Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dr. Ann Flick su Hashimoto, Rosacea and Co.

Conte Rosa Può essere visto sulla pelle. La malattia cronica, che colpisce dal 2 al 5% delle persone in Germania, inizia con arrossamenti di origine sconosciuta, principalmente al centro del viso, sulla fronte, sul naso o sotto gli occhi, sulle guance o sul viso. il mento. Le persone affette di solito sono arrabbiate e affrontano lo stress o i sintomi del raffreddore, fino alla comparsa delle prime vesciche o noduli. Il decorso della malattia può essere suddiviso in tre fasi che descrivono la gravità della malattia E si fondono perfettamente tra loro, a condizione che non vengano avviate misure terapeutiche efficaci. La maggior parte delle donne è colpita dall’età di 30 anni.

I dermatologi di solito riconoscono la rosacea dai sintomi esterni. Inoltre, un campione della pelle può essere prelevato ed esaminato al microscopio per escludere malattie simili. Finora, non è stato considerato completamente curabile, ma può essere controllato con farmaci, cure adeguate e una dieta sana. Soprattutto, le esperienze della medicina moderna incoraggiano:

“La medicina olistica indica un’associazione tra rosacea e malattie autoimmuni e carenze nella salute dell’intestino e del fegato”, afferma Doc Flick. Pertanto, qui si consiglia anche una dieta antinfiammatoria e salutare per l’intestino: “Mangia molta fibra, molta verdura e insalata! Preferisci mezzogiorno e niente la sera, perché può peggiorare il sonno, erbe aromatiche (prezzemolo, basilico ), spezie, abbastanza proteine ​​A seconda della tolleranza individuale e dei grassi sani Utilizzare per la frittura solo grassi resistenti al calore come burro chiarificato, olio di cocco e olio extravergine di oliva L’olio di colza ha un basso contenuto, ma comunque il 9% di omega-3 simile alla mimosa grassi, e da riservare ai piatti freddi dal punto di vista della medicina preventiva”.

READ  Svolta del vaccino e quarta vaccinazione: perché vale la pena testare gli anticorpi corona

È inoltre necessario l’apporto di vitamina B e sostanze amare: “Le sostanze amare possono essere assunte come nebbia analcolica tra i pasti o sotto forma di verdure come porri, crescione o dente di leone, anche come tè. Gli spray amari sono ora disponibili con l’aggiunta di vitamina B12, che facilita l’assorbimento dell’importante vitamina in modo giocoso. Per ottenere un effetto curativo, le sostanze amare dovrebbero essere aggiunte almeno due volte al giorno. “Il dente di leone è particolarmente adatto per una disintossicazione più potente e non è stato soprannominato ‘ginseng occidentale’ per niente.

I seguenti alimenti dovrebbero essere evitati:

  • alcol
  • Cibi caldi e/o piccanti
  • bevande calde

Alcuni cosmetici, troppo stress, freddo, così come troppo calore o luce solare possono anche essere dannosi.

Consiglio di lettura: “Stain-xikon” – H come una pianta medicinale: quale “erbaccia” rimuove le tossine dal corpo