Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Apertura del Parlamento in Italia: Primo test per Meloni

Stato: 13/10/2022 06:24

In Italia si riuniscono oggi le neoelette Camere del Parlamento. Allo stesso tempo, il vincitore delle elezioni Meloni sta suscitando nuovi dibattiti sulla sua motivazione a formare un governo e sul suo orientamento politico.

Di Jörg Seisselberg, ARD Studio Roma

Un post su Facebook e una foto di Giorgia Meloni che sorride e abbraccia una bandiera italiana su Twitter. Il vincitore delle elezioni italiane comunica in questi giorni esclusivamente tramite i social network mentre si forma il governo. Maloney ha anche preparato in top secret le sessioni di apertura di oggi di entrambe le camere del neoeletto parlamento.

Georg Seiselberg
Studio ARD Roma

Il futuro primo ministro italiano ha fatto la sua unica apparizione importante in un evento organizzato dai populisti di destra di Voxin in Spagna. Tra l’altro, Meloni ha esposto le sue priorità per l’Europa in un videomessaggio, ed è stato molto più moderato che durante la campagna elettorale.

Ha parlato a favore di “un’Europa pratica che promuova il cambiamento ambientale e non si trovi ai piedi della Cina”. Un’Europa che “accetta chi viene a lavorare legalmente, ma rafforza i suoi confini contro l’immigrazione clandestina”. Essa “investe per aumentare la natalità e il ruolo sociale della famiglia”. Come ha detto in campagna elettorale, non ci sono minacce che se diventerà primo ministro, la “vita confortevole a Bruxelles” finirà.

“Non un moderato, ma un funambolo”

Ma Filippo Rossi ha i suoi dubbi. Due anni fa, il giornalista e scrittore ha pubblicato in Italia un “manifesto per i buoni diritti” e ha fondato l’omonima organizzazione liberale di destra. Dice del comportamento di Maloney durante la fase di governo: “Non è diventato un moderato, ma un funambolo”. Meloni sapeva che un grande paese come l’Italia non poteva essere governato dalla propaganda populista. Quindi, secondo Rossi, “deve tradirsi un po’ adesso, camminando in una via di mezzo tra quello che era e quello che sarà, dal momento in cui deve prendere decisioni strategiche al governo”.

READ  Corona in Italia: Amnesty critica la discriminazione nei confronti dei non vaccinati

Un funambolico attualmente in lotta con i suoi alleati Matteo Salvini e Silvio Berlusconi sulla composizione e il contenuto del futuro governo, che dovrà entrare in vigore entro le prossime due settimane. A questo punto, dice Rossi, è significativo che Meloni abbia scelto i populisti di destra di Vox per il suo primo discorso di politica estera. Come lei stessa dice, Meloni “non potrebbe mai fare a meno di se stessa”.

Il capo di Fratelli d’Italia cercherà di presentarsi come un prefetto credibile. Ma in una recente apparizione a Vox, Rossi afferma che Meloni ha deciso di “invitare i suoi sostenitori nella giungla per preservare questi riferimenti politici e rimanere in questa giungla”. Oltre a Vox, i riferimenti politici includono Trump, Orbán e il governo di destra della Polonia.

Personalità in questione

Le riunioni odierne di apertura del Senato e della Camera dei Deputati a Roma sono le prime grandi prove di politica interna di Meloni dalla vittoria elettorale. Vuole ricoprire il secondo posto più alto dello stato di Presidente del Senato con il 75enne Ignacio La Russa. Fu ministro della Difesa sotto Berlusconi e confidente di lunga data del vincitore delle elezioni e qualche anno fa teneva una statua del dittatore fascista Mussolini nella sua stanza di casa.

Il programma operaio La Russa, Melonis Fratelli d’Italia, dice Rossi, è un partito “immerso nell’umanesimo postfascista. Ignacio La Russa è parte integrante di questa storia”. Rappresenta la “totale continuità” della prima storia neo e postfascista della destra italiana. In linea di principio, tuttavia, Rossi prevede che il destino politico di Meloni non sarà determinato da come affronterà l’eredità postfascista del suo partito, ma dalla questione di come lui, come capo del governo, guiderà l’Italia attraverso le sue attuali sfide politiche. Parole chiave: crisi energetica e guerra in Ucraina.

READ  La Finlandia ha perso una rispettabile battaglia contro la Svezia - l'Italia ha perso la prima vittoria

Per uno degli alleati di Meloni, le sessioni di apertura del parlamento di oggi portano un ritorno tanto atteso: Silvio Berlusconi torna al Senato italiano – nove anni dopo che il magnate dei media era stato espulso da questa camera dopo che un tribunale lo aveva condannato per frode fiscale. .