Novembre 28, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Marte: “Scheletri parzialmente sepolti” – La nuova immagine della NASA solleva interrogativi

Il rover della NASA conosceva “Perseverance” e la pietra “Rochet” che il rover avrebbe scavato pochi giorni dopo questa registrazione. La registrazione ricorda all’utente di Twitter “scheletri parzialmente sepolti”.

© imago

Il rover Perseverance della NASA esplora Marte e invia immagini sulla Terra. Si riconoscono cose che non dovrebbero nemmeno esistere sul pianeta rosso.

Pasadena – il pianeta Marte al momento non è disponibile per l’uomo – forse per questo ispira molti e stimola la fantasia. Ciò che le persone sul Pianeta Rosso stanno interpretando può essere visto più e più volte quando vengono rilasciate nuove immagini del rover Curiosity della NASA, o “Perseverance”. A volte si parla di uno “strano edificio” su Marte, e a volte le persone che hanno visto una foto di Marte si chiedono se ci sia sopra l’arcobaleno può essere visto*.

Una cosa è certa: non c’è limite alla fantasia quando si tratta di immagini del Pianeta Rosso, come dimostra l’immagine scattata dalla NASA già nell’agosto 2021. Pubblicato come “Immagine del giorno in astronomia” lei ha. L’immagine gli ricorda “scheletri parzialmente sepolti”, scrive l’utente di Twitter @nickstew_art e continua, “È il modo in cui i venti hanno spogliato la superficie per esporre gli strati di roccia sottostanti. È davvero un pianeta cimitero”.

Missione su Marte della NASA: il Rover invia una strana immagine: riesci a vedere gli scheletri su di esso?

Secondo la NASA, l’immagine è stata scattata dal rover “Perseverance” su Marte nel suo 180esimo giorno su Marte (22 agosto 2021). Al centro dell’immagine è visibile una grande pietra, che i ricercatori hanno soprannominato “Rochet”. Il piano prevede che il rover esamini la pietra con il suo braccio robotico lungo due metri. Se avrà la giusta consistenza verrà prelevato un campione di roccia, come si diceva ad agosto.

READ  iPhone X con USB-C oltre $ 100.000

In realtà è successo a settembre: il rover Perseverance ha praticato due fori nella pietra e ha inviato diversi selfie sulla Terra con una “Rochette”. I campioni di roccia devono anche raggiungere il suolo ad un certo punto. Attualmente è previsto che una futura missione su Marte trasporterà campioni di suolo raccolti dal rover “perseverante” e si preparerà a tornare sulla Terra.

Il rover della NASA sta fotografando cose su Marte che non erano nemmeno lì

I rover della NASA continuano a fotografare cose su Marte che non dovrebbero esistere sul Pianeta Rosso, e nemmeno loro. In effetti, al cervello umano piace giocare brutti scherzi quando guarda le immagini prese da Marte. Una “figura femminile” è già stata scoperta nella roccia di Marte, a “cucchiaio galleggiante”* o “piramide”.

Il fenomeno in gioco qui si chiama pareidolia e fa sì che le persone credano di riconoscere oggetti familiari nell’ignoto: ad esempio, una donna che balla sull’esotico pianeta Marte. Questo fenomeno, una sorta di “auto-completamento” nel cervello, si verifica anche sulla Terra, ad esempio quando si vede una faccia sulla luna o si riconoscono oggetti terrestri in formazioni nuvolose.

Alla scoperta di ossa su Marte? La NASA spiega cosa si può davvero vedere in questa foto

L’immagine di Marte è particolarmente persistente e circola su Internet più e più volte: l’immagine mostra presumibilmente un “osso umano” sulla superficie di Marte. Come spiegato all’epoca dalla NASA, l’immagine è stata scattata nel 2014 e ripresa dal rover Curiosity. “Questa pietra di Marte può sembrare un femore, ma i membri del team ritengono che la forma sia stata creata dall’erosione, dal vento o dall’acqua”, Questo è quello che dice la NASA. Il Pianeta Rosso potrebbe non essere mai stato in grado di supportare organismi più complessi dei microbi, motivo per cui sono improbabili fossili di grandi dimensioni.

READ  Niente più WhatsApp: molti possessori di smartphone dovranno fare a meno del messenger tra pochi giorni

Infatti, il rover Curiosity and Perseverance della NASA è su Marte per vedere se il Pianeta Rosso un tempo ospitava la vita e se ne esistono ancora tracce oggi.

Un’altra scoperta su Marte ha sorpreso la NASA: “Questa prova non può essere nascosta”. Inoltre, la NASA ha recentemente calcolato l’apocalisse dell’ossigeno, quindi il nostro pianeta finirà l’aria. (scheda)