Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un nuovo studio su Corona: la reinfezione aumenta il rischio di morte

  1. Pagina iniziale
  2. Conoscenza

creatura:

a: Stendardo Tanya

Sars-CoV-2 riserva sempre sorprese. Ora i ricercatori hanno scoperto che la reinfezione può aumentare il rischio di morte. (immagine iconica) © IMAGO / YAY Images

Le infezioni da corona aumentano il rischio di disabilità sanitarie e il rischio di morte. Questo è ciò che mostra un nuovo studio dagli Stati Uniti.

st louis – a lungo termine l aura– L’epidemia è associata a infezioni apparentemente lievi, il che significa che molte persone non prendono più sul serio il virus. Una certa facilità nell’affrontare il Corona si diffonde – ma un nuovo studio ora mostra che la SARS-CoV-2 dovrebbe continuare a essere presa sul serio – anche se sei già stato vaccinato e infettato.

I ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis hanno scoperto proprio questo Ricorrenza dell’infezione Comporta significativi rischi aggiuntivi di danni alla salute. Secondo il team di ricerca, questi problemi includono problemi ai polmoni, al cuore, al cervello e al sangue, ma anche al sistema muscolo-scheletrico o digestivo, inclusi il ricovero in ospedale e la morte. Altre infezioni da coronavirus possono anche contribuire a diabete, malattie renali e problemi di salute mentale.

Un nuovo studio sulla corona mostra che la reinfezione pone notevoli rischi per la salute

“La nostra ricerca mostra chiaramente che una seconda, terza o quarta infezione comporta ulteriori rischi per la salute nella fase acuta, cioè nei primi 30 giorni dopo l’infezione e nei mesi successivi”, conferma l’epidemiologo clinico Ziyad Al-Ali, autore dello studio.

Nel loro studio, i ricercatori hanno anche scoperto che i rischi per la salute aumentano con ogni infezione da corona. “Ciò significa che se hai un’infezione da Covid-19, è meglio evitare una terza infezione”, spiega Al-Aly in uno. Messaggio dalla sua alma mater e continua: “Se sei già stato ferito tre volte, la cosa migliore da fare è evitare un quarto infortunio”.

READ  Un improvviso aumento del corona tra i giovani di Brema

La reinfezione da coronavirus raddoppia il rischio di morte

Per lo studio, i ricercatori guidati da El-Ali hanno analizzato un database sanitario di veterani del Dipartimento della Guerra degli Stati Uniti. Il team di ricerca ha lavorato con 5,8 milioni di cartelle cliniche che rappresentano pazienti di tutte le età, sesso e background. 5,3 milioni di pazienti non sono risultati positivi al coronavirus dal 1° marzo 2020 al 16 aprile 2022: costituivano il gruppo di controllo dello studio.

La coorte oggetto dello studio comprendeva in realtà più di 443.000 persone che avevano contratto l’infezione da SARS-CoV-2 durante questo periodo e circa 41.000 persone con da 2 a 4 infezioni documentate. Lo studio a Giornale commerciale Medicina della natura rilasciato Copre le varianti Delta, Omikron e BA.5.

Se vieni infettato da Corona, è più probabile che tu vada in ospedale

Utilizzando modelli statistici, il team di ricerca ha determinato in che modo i rischi generali per la salute delle persone infette cambiano entro i primi 30 giorni dopo l’infezione.I ricercatori hanno anche esaminato i primi sei mesi dopo l’infezione. I risultati dello studio sono spaventosi da leggere: nel complesso, le persone che vengono reinfettate hanno il doppio delle probabilità di morire e tre volte più probabilità di essere ricoverate in ospedale rispetto alle persone che non vengono reinfettate.

Inoltre, secondo i ricercatori, la probabilità è tre volte e mezzo superiore che le persone con infezioni frequenti sviluppino problemi polmonari. La probabilità di sviluppare problemi cardiaci aumenta di tre volte con la ricorrenza dell’infezione da corona rispetto alle persone che non hanno l’infezione da corona. Con una seconda infezione da corona, è 1,6 volte superiore rispetto ai pazienti che sono stati infettati una sola volta.

READ  Pelle arrossata e sensibile del viso: è rosea?

Studio Corona: un esperto raccomanda maschere e vaccinazioni contro la reinfezione

“I nostri risultati hanno implicazioni di vasta portata per la salute pubblica perché ci dicono che devono essere implementate strategie per prevenire o ridurre il rischio di reinfezione”, ha affermato l’autore dello studio Al-Aly. “Con l’avvicinarsi dell’inverno, le persone dovrebbero essere consapevoli dei rischi ed esercitare la vigilanza per ridurre il rischio di infezione o reinfezione da SARS-CoV-2”.

Negli ultimi mesi, ricorda El-Aly, c’è stata una “sensazione di invincibilità” tra le persone contagiate e vaccinate. “Alcune persone stanno iniziando a parlare dell’immunità superiore associata a queste persone”.

Tuttavia, il team di ricerca raccomanda di non fare affidamento su una presunta immunità superiore, ma piuttosto di evitare la reinfezione ove possibile, ad esempio attraverso indossare mascherema anche attraverso Vaccinazioni di richiamo corona. Al-Aly raccomanda anche di farsi vaccinare contro l’influenza: “Dobbiamo davvero fare del nostro meglio per evitare la possibilità di contrarre la doppia pandemia”. Da Corona e dall’influenza di questo inverno dice il ricercatore. (scheda)