Gennaio 25, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

60 anni fa: i primi lavoratori ospiti dall’Italia in Volkswagen | NDRT

Stato: 01/12/2022 9:19

Il 17 gennaio 1962, 60 anni fa, i cosiddetti lavoratori ospiti dall’Italia arrivarono alla Volkswagen a Wolfsburg. Nonostante la corona, la città vuole celebrare meglio il festival di quest’anno.

Un piccolo incontro con testimoni contemporanei e rappresentanti di VW e IG Metall è previsto per lunedì, secondo la città, presso il monumento “L’Emigrante” (immigrati) di fronte alla stazione ferroviaria principale. Il designer allestirà anche una mostra di fotografie dei primi “lavoratori ospiti” italiani nel sito dei punti vendita.

“L’ulteriore vita culturale e sociale ha un’influenza straordinariamente forte”

“I lavoratori italiani non solo hanno contribuito alla crescita dell’economia di Wolfsburg, ha affermato il sindaco di Wolfsburg Dennis Weilmann (CDU), ma hanno anche plasmato la vita culturale e sociale in modo straordinariamente forte”. Sebbene l’ambiente corona non abbia potuto celebrare l’anniversario su larga scala, vorrei esprimere la mia gratitudine e apprezzamento a queste persone. Non lontano dalla loro casa a Wolfsburg, hanno creato una nuova vita per se stessi, dice Weilman.

Carenza di manodopera in FRG e contratto di assunzione

Primo italo-tedesco Il contratto di assunzione è stato firmato nel 1955. Ma fu solo alla fine del 1961 che il Wolfsburg Institute for Contemporary History spiega che la Volkswagen dichiarò di essere “costretta ad assumere lavoratori stranieri”. Uno dei motivi era che dopo la costruzione del muro, i visitatori della DDR rimasero in gran parte stagnanti, aggravando la carenza di manodopera nella repubblica federale.

Ulteriori informazioni

L’accordo di reclutamento del 30 ottobre 1961 segnò l’inizio della migrazione dei lavoratori turchi in Germania. Ulteriore

Questo argomento nel progetto:

Braunschweig regionale | 17/01/2022 | 18:30

logo NTR
READ  Alto rischio ospedalizzazione: l'Italia rende obbligatoria la vaccinazione dal 50