Settembre 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Corona, Flow, altri progetti: Woody Allen annuncia la fine della sua carriera di regista

Corona, flusso, altri piani
Woody Allen annuncia la fine della sua carriera di regista

Il regista Woody Allen suggerisce che smetterà di fare film dopo il suo prossimo film. In un’intervista, fornisce diverse ragioni, ma dà anche la speranza che il suo umorismo raggiunga il pubblico in altri modi.

In un’intervista al quotidiano spagnolo “La Vanguardia”, Woody Allen ha indicato che la sua carriera stava per finire. “Il mio prossimo film sarà il numero 50, penso che sia ora di smetterla”, ha detto il regista 86enne. “Non voglio più fare film, voglio scrivere storie”, ha continuato Allen. Sta pensando di scrivere il suo primo romanzo. “Immagino che avrebbe molto umorismo perché lo do per scontato. Ma se avessi un’idea molto seria, non esiterei nemmeno”.

Il suo cinquantesimo film, intitolato Wasp 22, dovrebbe entrare in produzione a Parigi il prossimo autunno con attori francesi. nell’intervista Allen paragona il suo nuovo film, e forse l’ultimo, al suo lavoro, “Matchpoint”. Allo stesso modo è stato “eccitante, drammatico e anche spaventoso”.

Già a giugno, Allen ha accennato alla fine della sua carriera: “Probabilmente girerò almeno un altro film”, ha spiegato in un’intervista con Alec Baldwin, Che può essere trovato sul suo account Instagram. Ha spiegato che “l’eccitazione” era sparita.

L’epidemia ha cambiato il cinema

I suoi film sono stati proiettati nei cinema “di tutto il paese” e centinaia di persone hanno assistito agli spettacoli. A causa della pandemia di Corona, oggi non è più così. Secondo questo, la produzione è stata proiettata solo per poche settimane al cinema, e subito dopo poteva essere vista in trasmissione o tramite pay-per-view. Tutto questo lo rende meno divertente.

Le affermazioni della figlia adottiva, Dylan Farrow, hanno oscurato la carriera del regista di film di successo come “Hanna and Her Sisters” o “Midnight in Paris”. Nel 2021 è stato pubblicato su HBO il documentario “Allen v. Farrow”, in cui sono state discusse le accuse di abusi da parte della figlia adottiva contro Allen. Il regista ha costantemente negato le accuse, che Dylan aveva fatto per la prima volta durante la sua separazione nel 1992 da Mia Farrow.

READ  Meghan sulla TV americana: Yawn Talk a Ellen DeGeneres - persone