Settembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Ferrari ha bisogno di un nuovo capo squadra?

8:21

La Ferrari ha bisogno di un nuovo capo squadra?

Di recente si è posto questa domanda il presidente Ferrari di lunga data Luca di Montezemolo In una conversazione con il francese “L’Equipe” Ha espresso. Lì l’italiano conferma che la Ferrari è più criticata di ogni altra squadra.

“Anche noi abbiamo commesso degli errori”, ammette, ma sottolinea che lo stesso vale per Mercedes e Red Bull. “La Ferrari è semplicemente la squadra che ottiene più copertura mediatica – ha detto Di Montezemolo -. La Ferrari non perdonerà nulla perché è la Ferrari”.

Binotto è “furbo” perché “protegge” la squadra con le sue dichiarazioni. Ecco perché non è sicuro se il nuovo capo squadra lo aiuterà. “Dobbiamo capire perché si sono verificati alcuni errori e dobbiamo correggerli”, afferma.

Ma spiega anche: “Nessuno da solo può vincere il Campionato del Mondo di Formula 1”. Serve invece un “nuovo dinamismo” in Scuderia. Tuttavia, lui stesso non poteva dire se per questo fosse necessario un nuovo caposquadra.

14:00

Tempo di ritiro!

Ci salutiamo a questo punto, ma ovviamente c’è di più sul nostro portale oggi. Domani ci sarà un piccolo “cambio pilota” e Stefan Ehlen subentrerà qui al bar.

Ci leggeremo di nuovo domani. Buon martedì e alla prossima!


13:53

L’antenato di Binotto

Con la posizione del Team Principal Ferrari oggi il nostro grande argomento, diamo uno sguardo ai predecessori di Mattia Binotto in questa serie di foto. Da decenni, infatti, la Scuderia ha sfinito numerosi vertici delle corse…


13:40

Binotto: Ecco perché la fine della stagione è così importante

Tutti sono d’accordo sul fatto che la Ferrari non vincerà più il titolo mondiale quest’anno. La Scuderia però non vuole rinunciare alle prossime gare, in quanto Mattia Binotto assicura che la fine della stagione sarà ancora “importante” per la Ferrari.

“È importante perché dobbiamo dimostrare a noi stessi che possiamo rimediare ai nostri errori e continuare a migliorare. Questo sarà importante anche per la prossima stagione”, spiega il team boss.

Un buon fine stagione è importante anche per il 2023 e gli anni successivi. “E’ un processo in corso. Non siamo lontani da dove vogliamo essere”, ha detto Binotto, che ha chiarito con ottimismo.

Vediamo se la Scuderia potrà sostenere il Mondiale 2023 più a lungo di quest’anno.



13:02

McLaren: Alonso con tangenti 2007!

Questa storia è fantastica: l’ex meccanico della McLaren Mark Priestley ha rivelato che Fernando Alonso ha usato tangenti sotto forma di buste piene di contanti per farsi strada con Lewis Hamilton in un garage della McLaren nel 2007.

“C’è stato un momento nel 2007 in cui Fernando si è presentato a una gara e quando sono arrivato, il manager o l’allenatore di Fernando stava distribuendo piccole buste marroni con i soldi a chiunque non fosse nell’auto di Lewis”, ha detto Priestley durante la trasmissione PitStop.

La storia completa è qui!


12:45

Quattro diversi vincitori solo a Singapore

Questo è un risultato sorprendente: anche se il Gran Premio di Singapore si è svolto per la prima volta nel 2008, finora sul circuito cittadino ci sono stati solo quattro diversi vincitori!

Il vincitore del record è Sebastian Vettel con cinque vittorie, più Lewis Hamilton (quattro), Fernando Alonso (due) e Nico Rosberg (uno).

Curioso: a Singapore hanno vinto più squadre che piloti! Erano cinque con Renault, McLaren, Ferrari, Red Bull e Mercedes.

Puoi trovare statistiche più interessanti nel nostro database completo!



12:09

Williams & Alpine: opportunità per i giovani piloti?

Abbiamo appena accennato brevemente che la Williams ha ancora un abitacolo gratuito per il 2023. Come sapete, lo stesso vale per le Alpi. Ed entrambe le squadre hanno potenziali giovani piloti di Formula 2 che potrebbero trasferirsi l’anno prossimo.

Alla Williams, l’americano Logan Sargent è attualmente in P3 in Formula 2 e quest’anno ha già vinto due gare. Jack Doohan di Alpine arriva in un solo posto, con tre vittorie in questa stagione.

Entrambi hanno avuto opportunità esterne e Doohan ha rivelato che non sente alcuna pressione a causa di ciò. “Per me, questo è un motivo per lavorare sodo. Non sono sotto pressione”, ha detto l’australiano.

Vediamo se vedremo effettivamente uno dei giovani piloti in Formula 1 nel 2023. Molto dipende, tra l’altro, da cosa accadrà a Nick de Vries il prossimo anno.


11:47

Verstappen vincerà qualche macchina?

Noi Mark Saurer abbiamo questa domanda Nel nuovo video stato! Come è noto, il suo collega Sergio Perez una volta ha vinto gare con la Racing Point, ma è nettamente indietro in Red Bull accanto a Verstappen.

