Bosch acquista un impianto di chip americano

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Robert Bosch GmbH ha acquistato parti dall’attività del produttore di semiconduttori TSI Semiconductors a Roseville, in California, in modo da poter spedire più chip per veicoli elettrici. TSI attualmente produce ASIC (Application Specific Chips) su wafer da 200 mm per i settori della mobilità, delle comunicazioni, dell’energia e delle scienze della vita. Le parti coinvolte non rivelano nulla sui dettagli finanziari dell’acquisizione.

Tuttavia, Bosch ha annunciato che investirà almeno 1,5 miliardi di dollari nella fonderia per convertirla in processi al carburo di silicio (SiC). L’inizio della sua produzione è previsto nel 2026, anche in wafer di diametro 200 mm. “La portata degli investimenti pianificati dipenderà dalle opportunità di finanziamento previste dal Chip and Science Act statunitense e dalle opportunità di sviluppo economico nello stato della California”, afferma Bush.

I chip SiC sono particolarmente adatti per i veicoli elettrici, afferma l’azienda: “I chip SiC consentono una maggiore autonomia e una ricarica più efficiente nei veicoli elettrici, in cui le perdite di energia sono ridotte fino al 50 percento. E nell’elettronica di potenza dei veicoli elettrici, assicurano che il veicolo ha un chilometraggio eccellente.” Significativamente più lontano con una singola carica della batteria: in media, l’autonomia può essere aumentata fino al sei percento rispetto ai chip a base di silicio.”

Roseville sarà il primo impianto di chip di Bosch al di fuori della Germania. Bosch produce a Reutlingen dal 1970, a Dresda dal 2021, con trucioli con un diametro di 300 mm. La posizione in Nord America facilita le vendite perché gli Stati Uniti sovvenzionano l’acquisto di veicoli elettrici in base, tra l’altro, al fatto che la maggior parte del valore della batteria viene generata negli Stati Uniti, in Canada o in Messico. Entro il 2029, la soglia necessaria salirà gradualmente al 100%.

Allo stesso tempo, Bosch continua anche a investire in Germania, con l’aiuto del programma di finanziamento europeo IPCEI per la microelettronica e la tecnologia delle comunicazioni. Ad esempio, la camera bianca per la produzione di trucioli a Reutlingen verrà ampliata dagli attuali circa 35.000 metri quadrati a oltre 44.000 metri quadrati. Per fare un confronto: la tua stanza pulita a Roseville è di circa 10.000 piedi quadrati.


(S)

alla pagina iniziale

Related articles

L’Italia teme l’eruzione del supervulcano – La Regione pianifica un’evacuazione di massa

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 23 giugno 2024, 4:54Da: Moritz FletzingerPremeredivisoLa Terra trema, il supervulcano italiano potrebbe eruttare. ...

Un’azienda bavarese elimina 420 posti di lavoro

Home pageBavierastava in piedi: 23 giugno 2024, 4:59da: Leonie BellinaInsisteDivideIl fornitore di automobili Preh ha annunciato di voler...

Taylor Willey è morto all’età di 56 anni

Dipendenti dalle serieNotiziala gentestava in piedi: 23 giugno 2024, 4:48da: Lauren Borschke CremosoInsisteDivideÈ morto all'età di 56 anni...

Il sole sta per spostarsi verso i poli: cosa significa questo per la Terra

Home pageLo sappiamostava in piedi: 23 giugno 2024, 4:59da: Tanja BannerInsisteDivideCirca ogni undici anni, i poli magnetici del...