Febbraio 6, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aggressione canina negli USA: tre tori strappati dallo scalpo di un ragazzo (11) Notizia

Come può il proprietario di un cane essere così spericolato?

Venerdì sera negli Stati Uniti, tre giovani tori hanno attaccato Justin Gilstrap (11 anni) così duramente che è rimasto gravemente ferito. Il ragazzo stava andando in bicicletta vicino a casa sua ad Appling, in Georgia, quando il cane di un vicino lo ha investito e ha iniziato a inseguirlo.

Uno degli animali ha morso la gamba di Justin, poi gli altri due lo hanno trascinato giù dalla bici in un fosso vicino. Lì iniziarono a fare a pezzi il ragazzo. I tre tori gli hanno morso le gambe e il petto, strappandogli il cuoio capelluto e quasi metà dell’orecchio. Solo allora i cani lo lasciarono andare.

Pochi minuti dopo, Justin viene trovato in un fosso da un parente con ferite mortali. Sua madre, Erica, ha chiamato un’ambulanza. I medici hanno messo il bambino in coma farmacologico quella sera mentre cercava di fermare l’emorragia in tutto il corpo.

La situazione diventa più amara perché avrebbe potuto essere prevenuta. Perché i vicini si sono lamentati molte volte con l’ufficio veterinario dei pitbull, inclusa la mamma di Justin.

▶︎ il peggiore: Bert Baker III, il proprietario di un cane da attacco, ha detto alla polizia dopo che il ragazzo è stato aggredito che i suoi tori adorano inseguire le biciclette. Nei suoi confronti è stata ora sporta denuncia per negligenza. L’ufficio del veterinario gli ha portato via i cani.

Justin è stato operato immediatamente

Foto: Ericka Gilstrap/gofundme

L'intero corpo del ragazzo era cosparso di segni di morsi

L’intero corpo del ragazzo era cosparso di segni di morsi

Foto: Ericka Gilstrap/gofundme

La famiglia di Justin ha creato una pagina GoFundMe per raccogliere fondi per le sue spese mediche. Domenica, sua madre Erica ha condiviso un messaggio di speranza: Justin si è svegliato dal coma.

“Si è svegliato questa mattina e ha iniziato a piangere. Ha parlato della sua bici e delle sue scarpe. È tutto sostituibile, lui no! È stato patetico. Spero che non ricordi nulla. È stato davvero un incubo vivente. (… ) Dovrebbe essere a casa e in sella alla sua bicicletta e non è sdraiato nel letto d’ospedale. Povero ragazzo!” ha scritto sulla pagina GoFundMe.

READ  La Commissione europea intende inserire nella lista nera i contrabbandieri