Novembre 28, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Xi Jinping vuole più uguaglianza e meno povertà in Cina

noch I milionari festeggiano sul lungomare di Shanghai. Nel lussuoso Hyatt nessuno si trova di fronte al muro in questa grande serata, a differenza di quanto accadde 70 anni fa quando i comunisti presero il potere nel bastione del commercio in Cina.

Nella lontana Pechino, la propaganda può ancora una volta provocare rabbia contro i “capitalisti assetati di sangue”, nella sala da ballo di Shanghai, dove le cene di beneficenza raggiungono il loro apice, diamanti e luccichii. Rolex Come sempre con le persone belle, ricche o entrambe. Solo nel bicchiere, la potente élite economica è d’accordo, assaggi sospettosamente i vecchi tempi. Il vino offerto, un succo zuccherino dei vigneti della Catalogna, è una sfacciataggine visto il biglietto d’ingresso di 700 euro a tappo. Nelle cantine francesi, che pochi partecipanti chiamano le loro cantine, questo prodotto saluta lo chef culturale.

D’altra parte, la sera dovrebbe giovare ai bambini bisognosi di regioni lontane, su uno di loro Set Disney La Fondazione di affiliazione ha finora realizzato 200 desideri. Dingding, un bambino di cinque anni, che ha la leucemia, voleva assomigliare alla regina dei ghiacci Elsa e indossava una parrucca bionda in un salone di bellezza di prim’ordine a spese di un donatore. Il piccolo Chenxuan della provincia di Henan, a 1.000 chilometri di distanza, dove il reddito medio è solo un terzo di quello di Shanghai, soffre di malattie cardiache sin dalla nascita e vuole incontrare Briar, un orso dei cartoni animati.

La prosperità condivisa è il nuovo socialismo

Sul palco della sala, una scultura di drago alta 30 metri sarà battuta all’asta per decine di migliaia di euro per una buona causa. Se un ospite alza lo striscione dell’offerta, pochi secondi dopo una folla di giovani assistenti di volo li applaude finché l’aria non bolle. Il fatto che il Partito Comunista abbia recentemente implorato i ricchi cinesi di donare a coloro che hanno a malapena beneficiato della rapida ascesa del paese è qualcosa che gli ospiti del party Make a Wish vorrebbero seguire.

READ  La Commissione europea intende inserire nella lista nera i contrabbandieri

L’asta di quella sera frutterà per una buona causa circa 2 milioni di yuan, pari a 280.000 euro. Nell’anno prima dello scoppio dell’epidemia, le agenzie umanitarie cinesi hanno ricevuto circa 150 miliardi di yuan (24 miliardi di dollari) in donazioni. Rispetto alle donazioni di 450 miliardi di dollari dello stesso anno negli Stati Uniti, la fondazione di beneficenza nella Repubblica popolare cinese, dove l’ammortamento sociale è più che uno scherzo.