Maggio 18, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Grande potenziale: confronto BYD vs Tesla: perché i cinesi stanno plasmando la Terra | newsletter

Tesla sta affrontando sempre più concorrenza
BYD può ottenere ottimi risultati di vendita
Entrambe le società con buone prospettive di crescita

Sono successe molte cose in un breve periodo di tempo nel mercato in crescita dei veicoli elettrici. Il leader di mercato è senza dubbio la casa automobilistica americana Tesla, il cui valore di mercato è di miliardi e supera facilmente anche i gruppi tradizionali come General Motors e Ford. Tuttavia, Elon Musk non può dormire sugli allori. Negli ultimi anni, le nuove aziende di auto elettriche sono emerse praticamente come funghi, con alcuni seri concorrenti come NIO, Li Auto e Xpeng provenienti in particolare dalla Repubblica popolare cinese. Il più grande concorrente è l’investimento di Buffett in questo momento BYD e la società di veicoli elettrici sta recuperando rapidamente il ritardo.

Dati di vendita a confronto

Per confrontare la crescita dei produttori di auto elettriche, vale la pena dare un’occhiata ai dati di vendita. Tesla è riuscita a stabilire un nuovo record qui: nel quarto trimestre del 2021 sono stati consegnati 308.600 Stromer, per l’intero anno sono stati 936.000, con un aumento dell’87% rispetto al 2020. Oltre ai veicoli elettrici a batteria, Tesla possiede anche BYD ha unità ibride plug-in, che si sono rivelate molto popolari in Cina. La società di veicoli elettrici ha venduto 593.745 veicoli elettrici e ibridi in Cina nel 2021, con un aumento del 232% su base annua e anche un record per BYD.

Punteggi BYD con più modelli

In generale, BYD ha modelli significativamente più diversi rispetto alla casa automobilistica statunitense Tesla, che inizialmente si concentrava su quattro modelli diversi, Model S, Model X, Model 3 e Model Y. Sono stati annunciati Tesla Cybertruck, Roadster e Tesla Semi, ma la rispettiva produzione le partenze sono state più volte rinviate. Secondo Investors.com, BYD, d’altra parte, vuole lanciare diversi nuovi modelli solo nei prossimi mesi. Inoltre, l’azienda cinese offre anche autobus elettrici prodotti non solo in Cina, ma anche negli Stati Uniti e in altri paesi. Le auto BYD appartengono alla categoria di prezzo piuttosto bassa, poiché nella prima metà del 2022 verrà presentato un nuovo marchio di lusso, che dovrebbe includere, tra le altre cose, un SUV crossover di lusso. Tesla ha preso di mira i clienti più ricchi con le sue auto elettriche più costose, anche se la casa automobilistica ha annunciato l’anno scorso che avrebbe offerto un modello da $ 25.000. Tuttavia, se Tesla cercherà di entrare nel mercato di modelli di auto elettriche più convenienti, l’azienda americana dovrà immediatamente fare i conti con un numero molto maggiore di concorrenti.

READ  I migliori monitor del test: questi sono i vincitori del test

BYD: batterie speciali e chip

I due concorrenti differiscono anche per quanto riguarda le batterie. Perché mentre BYD produce le batterie e persino i chip stessi, Tesla ottiene le sue batterie principalmente attraverso collaborazioni con altri produttori. Ad esempio, le batterie sono prodotte presso Gigafactory in Nevada in una joint venture con Panasonic, dove Panasonic produce celle per batterie e Tesla le assembla insieme. L’azienda americana acquista anche batterie dalla compagnia elettrica cinese CATL e da altre società di batterie nella Repubblica popolare cinese. Quindi, mentre Tesla rimane dipendente dai fornitori, BYD ha costruito un altro pilastro qui. Ad esempio, la Ford Mustang Mach-E utilizza batterie BYD. C’è ancora un grande potenziale per la cooperazione con altre case automobilistiche in futuro. Come scrive Investors.com, si ipotizza se la stessa Tesla sarà presto in grado di acquistare batterie dalla compagnia elettrica cinese.

Altre fonti di reddito

Ma Tesla ha anche sviluppato altre fonti di reddito oltre alla vendita di auto elettriche. L’azienda americana gestisce una rete di stazioni di sovralimentazione, che sarà aperta anche ad altri veicoli elettrici. Tesla genera anche entrate dalla produzione di mattoni solari e dall’accumulo di energia. Un argomento enorme su cui Tesla sta già lavorando, ma non ancora completamente sviluppato, è la guida autonoma. Finora, lo Stromer ha avuto solo un sistema di assistenza alla guida, chiamato “pilota automatico”, ma richiede sempre il pieno monitoraggio da parte del guidatore. Se Tesla può essere la prima casa automobilistica a rendere i veicoli completamente autonomi idonei alla circolazione, questo aprirà un’opportunità per l’azienda di elettronica. Ma la concorrenza in questo campo è così agguerrita che un’azienda rivale potrebbe superare Musk. BYD è attiva anche in questo campo e ha costituito una joint venture con Momenta, una startup cinese a guida autonoma.

READ  Tutto sulle pompe di calore: la scommessa di Viessmann sul riscaldamento impopolare del futuro

Confronto tra azioni Tesla e BYD

Passiamo ora alle azioni del produttore di auto elettriche. Tesla è chiaramente avanti qui: mentre le azioni di Tesla sul Nasdaq sono aumentate di quasi il 50% l’anno scorso, BYD è stata in grado di registrare solo una crescita del 28,7% alla borsa di Hong Kong. Con una capitalizzazione di mercato di circa 801 miliardi di dollari HK (circa 103 miliardi di dollari USA), BYD non può nemmeno iniziare a eguagliare la capitalizzazione di mercato di Tesla, che vale miliardi. Inoltre, in quanto membro dell’S&P 500, Tesla ha molto supporto da parte degli investitori istituzionali. Tuttavia, BYD può contare su un sostenitore di spicco di Warren Buffett. Rispetto ad altri produttori cinesi di auto elettriche come NIO, può anche essere positivo che BYD non sia quotata in una borsa valori statunitense, dato che lo scorso anno il governo cinese ha esercitato una maggiore pressione su tali società.

Si scopre che Tesla è attualmente ancora un passo avanti, ma alla lunga dovrà cercare di differenziarsi ulteriormente dalla concorrenza attraverso innovazioni. Le prospettive di crescita per entrambe le società sono molto buone, dal momento che BYD è ancora in grado di conquistare molti altri mercati, mentre Tesla è già rappresentata in molti paesi. Inoltre, l’elevata valutazione di Tesla potrebbe indurre gli investitori a cercare un’alternativa più economica. Quindi resta emozionante vedere chi vincerà la gara a lungo termine.

redazione finanzen.net

Altre notizie su BYD Co., Ltd.

Fonti delle immagini: Philip Lange / Shutterstock.com, Nadezda Murmakova / Shutterstock.com