati, hanno detto la Guardia Costiera e la Marina Militare italiana.

Secondo la guardia costiera, un’operazione di salvataggio su larga scala questo fine settimana è già iniziata venerdì dopo che tre barche di rifugiati sono state trovate al largo delle coste italiane.

Le condizioni meteorologiche hanno reso difficili le operazioni di soccorso

I video della Guardia Costiera mostrano un grande peschereccio con decine di persone a bordo di notte, sballottato dal mare agitato. Altri filmati mostrano zattere di salvataggio che si avvicinano a un altro peschereccio pieno di gente. I funzionari hanno detto che l’operazione è stata “straordinariamente complessa” a causa delle difficili condizioni meteorologiche e del gran numero di persone.

Nella notte di sabato 487 migranti hanno raggiunto l’Italia su un piccolo peschereccio. La Guardia Costiera ha scortato la barca a Crotone in Calabria. Secondo l’agenzia di stampa Anza, altri 584 migranti sono stati portati a Reggio di Calabria. E 379 persone sono state soccorse da una terza imbarcazione in Calabria. Secondo le autorità locali, altri 200 sono stati autorizzati sulla costa siciliana. Dovevano essere portati a Catania.

Alla fine di febbraio erano morte 74 persone

La guardia costiera italiana è già stata criticata per non aver inizialmente aiutato più di 150 migranti a bordo di una barca alla fine di febbraio.

Ora, due settimane dopo l’incidente, i servizi di emergenza hanno tirato fuori dall’acqua il corpo di una bambina di cinque o sei anni. Il 74esimo bambino è morto su una barca di profughi capovolta a pochi metri dalla costa calabrese. Circa 30 persone risultano ancora disperse e 79 migranti sono sopravvissuti allo schianto. Secondo l’agenzia per la sicurezza delle frontiere dell’UE Frontex, varie autorità si sono scambiate la responsabilità della barca avanti e indietro. La Guardia Costiera avrebbe avuto navi marittime.

Il ministero dell’Interno italiano ha contato diverse migliaia di barconi arrivati ​​sulla terraferma o sull’isola di Lampedusa nei giorni scorsi. A partire da giovedì sera, dall’inizio dell’anno erano stati registrati più di 15.800 migranti. Nei due anni precedenti erano circa 6000 in questa fase.

Sanzioni severe per i trafficanti

I salvataggi arrivano due giorni dopo che il governo italiano ha annunciato sanzioni più severe per i trafficanti di esseri umani. Dopo una riunione di gabinetto di giovedì, il primo ministro di estrema destra Giorgia Meloni ha annunciato che i contrabbandieri e i sostenitori di incidenti pericolosi durante le traversate irregolari dovrebbero rischiare fino a 30 anni di carcere.

“Volevamo lanciare un segnale simbolico e concreto”, ha detto Meloni a proposito del mandato. “Voglio combattere e sconfiggere queste persone”. Meloni ha annunciato che il nuovo elenco di sanzioni riguarderà non solo i trafficanti di esseri umani e gli scafisti catturati sul territorio italiano o nelle acque italiane, ma in tutto il mondo.

Related articles

Vita sulla Terra: i primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa

Scienze sviluppo I primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa...

Leclerc crede ancora nel titolo mondiale

16:22 Contratti a lungo termine Chi succederà a Ocon riceverà probabilmente un contratto a...