Settembre 30, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Bad Worishofen: celebra il più grande festival dell’Alto Adige della Germania come in Italia a Bad Worishofen


La più grande festa dell’Alto Adige in Germania si celebra per tre giorni, con delizie culinarie e un’atmosfera fantastica.

Il sindaco Stephan Welzel ha aperto venerdì pomeriggio il più grande festival altoatesino in Germania con le parole “Acqua e vino, così dovrebbe essere nella città di Nieuw”. I festeggiamenti sono durati tre giorni, con musica dal vivo, sano stile di vita altoatesino e grandi prelibatezze.

L’organizzatore principale Louis Hillebrand non poteva smettere di sorridere. Dopo una pausa forzata di circa tre anni dalla corona, è finalmente qui di nuovo. Circa 40 amici e conoscenti altoatesini sono venuti a rendere il festival un’esperienza indimenticabile. L’atmosfera era vivace e familiare, e le specialità altoatesine come carne di maiale, salsicce affumicate, formaggio di capra e ciambelle del contadino erano molto apprezzate.

Gli altoatesini trattano gli ospiti di Bad Worishofen in base al nome e garantiscono una buona atmosfera

E gli altoatesini erano autentici come sempre. “Sei il benvenuto in base al nome”, ha detto un visitatore di spicco con un sorriso, apparentemente sentendosi a proprio agio, così come molti degli ospiti. I gruppi altoatesini “Volgas” e “Chauquad” e “DJ Thomi M” hanno creato un’atmosfera di festa. I bambini ballavano sui tavoli durante il giorno, gli adulti la sera.

Quando la più giovane altoatesina, Marie di due anni e mezzo, non balla al festival, corre per il festival in un dirndl rosa con sua madre, Katja Regensburger, o può essere vista. I suoi genitori a un chiosco di tisane in collina: uno spettacolo commovente.

L’assistente più giovane era Raphael Weiser, di sei anni, che ha fatto molte apparizioni in eleganti pantaloni di pelle e si è divertito per la prima volta al festival di Bad Worishofen.

READ  L'Italia sta invecchiando

Per ogni bottiglia di vino venduta, un euro è andato in aiuto all’Ucraina

Il vino era una delizia ed era anche buono. Per ogni bottiglia venduta, un euro viene donato a Ukrainehilf. Di recente anche una donna ucraina che vive in Alto Adige si è recata a Bad Vorishofen. Oksana Churkova ha esposto i suoi quadri autodisegnati ed era già pienamente integrata con gli altoatesini.

Buon cibo, buon vino e buona atmosfera al Festival dell’Alto Adige a Bad Worishofen

Foto: Kathryn Elsner

Il festival ha fornito molte opportunità per incontri sociali. Un tendone e numerose piccole tende riparate dalla pioggia. “C’è sempre qualcosa da fare a Bad Worishofen”, disse allegramente Wipke Magulla-Hansen. La sua cerchia di amici e conoscenti aveva un buon posto con sedie e sgabelli ed era felice di ogni volto familiare che si fermava per una bella chiacchierata.