Quindi sorge la domanda: quanto era bravo Verstappen a Racing Point in quel momento? E chi ha effettivamente le migliori possibilità di interrompere la sua attuale serie di vittorie…?


Verstappen vincerà qualche macchina?

Dopo Lewis Hamilton e Mercedes, Max Verstappen e Red Bull iniziano ora a dare il tono. Verstappen vincerà qualche macchina? Altri video di Formula 1


11:32

Verstappen stabilisce un nuovo record di punti

Di recente si è parlato molto del fatto che l’olandese sia diventato il primo pilota nella storia a vincere 14 gare di Formula 1 in un anno. Ma c’è un altro record che un campione del mondo può battere!

Mai prima d’ora un pilota ha segnato più punti in una stagione di Lewis Hamilton nel 2019 (413). Verstappen è attualmente a 335, quindi ne ha perse solo 79 per stabilire un nuovo record e mancano ancora sei gare.

Basterebbe quindi a Verstappen finire sul podio in ogni gara per battere facilmente il record. E questo non include nemmeno i punti bonus per il giro più veloce o lo sprint in Brasile!

Un olandese può ottenere un massimo di 499 punti. Mezzi: in base alla situazione attuale, è probabile che Verstappen supererà questo record.

Puoi trovare statistiche più interessanti nel nostro database completo!


11:13

A proposito di Abu Dhabi…

Latifi non è stato l’unico a ricevere minacce di morte dopo la fine. Anche il direttore di gara Michael Massey è caduto nelle ire di alcuni fan di Hamilton, che sospettano ancora che ci sia un complotto per fare di Verstappen il campione del mondo.

Ci sono altre teorie del complotto dalla storia della Formula 1 nella nostra gallery:


Galleria fotografica: le più grandi teorie del complotto della Formula 1



10:45

Mike Crack: Anche l’impegno di Alonso è pericoloso

Lo ha confermato il boss dell’Aston Martin Mike Crake In una conversazione con la BBCChe sia stata la “mossa giusta” per ingaggiare Fernando Alonso per il 2023. Tuttavia, sa anche che la mossa comporta alcuni rischi.

“Lo svantaggio potrebbe essere che se l’auto che stiamo offrendo non è abbastanza buona, sarà una sfida per noi”, ha detto Crack, che ha ammesso. Perché Alonso ovviamente ha delle richieste per la squadra.

“Ma sarà difficile per ogni pilota se l’auto non è abbastanza veloce”, dice Crack. Alonso era sicuramente il “candidato perfetto” per l’Aston Martin e sarebbero stati “aperti e trasparenti”.

“Può essere sicuro che daremo il massimo e ascolteremo ciò che ha da dire”, promette Crack. Vediamo se questo sarà sufficiente…


10:20

Binotto: Stesse occasioni per Sainz e Leclerc

Nella suddetta intervista, il presidente della Ferrari John Elkann ha dichiarato, tra l’altro, che “Charles Leclerc è in pole position”, Per diventare il prossimo campione Ferrari. Questo significa che Carlos Sainz è solo il numero 2 internamente?

“No, questo non significa che”, spiega Mattia Binotto. Elkann voleva dire che Leclerc era “in media più veloce di Carlos” quest’anno e ha ottenuto più pole, secondo il capo della squadra.

Entrambi i piloti hanno “l’ambizione” di diventare campioni del mondo. “Carlos è un pilota forte. Lo ha dimostrato l’anno scorso”, ha detto Binotto.

Nel duello di qualificazione indoor della Ferrari di questa stagione, Leclerc ha un netto vantaggio di 12:4 su Sainz. Ma in un duello di gara, la distanza è solo 8:7 dal punto di vista di Monaco.


09:59

A proposito di Montoia…

La carriera del colombiano in F1 all’epoca finì brutta perché la McLaren lo licenziò durante la stagione 2006. Ma Montoya non era comunque considerata una “persona leggera”.

Ad esempio, questa storia di Helmut Marko, che una volta ha lavorato con il giovane Montoya in Austria, è affascinante: “Quattro giorni dopo mi ha dato una valutazione di tutte le filiali di McDonald’s. Non sapevo nemmeno che avessimo così tanti McDonald’s a Graz!”

“Non ho mai visto un pilota così pigro in termini di forma fisica”, ricorda Marco, aggiungendo: “Non ha mai mangiato verdure o insalata, c’erano solo hamburger”. Ecco perché Marco ha creato qualcosa per lavorare sulla forma fisica di Montoya.

Cos’era esattamente questo, puoi leggere qui!


09:41

Ti auguro il meglio!

Congratulazioni a Juan Pablo Montoya che oggi festeggia il suo 47esimo compleanno. Il colombiano ha vinto sette volte in Formula 1 tra il 2001 e il 2006 ed è stato terzo nel mondiale due volte.

Tuttavia, non ha mai avuto molto successo in prima classe, ma in America, dove ha vinto due volte la Indy 500, nel 2000 e nel 2015.

In Formula 1, i suoi duelli con Michael Schumacher sono spesso argomento di conversazione. Quindi stiamo usando il suo compleanno per ottenere di nuovo questo famoso video fuori dagli schemi:

READ  Ancora un round: Double Cup Hazard consente la cheerleader BVB