Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

30 anni di scoperta dal 1992 QB1 – l’inizio della fine di Plutone

Nel giro di quattro ore, il QB1 del 1992 si mosse notevolmente sullo sfondo delle stelle (NTT/ESO)

30 anni fa, un telescopio su Mauna Kea alle Hawaii rilevò un asteroide in orbita attorno al sole oltre Nettuno. Per più di 60 anni, solo il pianeta Plutone è stato conosciuto lì.

Nel 1992, QB1, come viene ufficialmente chiamato, è stato scoperto dall’astronomo vietnamita-americano Jane Lo e dal suo collega anglo-americano David Jewett.

Ha solo circa 150 chilometri di diametro

Ha un diametro di circa 150 chilometri e ruota attorno al sole più di Plutone. All’inizio, alcuni lo consideravano il decimo pianeta.

Negli anni successivi, il numero di oggetti conosciuti nella “cintura di Kuiper” ai margini del sistema solare è aumentato a passi da gigante. Gli esperti ora conoscono più di 2.000 organismi in quest’area.

Alcuni hanno le dimensioni di Plutone. Dal momento che non tutti possono essere considerati pianeti, Plutone fa parte del gruppo dei pianeti nani di nuova creazione dal 2006.

La “Felicità” del nono pianeta

Il Pianeta Nove è stato semplicemente “fortunato” ad essere stato scoperto nel 1930 – a quel tempo la classificazione come pianeta era completamente corretta.

QB1, come lo chiamarono gli esperti per molto tempo, fu infine chiamato Albion, dal nome di un personaggio della mitologia inventata dallo scrittore inglese William Blake. Albion è un vecchio nome per la Gran Bretagna.

Lou e Jewett inizialmente chiamarono il loro scopritore “Smiley” – ma la faccia sorridente non poteva essere il padrino perché c’era già un asteroide con quel nome, dal nome dell’astronomo Charles Smiley.

Comunicato stampa dell’ESO sulla scoperta del “nuovo Paneten”
Albion, 1992 Il primo asteroide dietro Nettuno