Settembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

1. FC Köln: il 92% dei membri vota: il presidente del Colonia Werner Wolff resta in carica! | Gli sport

Il 92% dei membri vota |

L’allenatore del Colonia Wolf rimane in carica!

Coerenza al piano esecutivo. 1. L’FC Köln è ancora in carica!

Il presidente Werner Wolff, 66 anni, ei suoi due vice, Eckhard Soren, 50 anni, e Carsten Wittich, 42, sono stati eletti per altri tre anni durante la riunione plenaria della serata. Non c’era la candidatura dell’opposizione.

Solo 779 degli oltre 121.000 membri della Lanxess Arena di Colonia hanno partecipato alla rielezione dei presidenti di Colonia. La squadra di Wolff ha ricevuto il 91,82% dei voti (662) – solo l’8,18% (59 voti) era contrario ai presidenti, in carica dal 2019.

Uno dei primi e più importanti compiti del consiglio direttivo del nuovo e del vecchio club dopo la rielezione: inseguire il caos del Colonia da Nizza. Quasi due settimane dopo una brutta notte di disordini che circondavano la prima partita della Conference League, Wolff trovò ancora una volta parole chiare in una riunione di una squadra di calcio.

Lupo >> i teppisti vengono cacciati

Ci sono stati eventi indicibili che hanno distrutto ogni gioia. I tifosi dell’FC erano molto spaventati. Ci sono stati 32 feriti. “Niente giustifica gli attacchi di persone in abiti da club”, ha detto Wolff, giurando di intraprendere un’azione coerente contro i teppisti.

Wolff: “Faremo tutto il possibile per trovare i colpevoli di Nizza e ogni colpevole identificato sarà bandito dallo stadio, abbonamenti cancellati ed espulso dal tesseramento”.

Lunedì c’è stato anche il primo vertice tra i presidenti di Colonia e il nuovo capo della polizia di Colonia, Falck Schnabel (52). Secondo le informazioni BILD, i primi criminali violenti sono già stati identificati dopo diverse centinaia di suggerimenti.

READ  Quindi Fortuna è rimasta ferma, ma: Daniel Theon non ne vuole sapere niente! - 2 Bundesliga

Cantiere Geissbockheim. In estate il padiglione professionale è stato rinnovato e migliorato

Foto: Andreas Bol

L’internazionalizzazione resta il secondo progetto all’ordine del giorno del Consiglio. Nel frattempo, il Giappone e gli Stati Uniti sono stati identificati come mercati di riferimento. Wolf: “Stiamo avendo buoni colloqui iniziali con due società giapponesi. Un viaggio in Giappone è previsto per il 2022. E a novembre andremo negli Stati Uniti. Vedremo anche cosa è possibile fare lì”.

Il terzo progetto: l’ampliamento della struttura formativa, richiesta da anni e ora davanti ai tribunali, costruendo un nuovo centro di formazione per i giovani. Wolf promette: “Abbiamo bisogno di questa espansione a Geißbockheim e abbiamo fatto grandi progressi nei colloqui con la città”.

Nessun nuovo stadio! Ma l’FC si trasferirà a Marsdorf?

Il lupo promette: “Saremo in grado di fornire una soluzione nei prossimi sei mesi”. Ma potrebbe anche essere un passo. Da sempre contrari a una proprietà alternativa, il club e il presidente Wolff stanno ora valutando un trasferimento a Marsdorf che la città ha già proposto. Wolf: “Siamo su due binari”.

D’altra parte, un nuovo stadio dell’FC rimane fuori discussione. Wolf ha promesso ai membri “rimarremo sempre a Mungersdorf”.