Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Divisione GSK sottovalutata: Unilever lancia un’offerta da un miliardo di dollari

La partizione GSK è sottovalutata
Unilever offre $ 1 miliardo

Il gruppo di beni di consumo Unilever, noto per marchi come Langnese, Knorr o Pfanni, vuole crescere nel settore sanitario. Esprime quindi interesse per una divisione di Glaxosmithkline. Ma l’offerta di circa 50 miliardi di sterline è stata accolta con scarso entusiasmo.

Il gruppo di beni di consumo Unilever affronta la resistenza del gigante farmaceutico Glaxosmithkline con un’offerta multimiliardaria per la sua divisione di beni di consumo. GlaxoSmithKline ha spiegato che con un’offerta del valore di circa 50 miliardi di sterline, o 60 miliardi di euro, la scissione e le sue prospettive sarebbero sottovalutate.

Unilever 47,34

Proseguiranno i preparativi per l’offerta pubblica, prevista per la metà dell’anno. Unilever ha confermato l’offerta e ha lasciato aperta la questione di un possibile aumento. Un accordo di queste dimensioni sarà il più grande al mondo dall’inizio della pandemia di Corona. Il gruppo farmaceutico statunitense Pfizer detiene una partecipazione del 32% nella divisione beni di consumo della società britannica Glaxosmithkline da quando le due società hanno unito le proprie attività nel 2019. Secondo un rapporto del Sunday Times, Pfizer ha anche rifiutato l’offerta della società anglo-olandese Unilever, descrivendo è così basso.

Attraverso marchi come il dentifricio Sensodyne, l’antidolorifico Voltaren e lo spray nasale Otrivin, la divisione ha recentemente guadagnato 10 miliardi di sterline e ha quindi contribuito per quasi un terzo alle vendite annuali di GlaxoSmithKline di 34 miliardi di sterline. Secondo GlaxoSmithKline, ha ricevuto tre offerte da Unilever, l’ultima delle quali è stata il 20 dicembre. Ciò includeva 41,7 miliardi di sterline (50 miliardi di euro) in contanti e 8,3 miliardi di sterline (10 miliardi di euro) in azioni di Unilever.

Un’ondata di spaccature e spaccature

GlaxoSmithKline
GlaxoSmithKline 19,86

Unilever ha affermato che GSK Consumer Healthcare è leader nel settore sanitario dei consumatori e sarà quindi una scelta strategica con Unilever. Il gruppo, noto per il gelato langnese, le salse Knorr o il dentifricio, non ha saputo se fare un altro tentativo: “Non ci può essere certezza che si raggiungerà un accordo”. L’anno scorso, l’investitore attivista Elliott ha chiesto la vendita della divisione salute dei consumatori.

Elliott ha calcolato che se GlaxoSmithkline abbandonasse completamente la divisione, potrebbe far salire il prezzo delle azioni del 45%. Anche la società farmaceutica statunitense Johnson & Johnson (J&J) divide la propria attività con farmaci da banco e altri prodotti per la salute. Attualmente c’è un’ondata di divisioni e divisioni in tutto il mondo. Seguono la teoria secondo cui i conglomerati hanno spesso un valore inferiore nel mercato azionario rispetto alle loro singole parti.

READ  Honda scende e porta la nuova Civic