Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aspettandosi una tregua nel 2023: Ex generale della NATO: Zelensky potrebbe concludere un accordo con Putin

Armistizio previsto nel 2023
Ex generale della NATO: Zelensky può fare un accordo con Putin

Gli esperti di sicurezza prevedono un cessate il fuoco nella guerra in Ucraina nel nuovo anno. Secondo l’ex generale della NATO Domross, ciò potrebbe avvenire all’inizio dell’estate del 2023. Si cercherà quindi una soluzione negoziata – e Domross ha anche un’idea di come potrebbe essere.

Nella guerra in Ucraina, gli esperti prevedono un cessate il fuoco durante il nuovo anno. “Avremo un cessate il fuoco nel 2023”, ha detto ai giornali del Funk Media Group l’ex generale della NATO Hans-Lothar Domros. L’Ucraina e la Russia lanceranno un’altra offensiva nei prossimi mesi nel tentativo di raggiungere i loro obiettivi militari. Ma si aspetta una battuta d’arresto all’inizio dell’estate. Allora Russia e Ucraina si renderanno conto di essere bloccate e che non ha senso combattere se non guadagnano più spazio.

“Questo sarà il momento dei negoziati per l’armistizio”, ha detto Domeross, che era anche un generale dell’esercito nella Bundeswehr. Rimane solo una soluzione negoziata accettabile per entrambe le parti. Una soluzione potrebbe essere che il presidente ucraino Volodymyr Zelensky rinunci alla richiesta che le regioni immediatamente catturate dalla Russia, come la Crimea, vengano reintegrate in Ucraina, e concordi invece su un periodo di transizione, come il periodo di transizione di 50 anni utilizzato quando era Hong Kong. Consegnato in Cina Tender.

La Russia e l’esperto di sicurezza presso il Consiglio tedesco per le relazioni estere Andras Rasch hanno dichiarato al quotidiano Funk che i negoziati tra Ucraina e Russia potrebbero aver luogo in estate. “Sono sicuro che entro la fine dell’anno avremo una sorta di tregua: spero che non ci saranno più combattimenti, ma sicuramente molto meno”, ha detto Rush.

Le elezioni del 2024 un ostacolo alla guerra?

Ha sottolineato che le elezioni presidenziali sono previste in Russia nel 2024: “È improbabile che la Russia voglia lanciare una guerra intensa prima o durante le elezioni. Mi aspetto che la Russia voglia quindi ridurre l’intensità dei combattimenti nel corso dell’anno Anche perché i problemi di approvvigionamento dell’esercito russo probabilmente aumenteranno in estate.

Rush ha osservato che un cessate il fuoco era stato concordato più volte nell’ambito degli accordi di Minsk. A quel tempo, i combattimenti si placarono, ma non finirono. L’esperto di sicurezza ha dichiarato: “È stata una guerra limitata in cui le due parti hanno stabilito relazioni diplomatiche, c’erano scambi commerciali e forniture energetiche – eppure i combattimenti sono continuati. Entro un anno assisteremo a una guerra limitata”.

READ  Wintereinbruch in Griechenland und Türkei: Tausende mussten die Nacht in ihren Autos verbringen - Gesellschaft