Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

DAX invariato: solo lieve ripresa a Wall Street


Rapporto di mercato

Stato: 08/12/2022 22:13

A Wall Street oggi permane un poco brillante tentativo di ripresa. Dow & Co. è almeno riuscita a entrare nel territorio del profitto. Le preoccupazioni per l’economia e i tassi di interesse impediscono agli investitori di acquistare azioni.

Negli Stati Uniti l’indice Dow Jones ha chiuso in rialzo dello 0,6%, a 33.781,48 punti. Lo slancio iniziale a Wall Street è rapidamente svanito e il massimo giornaliero è stato segnato dal “global leading index” a 33.899,17 punti. Il più ampio indice Standard & Poor’s 500 è salito dello 0,8% a 3.963,51 punti.

Come va l’economia americana?

Gli investitori sono preoccupati per lo stato dell’economia statunitense: “I timori di recessione stanno gradualmente sostituendo i timori di inflazione. La questione del danno che il ciclo di rialzi dei tassi ha arrecato all’economia statunitense è ora al centro dell’attenzione”, scrivono gli osservatori del mercato dall’indice radar. Quindi la buona notizia è una cattiva notizia per i mercati azionari perché riduce la speranza che la Fed inizi a tagliare i tassi di interesse il prossimo anno, secondo gli esperti.

Le cose stanno andando meglio per i titoli tecnologici: l’osservatore di mercato Andreas Lipko ha notato che alcuni numeri trimestrali sul Nasdaq, come quelli del fornitore di apparecchiature per le comunicazioni Ciena, hanno ravvivato l’interesse degli investitori che recentemente è diminuito drasticamente. Le azioni del produttore di apparecchiature per le telecomunicazioni sono balzate sulla scia dei forti risultati del quarto trimestre fiscale. La forza trainante alla base di ciò è stata l’attenuazione dei problemi della catena di approvvigionamento. L’atmosfera amichevole ha spinto l’indice Nasdaq 100 a salire dell’1,2% a 11.637,50 punti.

Il DAX si è mosso appena

Il DAX aveva precedentemente chiuso intorno al livello del giorno precedente a 14.264,56 punti. Il principale indice tedesco ha toccato un minimo giornaliero di 14.197 punti, il livello più basso in tre settimane. A quanto pare, il DAX è ancora in una fase di consolidamento: “Un rialzo di 2.700 punti in soli due mesi ha privato l’indice azionario tedesco della forza che ora gli manca per un rally di fine anno”, ha commentato Jochen Stanzel, analista di mercato senior di CMC Mercati.

READ  Contratti di risparmio premium: BGH decide a favore dei risparmiatori

Uno scivolamento prolungato al di sotto della soglia dei 14.286 punti intensificherebbe ulteriormente la necessità di consolidamento, ritengono i tecnici dei grafici di HSBC.

La sfilata di Natale è in arrivo?

Le probabilità di rialzi dei prezzi a dicembre sono generalmente buone. L’esperto di mercato Robert Rethfield sottolinea la stagionalità complessivamente positiva: “Dicembre di solito scrive storie che nella migliore delle ipotesi sono negative tra e alla fine – una parola chiave per i raduni natalizi – di solito finiscono positivamente”.

Tensioni in vista della settimana della banca centrale

Le decisioni sui tassi di interesse della Federal Reserve statunitense, della Banca centrale europea e della Banca d’Inghilterra della prossima settimana stanno attualmente costringendo gli investitori a rimanere cauti: “Tutti stanno aspettando di vedere come saranno i numeri economici e le riunioni delle banche centrali la prossima settimana”, Robert Alster, Responsabile – Investitori presso Asset Management Close Brothers. Anche Craig Erlam, analista di mercato presso il broker Oanda, vede il mercato in un “periodo di attesa” prima di alcuni importanti rilasci di dati e riunioni della banca centrale.

Sebbene la maggior parte degli operatori di mercato presuma ancora che sia la Federal Reserve che la Banca centrale europea aumenteranno i tassi di interesse di 50 punti base, e quindi non di tanto nelle loro recenti decisioni sui tassi di interesse, questo non è affatto certo.

“Il livello di inflazione nell’Eurozona è ancora molto alto”, ha affermato Camille de Courcelles, strategist di BNP Paribas. Si aspetta che la Bce aumenti i tassi di interesse di 50 punti base, ma “c’è ancora il rischio che facciano un aumento del 75 per cento”.

