Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fisico: La voce del demone della polvere

È solo un rumore sordo che dura diversi secondi, ma per i ricercatori planetari quel rumore ha un grande significato: usando un microfono a bordo del rover Perseverance, il team di ricerca è stato in grado per la prima volta di registrare il suono della cosiddetta polvere del diavolo su Marte. Questo è un piccolo vortice pieno di polvere. Secondo il rumore e altri dati di misurazione del rover, l’altezza del diavolo di polvere può essere determinata in 118 metri di diametro e 25 metri di diametro, riporta il team sulla rivista Nature Communications.

I diavoli di polvere sono causati dalla turbolenza atmosferica e sono comuni su Marte. Lì, sollevano e ridistribuiscono la polvere, in particolare al cratere Jezero, il sito del rover perseverante nell’emisfero settentrionale di Marte. Un rover della NASA è atterrato lì il 18 febbraio 2021. Con la telecamera a bordo del rover, Naomi Murdoch dell’Università di Tolosa in Francia e i suoi colleghi hanno già osservato quasi un centinaio di diavoli di polvere.

E per la prima volta, Perseverance ha anche un microfono integrato nella fotocamera. Tuttavia, il microfono non registra continuamente il rumore ambientale, ma solo per tre minuti al giorno. Ma il 27 settembre, i ricercatori sono stati fortunati: un diavolo di polvere ha camminato proprio sopra il rover e il microfono era acceso in quel momento. Il team ha catturato per la prima volta il suono del diavolo della polvere e lo ha combinato con le immagini della fotocamera e altri dati di misurazione, in particolare la pressione dell’aria.

“Prima c’è stato un calo della pressione dell’aria, e poi ho sentito i rumori di un diavolo di polvere”, dice Roger Wiens della Purdue University negli Stati Uniti. “Poi c’è stato un breve momento di silenzio: eravamo nell’occhio del piccolo uragano. Potevamo quindi sentire di nuovo il vento e poi la pressione dell’aria sarebbe aumentata di nuovo. “Dai dati, i ricercatori hanno determinato che la velocità del vento era di 40 chilometri all’ora. Questo è più veloce di simili diavoli di polvere sulla Terra. Inoltre, il vortice era alto 118 metri e aveva un diametro di 25 metri.

READ  La Porsche 911 GT3 RS funziona con aerodinamica attiva

Tuttavia, la pressione dell’aria sul Pianeta Rosso è solo circa l’uno percento della pressione dell’aria sulla Terra, quindi la forza del vento è inferiore. Pertanto, tali venti non rappresentano un pericolo per le sonde marziane o per i futuri astronauti, ma in realtà sono un vantaggio: soffiano la polvere che si è depositata nel tempo dalle celle solari e prolungano così la vita delle sonde marziane, ad esempio. Opportunity e il team itinerante di Spirit notano un improvviso miglioramento della loro alimentazione dopo che il diavolo della polvere ha ripulito le celle solari. I ricercatori ora sperano di ottenere più registrazioni audio dei diavoli di polvere per ottenere maggiori informazioni sull’atmosfera e sulla polvere.