Terremoto in Giappone: i soccorritori estraggono sempre più morti dalle macerie

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

A partire dal: 2 gennaio 2024 alle 9:05

Dopo le violente scosse che hanno colpito il Giappone, il numero dei morti è salito ad almeno 48. In aumento anche il numero dei contagi. La città costiera di Wajima, situata sulla penisola di Noto, è stata la più colpita.

Per i soccorritori è una lotta contro il tempo, ma per almeno 48 persone ogni aiuto arriva troppo tardi: dopo una serie di terremoti che hanno colpito il Giappone, secondo le informazioni ufficiali, potevano essere salvati solo da sotto le macerie. Si può presumere che il numero continuerà ad aumentare. Così come il numero dei contagiati, che attualmente è pari a 14.

La metà dei decessi sono stati registrati nella città costiera di Wajima, sulla penisola di Noto. Un enorme incendio ha distrutto molte case lì.

L'allarme tsunami è stato revocato

L'Agenzia Meteorologica ha ora revocato l'allerta tsunami emessa il giorno precedente per l'intera costa occidentale del Giappone. Le scosse hanno causato gravi danni. Secondo l'Agenzia meteorologica giapponese, il terremoto più forte è stato di magnitudo 7,6 e sono stati registrati più di 150 altri terremoti meno potenti. A circa 100.000 persone è stato chiesto di mettersi in salvo il giorno di Capodanno.

“Tempo di combattimento”

Non è ancora possibile prevedere l’entità dei danni. I servizi di emergenza stanno cercando di valutare l’entità dei danni e di cercare i sopravvissuti. “Le operazioni di ricerca e salvataggio delle persone colpite dal terremoto sono una lotta contro il tempo”, ha affermato il primo ministro Fumio Kishida durante una riunione della squadra di crisi. “Dobbiamo salvarli il più rapidamente possibile, soprattutto quelli intrappolati sotto gli edifici crollati”. Kishida ha parlato delle “molte vittime” del disastro naturale.

Migliaia di militari, vigili del fuoco e agenti di polizia provenienti da tutto il Paese sono stati dispiegati nella zona più colpita della relativamente remota penisola di Noto. Tuttavia, i lavori di soccorso sono stati ostacolati da gravi danni e dalle strade chiuse. Uno degli aeroporti della zona è stato costretto a chiudere a causa di crepe sulla pista. Molte case sono crollate o sono state vittime di incendi, le strade sono state distrutte e l’elettricità è stata interrotta a decine di migliaia di case.

Terremoto in Giappone

Momenti choc, danni e interruzioni di corrente

Sono possibili più terremoti

L'agenzia meteorologica ha avvertito di terremoti più forti questa settimana, soprattutto nei primi due o tre giorni dopo il terremoto particolarmente forte di Capodanno.

Il Giappone è un paese molto soggetto a terremoti. Si trova sul cosiddetto Anello di Fuoco del Pacifico, dove le placche tettoniche si scontrano. In questa zona si verificano spesso terremoti ed eruzioni vulcaniche. Nel marzo 2011, un forte terremoto e uno tsunami hanno portato al collasso del nucleo della centrale nucleare di Fukushima. Non sono state segnalate violazioni nelle centrali nucleari durante l'attuale terremoto.

Charlotte Horn, ARD Nuova Delhi, Tagesschau, 2 gennaio 2024, 5:37

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...