Settembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Goethe viaggia in Italia – perché?, Tuscanyworld AG, comunicato stampa

Cosa spinse Goethe a lasciare la sua località di villeggiatura estiva a Carlsbad alle 3 del mattino del 3 settembre 1786 e partire a sud su un pullman espresso? Durante il festival estivo a Goethe’s Garden house 2 le ragioni ei retroscena del suo viaggio nel limone italiano sono stati illuminati da un sano intreccio di fatti e speculazioni. Con la domanda sul perché, sabato scorso gli ospiti invitati a Bad Sulza hanno festeggiato il 273esimo compleanno del più famoso cittadino di Weimar. Dopo tre tentativi falliti, nel 1786 insistette per viaggiare non solo nello spirito ma anche nella Terra Promessa. Si trovò in una crisi personale, poiché come consigliere privato del duca Carlo Augusto era più al servizio dello Stato che alla ricerca dell’eccellenza artistica. O c’era qualcos’altro dietro?

All’inizio dell’evento, Birgit Raebel, membro del consiglio di amministrazione dell’Apolda Avantgarde Art Association e Michael Leiprecht, 1° Presidente dell’Apolda-Weimaer Land Business Development Association, hanno accolto il pubblico e si sono rivolti al pubblico. Poi è salito sul palco Mickey Rehman, membro del consiglio di Kunstverein e direttore culturale di Tuscanyworld. In qualità di padre spirituale dell’evento, ha pronunciato l’orazione della serata, supportato dall’intrattenitore e cantautore di Weimar Andreas Max Martin.

I due presentano uno spiritoso scambio di citazioni originali di Goethe per illustrare i sette motivi per cui è effettivamente fuggito in Italia. Apparentemente desiderava ardentemente il sole e la situazione a casa divenne piovosa e triste. “Conosci la terra dove crescono i limoni?” Goethe esulta per la sua famosa poesia, che scrisse molto prima di recarsi effettivamente lì. Nella sua immaginazione c’era spesso da bambino, ora la nostalgia è finalmente diventata realtà ei suoi diari di viaggio plasmano la nostra immagine dell’Italia fino ai giorni nostri.

READ  Le grandi città d'Italia introducono la necessità delle mascherine

Il pubblico ha appreso che il grande Goethe a volte sapeva parlare del tempo in modo molto disinvolto. Era anche attratto dalle meravigliose varietà di frutta italiane che erano sempre sensuali quando servite dalle donne, non amare e dure come Stein a casa. Ma insegnava l’astinenza. Non ha altra scelta che cercare l’amore all’estero perché, come proclama nelle Elegie romane, “senza amore il mondo non sarebbe e Roma non sarebbe Roma”. Goethe trova la salvezza tra le braccia di Faustina, un’amante fittizia basata su un incontro reale. Era probabilmente la nipote dell’oste e cameriera dell’Osteria della Campana, la “Weinstube Zur Glocke”, dove Goethe senza dubbio si fermò nello spirito della tradizione apoldese.

L’osteria di Bad Sulza viene ricreata in una fedele rievocazione dello spettacolo con gli ospiti Reman e Martin alla festa di compleanno di Goethe. Il momento clou è l’incontro di Goethe con Faustina, in cui si intrufola la musicista ospite Christina Rommel, un’esperienza agrodolce. Adattato con cura al tema dal team del ristorante dell’Hotel an der Therme, il buffet è stato una gioia per gli occhi e per il palato. Le liste fornite con lo starter provengono addirittura da una cava italiana. La costosa insalata di acciughe di Goethe, il saltimbocca di petto di pollo, la pasta frutti di mare e il tiramisù con gelato all’arancia rossa erano una delizia per la cucina italiana.

Christina Rommel e la band viziano i loro ascoltatori con una voce che brilla di energia e passione, come un approccio alla vita del sud. La musicista, cantautrice e frontwoman si è esibita nel rock tedesco con un’aura piena di sentimento. Con i suoi straordinari concerti di cioccolato, la Germania non offre solo piacere musicale per tutti i sensi. Ha cantato a squarciagola le canzoni del suo album, che non sarà pubblicato fino al 2023, cantando “The View From Above” e “Perfect Summer Day”, e ha recitato con sentimento i versi di Goethe che hanno plasmato la sua carriera.

READ  L'uomo cerca di evitare di farsi vaccinare a mano con finto silicone

Più tardi in serata, l’artista di proiezione Falk Schmidt ha portato un impressionante video mapping sulla facciata della Bad Sulzer Goethe Gardenhaus 2. L’aspetto di Goethe è inciso in alto come una casa, e i motivi e i paesaggi malinconici brillano di colori e forme potenti. Notte – Una splendida conclusione per il festival estivo.

I festival estivi presso la casa giardino Goethe a Bad Sulza sono organizzati congiuntamente dall’associazione artistica Apolda Avantgarde eV, dall’associazione di sviluppo aziendale Apolda-Weimarer Land eV e dall’Hotel an der Therme Bad Sulza. Quest’anno il festival si è svolto per la 19a volta. Il festival è stato sostenuto da un rinnovato finanziamento della Sparkasse Mittelthüringen. Il 26 agosto 2023 si svolgerà la 20a festa estiva per il compleanno di Goethe nella Goethe Gartenhaus 2 con il tema “Le figure spettrali di Goethe”.