Come erutta il supervulcano: il video di simulazione provoca disordini in Italia

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."
  1. Pagina iniziale
  2. Panorama

Un video nel Sud Italia ha destato preoccupazione. Ciò dimostra quanto possa essere devastante un supervulcano di Flagraean Fields. È ancora un display modesto.

Pozzuoli/Napoli – Un’esplosione porta la morte nel sud Italia in pochi minuti: un enorme pennacchio si alza nella periferia ovest di Napoli e poi crolla. Nubi di gas e cenere con temperature fino a 700 gradi si sono riversate sui quartieri napoletani di Bagnoli e Furigrotta. La lava incandescente si riversa nell’oceano. Più di 150.000 residenti non avranno scampo a meno che non vengano evacuati.

Un video dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia INGV è in questi giorni condiviso sui social network del Golfo di Napoli e non solo. Si tratta di una simulazione al computer di un’eruzione vulcanica ai Campi Flegrei, un supervulcano a ovest di Napoli che trema continuamente da mesi. L’animazione al computer mostra la diffusione delle nubi piroclastiche, ovvero nubi di cenere e gas, che vengono lanciate dai vulcani nell’area circostante quando eruttano.

Il supervulcano italiano: nella simulazione la cenere erutta fino a 45 chilometri e poi cade a terra

Prima sparano, poi crollano, uccidendo tutta la vita in superficie ovunque colpiscano. Le bombe vulcaniche prodotte dalla lava possono colpire anche l’area circostante. La maggior parte delle persone morì durante l’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C.

L’eruzione, simulata in un video dell’INGV nel 2011, dura pochi giorni. Sono possibili anche scoppi violenti, le cui colonne esplosive sparano nell’atmosfera fino a 45 chilometri. Le nubi piroclastiche possono attraversare la baia a velocità superiori a 100 km/h a temperature comprese tra 200 e 700 gradi. Le aree rosso chiaro nel video mostrano una temperatura di circa 100 gradi Celsius, mentre le aree interne rosse e gialle mostrano una temperatura di 350 gradi.

Il video è davvero inquietante, soprattutto perché attualmente gli abitanti della baia di Pozzuoli sono molto preoccupati per l’imminente eruzione a causa dei terremoti. Ma l’INGV afferma ufficialmente che il video non riguarda una scena immediata: “Le simulazioni tridimensionali di eruzioni provenienti dal profilo YouTube dell’INGV, trasmesse da alcuni canali televisivi e decontestualizzate, attinenti alla situazione attuale” non hanno nulla a che vedere con Campi Flegrei”, spiega il geofisico Giovanni Macedonio dell’INGV Osservatorio Vesuviano. meteoweb.eu.

I Campi Flegrei sono ricchi di crateri vulcanici. © NASA/Facebook

Il video ricostruisce l’eruzione più violenta del supervulcano in 4.100 anni

L’INGV ha ricostruito l’eruzione del cratere di Agnano, ai margini dell’omonimo quartiere di Napoli, avvenuta 4.100 anni fa. “Si tratta dell’eruzione più violenta documentata nei Campi Flegrei negli ultimi 15.000 anni.” Macedonio ha continuato: “Questo non è uno scenario che ci aspetteremmo in questo momento, ma in realtà è altamente improbabile data la sua rarità.”

Secondo il parere ufficiale dell’INGV, invece, gli scienziati ritengono che la prossima eruzione vulcanica nei Campi Flagreani potrebbe essere simile a quella del 1538, l’ultima eruzione di un supervulcano fino ad oggi. L’eruzione durò dal 29 settembre al 6 ottobre 1538 e fu caratterizzata da flussi piroclastici e dalla produzione di grandi volumi di cenere e piccole bombe vulcaniche.

Una recente eruzione del supervulcano italiano ha causato la morte di 26 persone

A ovest della città portuale di Pozzuoli, la “montagna nuova” era formata dal cono vulcanico del Monte Nuovo, che oggi si erge a 133 metri di altezza. Qui sono sepolti la villa e le antiche terme dell’antico statista romano Cicerone. 26 morti – Gli astanti che guardavano oltre il bordo del cratere sono morti in un’esplosione all’interno. I residenti sono fuggiti in tempo quando sono stati avvertiti del terremoto e del mare che si ritirava di 370 metri.

Alza una foto del Monte Nuovo, un vulcano spento vicino Napoli.
Il Monte Nuovo è ben visibile dall’alto come un vulcano spento. ©Nino Rossi/Facebook

Rispetto a quanto accaduto nei Campi Flegrei durante l’era glaciale, si trattò di un’eruzione minore: l’eruzione più grande avvenne circa 39.280 anni fa. A quel tempo, flussi di fuoco distrussero tutta la vita in un raggio di circa 100 chilometri. Circa 10.000 chilometri quadrati di territorio (all’incirca l’area della Bassa Baviera) furono sommersi sotto uno strato di cenere spesso 100 metri.

Una grande esplosione nei Campi Flegrei inviò ceneri dall’Italia alla Russia

Le ceneri di questa eruzione si sparsero attraverso i Balcani e si diffusero nelle steppe russe. Dopo l’eruzione crollò un cratere del diametro di 16 chilometri: gli odierni Campi Flegrei. Non c’è stata alcuna esplosione paragonabile in tempi storici. L’eruzione del Monte Pinatubo nelle Filippine nel 1991, da allora insuperata in termini di violenza, ha lasciato un cratere di 2,5 chilometri di diametro che ha ucciso 875 persone.

L'eruzione è stata classificata 6 nell'indice di esplosività vulcanica
Eruzione del Pinatubo il 12 giugno 1991.

Le conseguenze per i Neanderthal che vivevano in Europa furono apparentemente disastrose: Antonio Costa dell’Università di Reading in Gran Bretagna scoprì, utilizzando simulazioni al computer, che gli aerosol di zolfo rilasciati erano in realtà sufficienti a raffreddare significativamente il clima per molti anni.

È stato notato molto forte scinexx.de Nell’Europa dell’Est e in Asia, ma anche nell’Europa occidentale. Dove a quel tempo viveva la maggior parte dei Neanderthal, le temperature scesero di due o quattro gradi in uno o due anni.

Scienziato: I Campi Plegreiani stanno per esplodere

Gli scienziati non sono d’accordo su quando e come eruttano i campi di flagreon e quanto tempo impiega perché avvenga l’espulsione. L’INGV attualmente considera un terremoto grave un evento catastrofico. Tuttavia, il professor Christopher Kilburn dell’University College di Londra (UCL) ha dichiarato in uno studio pubblicato a giugno: “La nostra nuova ricerca conferma che i campi di fleuroni sono sull’orlo di un’esplosione”. Ma ciò non deve accadere.

Non sono solo i Campi Flegrei a preoccupare i ricercatori, ma anche il vicino vulcano Vesuvio, che è in attesa di un’eruzione. Anche il vulcano dell’isola di Stromboli tra Napoli e la Sicilia è attualmente più attivo del solito..

Related articles

Lava dell’Etna – chiuso l’aeroporto di Catania

Berlino. L'Etna torna a eruttare in Sicilia paralizzando l'aeroporto di Catania: voli cancellati o...

Taylor Swift gioca ad Amburgo: gli Swifties festeggiano sul campo | NDR.de – Cultura – Musica

Al: 23 luglio 2024 alle 16:12 Oggi e domani Taylor Swift eseguirà il suo concerto “Eras Tour” davanti a...