Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

CSA lancia Matter, parla di aggiornamenti, annuncia nuove categorie di Smart Home

Dopo aver pubblicato la specifica finale della versione 1.0 di Matter circa un mese fa, la Communication Standards Alliance (CSA) ha annunciato oggi il lancio ufficiale dello standard per i clienti finali. Lo ha annunciato Tobin Richardson, capo della fusione, con diversi partner nella capitale C, Amsterdam.

Secondo Richardson, il nuovo standard è già stato scaricato 4.400 volte. L’SDK standard è stato scaricato un totale di 2500 volte. Più importante, secondo Richardson, è il fatto che 190 dispositivi sono già stati certificati. I dispositivi sono già stati certificati in tutte le otto classi di materiali esistenti fino ad oggi. Tuttavia, circa 50 dispositivi appartengono a Tuya, che opera principalmente in background come fornitore di soluzioni (white label) ed è improbabile che sia noto ai clienti tipici. Entro la fine dell’anno, Tuya vuole avere tra i 150 ei 200 prodotti sul mercato mondiale come fornitore di etichette bianche. Questi prodotti saranno quindi disponibili nei negozi con altri marchi.

Altre nove categorie arriveranno più tardi. Un aggiornamento del lavoro che amplia lo standard è pianificato due volte l’anno. Al momento mancano ancora telecamere, aspirapolvere, rilevatori di fumo e punti di accesso (vedi foto a fine articolo).

Il lavoro congiunto sullo standard dovrebbe richiedere diverse centinaia di migliaia di ore. L’Agenzia spaziale canadese ha misurato questo, secondo Richardson. The Matter Standard lavora sul concetto di unificare il mondo della casa intelligente dal 2016. Richardson afferma che le prime idee sono arrivate 15 anni fa.

Semplificazione a tutti i livelli

In futuro, i dispositivi Matter dovrebbero essere semplicemente acquistati senza doverci pensare troppo. Allianz promette che la conoscenza specializzata non è più richiesta con Matter. Non dovrebbero esserci più problemi con il dispositivo. Ciò include anche scenari multiutente.

READ  CB Screenshot Contest: la community sta cercando foto da "Midnight"

Non hai necessariamente bisogno di nuove attrezzature per questo. Molti produttori di case intelligenti pubblicheranno sempre più aggiornamenti firmware che rendono i dispositivi compatibili. Tuttavia, di norma, i dispositivi non dovrebbero essere troppo vecchi. I dispositivi del sistema operativo, come gli smartphone, possono essere più vecchi, ad esempio, di una presa intelligente senza hardware.

A volte ci vuole un perno (è oltre il ponte). Ad esempio, Schneider Electric ha annunciato il Wiser Gateway, che rende superflua la sostituzione dei componenti Zigbee in una casa intelligente Schneider. Allo stesso tempo, anche i dispositivi futuri saranno certificati direttamente per Matter. Esempi sono i dispositivi che utilizzano Matter over Wifi o Matter over Thread.

Matter over Wifi, ad esempio, supporterà Amazon nel suo ecosistema Android con Alexa entro la fine dell’anno. 17 Dispositivi Echo è necessario avviare. iOS e dispositivi come Eero e altri dispositivi Echo seguiranno il prossimo anno. Inoltre, il prossimo anno seguirà il supporto Matter over Thread. Lo ha confermato Marja Koopmans, capo della divisione casa intelligente e salute di Amazon.

Ethernet e Bluetooth Low Energy, noto anche come Bluetooth Smart, fanno parte dei protocolli che possono essere utilizzati direttamente, con il solo Bluetooth utilizzato per il funzionamento.

La sicurezza al centro

Secondo la norma, viene prestata particolare attenzione alla sicurezza. Se porti la tua Materia nella tua casa intelligente, dovresti essere in grado di assicurarti che soddisfi tutti i requisiti. Come Infineon ha detto in anticipo a Notebookcheck.com, gli utenti verranno avvisati dalle rispettive app in caso di dubbi sulla certificazione. Si dice che il concetto sia simile all’Homekit di Apple. Il materiale è previsto anche come standard locale. Secondo Allianz, una connessione cloud non è necessaria.

READ  Queste sei sorprese sono nascoste nelle prime immagini

Il materiale è supportato da gran parte dell’industria. Lato hardware, tra questi anche Eve e AVM ha riconosciuto la sostanza durante Ifa. Tuttavia, ci vorrà del tempo per quest’ultima azienda, mentre Eve ha annunciato i suoi primi aggiornamenti del firmware (Eve Energy, Eve Door & Window ed Eve Motion) il 12 dicembre. In vista dell’evento CSA, anche Aqara, nota per i suoi componenti per la casa intelligente a basso costo, ha promesso il supporto da dicembre. Samsung e TP-Link supporteranno anche Matter con il marchio Tapo.

I big del settore, come la già citata Amazon ma anche Google e Apple, supportano Matter con i loro ecosistemi. Ci sono anche innumerevoli produttori di software, hardware e componenti. Il Elenco dei sostenitorir comprende diverse centinaia di aziende.