L’euro rimane sopra 1,05 dollari

La moneta unica europea ha guadagnato giovedì. Secondo l’esperto di cambio di Commerzbank Ulrich Leuchtmann, l’euro ha recentemente beneficiato dell’allentamento nel mercato dell’energia. Il petrolio greggio Brent, che è importante per l’Europa, è recentemente diventato molto più economico. Anche i prezzi del gas non sono così alti come lo sono stati durante tutto l’anno. “Quindi c’è spazio anche per un’ulteriore ripresa dell’euro”, ha detto Leuchtmann.

READ  A partire da lunedì (5 dicembre), tutti a Norma si affretteranno ad approfittare di queste offerte

Nuovo Presidente del Consiglio di Sorveglianza di Vonovia

Clara Street, ex consulente di McKinsey, diventerà il nuovo presidente del consiglio di sorveglianza di Vonovia Real Estate Group. Fonovia ha annunciato che il presidente in carica Jürgen Veychin non ha voluto candidarsi alla rielezione a causa dell’età minima di 75 anni applicata nel gruppo. Il 53enne è membro del Consiglio di Sorveglianza dal 2013 e presiede il Comitato Finanze. Ha detto che se gli azionisti la restituiscono al consiglio di sorveglianza alla prossima assemblea generale del 17 maggio 2023, l’organo vuole eleggerla presidente.

Le case automobilistiche cinesi scoprono la Russia

Le case automobilistiche cinesi stanno guadagnando terreno nel mercato automobilistico russo dopo l’inizio delle sanzioni occidentali. Secondo i dati a disposizione di Reuters, la loro quota di mercato è vicina a un terzo. Le vendite di auto nuove in Russia sono recentemente diminuite di circa due terzi. D’altra parte, le vendite di auto prodotte in Cina sono raddoppiate a circa 16.000 a novembre, secondo i dati della società di analisi russa Autostat. “Non c’è quasi nessuna produzione da parte delle case automobilistiche occidentali e poche importazioni, motivo per cui il mercato è diviso tra produttori russi e cinesi”, ha affermato Vladimir Bespalo, analista automobilistico russo.

I gruppi industriali chiedono normative più severe sulle emissioni nell’UE per i camion

Grandi gruppi logistici come la compagnia di navigazione danese Maersk e giganti industriali come Siemens stanno esercitando pressioni sull’UE affinché trasferisca il traffico di merci pesanti verso veicoli più rispettosi del clima. In una lettera, più di 40 firmatari chiedono alla Commissione europea di garantire che dal 2035 vengano immatricolati solo camion a emissioni zero.

Volkswagen: i prezzi dell’usato potrebbero scendere

Secondo le stime del dipartimento finanziario di Volkswagen, i prezzi in forte aumento delle auto usate hanno raggiunto il massimo storico e dovrebbero scendere di nuovo presto. “Abbiamo raggiunto il picco”, ha dichiarato il direttore delle vendite Anthony Bandman, ripensando all’anno fiscale che stava per concludersi.

Rheinmetall riceve un ordine di munizioni dalla Bundeswehr

Il gruppo di armi Rheinmetall ha ricevuto un ordine dalla Bundeswehr per la fornitura di munizioni per il veicolo da combattimento Puma. Il volume totale degli ordini per 600.000 giri è di 576 milioni di euro.

Il fornitore sceglie EnBW Stade come porto di importazione di GNL

Il gruppo energetico EnBW vuole utilizzare un terminal pianificato a Stade per acquistare gas naturale liquefatto (GNL). Una volta che il terminale Hanseatic Energy Hub (HEH) sarà operativo, EnBW importerà tre miliardi di metri cubi di GNL all’anno.

La stessa Tesla sta cercando rifornimenti idrici sotterranei

Per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico nell’area intorno alla sua fabbrica di Grünheide, Tesla vuole ricercare l’approvvigionamento idrico sotterraneo stesso. Si tratta di test di pompaggio per migliorare lo stato dei dati e la capacità di prendere decisioni sulla gestione dell’acqua su tale base.

Il capo di Ryanair O’Leary vuole che continui fino alla metà del 2028

Michael O’Leary, capo di Ryanair, guiderà la compagnia aerea low cost fino alla metà del 2028. L’analista Harry Gowers di JPMorgan vede la mossa come positiva per le azioni del concorrente easyJet a prima vista.