Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Alla star dell’NBA è stato offerto un importo enorme per una vaccinazione corona – la sua risposta lo ha sorpreso! | Gli sport

Molte persone sarebbero state deboli… |

La star del basket rifiuta mega quantità di vaccinazioni!

Raccogliere $ 100 milioni se ricevi una vaccinazione corona? Anche molti scettici sulla vaccinazione probabilmente griderebbero “Sì!”.

La star del basket Kyrie Irving (30 anni) ha rifiutato questa offerta!

La guardia dei Brooklyn Nets della NBA si rifiuta ancora di vaccinare contro il Covid.

Poiché lo Stato di New York ha vietato a lungo alle persone non vaccinate di partecipare a eventi pubblici al chiuso, nelle ultime due stagioni ha saltato diverse partite casalinghe dei Nets, oltre a non essere stato autorizzato a recarsi ad alcune partite all’aperto in aree con regole simili (come il Canada ).

Irving ora rivela che la decisione ha avuto non solo conseguenze sportive, ma anche enormi conseguenze finanziarie.

Irving alla conferenza stampa pre-stagionale dei Nets: “Ho rinunciato a un contratto quadriennale da 100 milioni di dollari per non essere vaccinato. Questa è stata la mia decisione”.

sfondo: I Nets hanno offerto a Irving un’estensione anticipata del contratto per un totale di $ 100 milioni nell’estate del 2021. Tuttavia, a condizione di una vaccinazione…

Lo rivela la star dell’NBA Hanno rinunciato a 100 milioni a causa della vaccinazione

Fonte: PressBox / Brooklyn Nets

28/09/2022

Irving: “Era un avvertimento. Capisco il punto di vista del club, ma è stato difficile per me ingoiare questa pillola. Ho dovuto fare i conti con la perdita del lavoro a causa di questa decisione”.

Il manager dei Nets Sean Marks dice delle trattative con la sua superstar: “Vuoi persone affidabili e responsabili qui. Questo riguarda tutti noi: lo staff, gli allenatori, i giocatori”.

In un linguaggio semplice: Rifiutandosi di vaccinare, i Nets non potevano pianificare in modo affidabile che anche Irving sarebbe stato regolarmente sulla Terra. Quindi la proroga del contratto era fuori questione!

All’epoca non era l’unico problema di Irving: secondo ESPN, il suo produttore personale Nike era preoccupato di poter continuare a rappresentare il marchio in futuro.

Irving: “Non mi piaceva questa vaccinazione. All’improvviso è diventata una disgrazia per la mia carriera”.

Nel frattempo la situazione si è calmata.

Irving entrerà nel suo ultimo anno di contratto la prossima stagione (a partire dal 19 ottobre) per 36 milioni di dollari. Non ci sono più restrizioni per le persone non vaccinate negli Stati Uniti, quindi la star dell’NBA può sempre giocare.

READ  Tuchel si trasferirà a Monaco? Un potenziale successore di Nagelsmann è alle porte