Gennaio 30, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Antisemitismo: Kanye West provoca indignazione con commenti su Hitler

all’estero Antisemitismo

Kanye West si indigna per le sue osservazioni naziste – Twitter blocca l’account

Kanye West dice:

Kanye West dice: “Anche io vedo cose buone in Hitler”

Fonte: AFP/SAUL LOEB

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

Kanye West ha ripetutamente rilasciato dichiarazioni antisemite. Suscita indignazione anche una nuova intervista al rapper. In esso loda, tra le altre cose, Adolf Hitler – e afferma che anche i nazisti “hanno fatto cose buone”. Twitter ha ora sospeso il suo account.

MCon dichiarazioni di ammirazione per Hitler e i nazisti, il controverso rapper americano Kanye West ha nuovamente suscitato indignazione. “Amo Hitler” e “Amo i nazisti”, ha detto il 45enne in un’intervista con Alex Jones, un noto teorico della cospirazione di estrema destra, giovedì. Poco dopo quell’apparizione, la rete online di destra Parler ha annunciato che la sua proposta di vendita a West era stata annullata.

“Vedo anche cose buone in Hitler”, ha detto il musicista e stilista, che si è ribattezzato Ye e si è coperto l’intero volto con una maschera nera durante l’intervista. Il 45enne, precedentemente screditato per dichiarazioni antisemite, ha aggiunto: “Quest’uomo (…) ha inventato le autostrade e il microfono che usavo come musicista”. “Non puoi dire ad alta voce che questa persona abbia mai fatto una cosa buona, e io non ce la faccio più.”

Quando Jones ha risposto che i nazisti hanno fatto “cose ​​davvero brutte”, West ha risposto: “Ma hanno anche fatto cose buone. Dobbiamo smetterla di demonizzare i nazisti tutto il tempo. (…) Adoro i nazisti”. Anche Nick Fuentes, noto negazionista dell’antisemitismo e dell’Olocausto, era presente all’intervista sulla piattaforma Jones Infowars, dove West ha anche espresso la sua ammirazione per il peccato, la pornografia e il diavolo. West ha cenato con lui la scorsa settimana al ristorante dell’ex presidente Donald Trump.

Leggi anche

La fine di una carriera globale: Kanye West, rapper e designer

I commenti del rapper hanno immediatamente causato indignazione. Twitter ha vietato l’account, che è stato rilasciato solo di recente @Kanye West indefinitamente. La Republican Jewish Coalition, che si considera un ponte tra il Partito Repubblicano e la comunità ebraica, ha definito West un “vile, vile fanatico che ha preso di mira la comunità ebraica con minacce e calunnie in stile nazista”. West, Fuentes e Jones formarono un “disgustoso triumvirato di teorici della cospirazione, negazionisti dell’Olocausto e antisemiti”.

L’ambasciatore di Israele negli Stati Uniti, Michael Herzog, si è detto “disgustato” dai commenti dell’Occidente. “In un momento in cui l’antisemitismo è in aumento, è preoccupante che tale vile retorica debba ricevere un pulpito e legittimata”.

Le dichiarazioni di West sono state accolte con indignazione anche su Internet: nel bel mezzo di questo, Parler ha annunciato la fine della sua prevista vendita al rapper americano. Questa decisione è stata presa di comune accordo “a metà novembre”, ha spiegato la società madre Parler Technologies.

Molte aziende hanno interrotto la loro collaborazione con West

West e Parler hanno annunciato a metà ottobre che il rapper voleva acquistare la rete Internet di destra fondata nel 2018. Questa è diventata particolarmente popolare tra i sostenitori di Trump. West ha giustificato la sua intenzione di acquistare con il fatto che voleva difendere la “libertà di parola” – e sembra che stesse anche cercando una nuova piattaforma dopo aver cancellato i suoi post su Instagram e Twitter.

A causa delle dichiarazioni antisemite di West, diverse aziende hanno già interrotto la loro collaborazione con il 45enne. Tra questi ci sono il produttore tedesco di articoli sportivi Adidas, la catena di moda Gap e il marchio di lusso Balenciaga.

West, che è stato sposato per anni con la star della reality TV Kim Kardashian, ha recentemente suscitato scalpore quando ha cenato con Fuentes nella tenuta di Trump a Mar-a-Lago in Florida. Trump è stato preso di mira dai suoi stessi ranghi per lo scontro.

Leggi anche

Donald Trump ha incontrato il nazionalista Nick Fuentes la scorsa settimana

L’ex vicepresidente Mike Pence ha affermato che ciò che Trump ha fatto è stato “sbagliato”. Il leader repubblicano del Senato Mitch McConnell ha affermato che “l’antisemitismo e il razzismo non hanno posto” nel partito. Chiunque incontri antisemiti e razzisti “è improbabile che venga mai eletto presidente degli Stati Uniti”.

Trump ha annunciato a metà novembre che vuole ricandidarsi alle elezioni presidenziali del 2024. Secondo le sue stesse dichiarazioni, anche Kanye West vuole candidarsi.

READ  La faida con Kanye West si intensifica: ora Kim Kardashian sta parlando su Instagram! - Persone