Dicembre 7, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Su ZDF: “The World Still Stands” – il primo drama di Corona in TV

  • a partire dalTillman b. Junglove

    Chiudere

Il dramma epidemiologico “The World Still Stands” (ZDF) con Natalia Warner è la cronaca di Corona dal punto di vista di un medico di terapia intensiva.

FRANCOFORTE – Per molto tempo, la televisione nei suoi film e serie ha fatto finta che il mondo sia in gran parte a posto: l’epidemia semplicemente non è avvenuta. Questo è stato il caso nel 2020 perché la maggior parte delle produzioni televisive sono già state trasmesse prima Corona Ma con pochissime eccezioni, quest’anno le maschere erano necessarie solo dietro la telecamera.

Non da ultimo, c’erano ragioni pratiche per questo: poiché i regolamenti erano in continua evoluzione, gli script su ZDF dovevano essere costantemente adattati. Le produzioni interne danno frutti solo se ripetute il più spesso possibile; Quindi anche tra qualche anno, quando il Covid-19 è solo un ricordo. Indipendentemente da ciò, alla TV piace aiutare a sfuggire alla realtà, motivo per cui le emittenti non volevano infastidire il loro pubblico con Corona nelle fiabe.

“The World Still Stands”: Stasera è il primo film TV su ZDF che parla solo di Corona

“The World Still Stands” è in realtà il primo film TV su ZDF che non ruota attorno a nessun altro argomento; Solo per questo motivo il progetto merita tutti gli onori. Il testo della due volte vincitrice del Grimm-Prize Dorothy Schön (“Frau Bom dice di no”, “Another Beautiful Day”) descrive la pandemia quotidiana in un ospedale. La catena di cliniche Shaun “Charité” ha già un carattere semi-documentario dal punto di vista medico e storico. Questo è più vero qui.

READ  Segreto trapelato? "Burdecki-Vögler" in "Data o consegna"

La trama di The World Still Stands inizia a Capodanno 2019, quando nessuno sospettava il caos che regnerà solo pochi mesi dopo. Caroline Millau (Natalia Warner) non vede l’ora che arrivi l’estate, quando il suo periodo difficile come medico di terapia intensiva presso la clinica di Costanza è alle spalle; Vuole passare più tempo con la sua famiglia. Ma la vita ha altri piani: “Sta arrivando uno tsunami”, teme il suo capo poche settimane dopo.

Le immagini da Bergamo confermano le prospettive fosche per Corona. Un medico di Strasburgo (Nikolai Kinsky) avverte la sua collega in primavera: “Preparati alla guerra”. Il francese ha scortato un malato al Lago di Costanza per la mancanza di ventilazione in Alsazia. In stile thriller con conto alla rovescia, la dissolvenza in uscita fornisce informazioni su quanto tempo passerà prima che la prima persona a Costanza muoia a causa del virus.

Lavoro un’attrice
Caroline Millau Natalia Forner
Stefan Millau Marcus Mittermeier
Karlheinz Schwartz Klaus Pol
Annette Schwartz Lena Stolz
Luzi Melaw giglio barchi
Tim Millau Jonah Eisenblatter
Petra Pullman Bettina Staki
La madre di Caroline Elisabetta Schwartz
Noè Oscar Belton

“Il mondo è fermo” (ZDF) con Natalia Wörner: una descrizione disadorna

Vale la pena guardare “The World Stands Still” di ZDF soprattutto per la rappresentazione disadorna dell’enorme carico sul personale ospedaliero: qui ci sono le tensioni accresciute a causa di così poco di tutto e la costante improvvisazione, ci sono disperati sforzi per salvare vite. Sean ha potuto contare su informazioni di prima mano: sua figlia lavora come medico di terapia intensiva e anestesista presso la clinica di Costanza. Il tentativo di descrivere gli effetti collaterali dell’epidemia nel modo più completo possibile ha avuto molto meno successo. A questo proposito, lo script a volte sembra che l’autore abbia lavorato attraverso una lista di controllo.

READ  Elisabetta II: la regina è tornata nel suo ufficio a casa - membri della famiglia reale

Nell’ambiente familiare del medico, i modelli di ruolo sono ragionevoli: Stefan Millau (Marcus Mittermayr) è un musicista da camera, che deve annullare il suo tour e alla fine non può più dare lezioni di musica. Il fidanzato della figlia Lucy (Lily Barchi) vive a Kreuzlingen, in Svizzera, e gli amanti sono separati da un recinto di confine.

“Il mondo è ancora in piedi” (ZDF): Cliched Corona Denier

D’altra parte, il numero dell’immancabile negazionista di Corona si è rivelato molto di più: il vicino (Klaus Paul) considera il virus un’invenzione volta ad aumentare la ricchezza di Bill Gates, e quindi come un’arma biologica israeliana. I suoi discorsi contengono tutte le frasi spinose dei negazionisti di Corona e degli oppositori della vaccinazione, da “focolaio sanitario” a “media di stato”. La discussione dell’intervista con il dottore suona come una tipica faida con un cosiddetto “pensatore secondario”, e questo è il problema del film: mentre le immagini della clinica mostrano quanto il vero regista Anno Saul stia cercando di essere, la maggior parte delle conversazioni private hanno un enorme impatto sulla pandemia e le sue conseguenze accademiche e artificiali.

Ancora più riusciti sono i momenti toccanti come quello in cui la francese si è svegliata da un coma artificiale e Caroline ha dovuto dirle che suo marito non è sopravvissuto all’infezione. Altrettanto efficace è l’idea di mostrare il medico non solo come madre ma anche come figlia: in ospedale deve rifiutare i parenti; Alla porta della casa di cura dove vive sua madre pazza, per lei non è diverso. Nonostante il potenziale emotivo di queste scene, Saul, che negli ultimi anni ha orchestrato la seconda stagione di “Charité” e varie serie poliziesche, rimane fedele al suo stile di visione. Questa frequenza vale anche per la musica (Jessica de Roig), che non evoca più sentimenti.

READ  Janus Kubor (78) ungeimpft an Corona erkrankt

“Il mondo è ancora in piedi” (ZDF)

lunedì 15 novembre 2021, 20:15, ZDF Media

“Il mondo è fermo” (ZDF) con Natalia Woerner: un saluto al personale ospedaliero

Naturalmente, “il mondo è fermo” non è per nulla apprezzato dal personale degli ospedali, soprattutto perché l’introduzione non lascia dubbi sul fatto che il medico alla fine pagherà un prezzo pesante per il suo impegno. Girato nella primavera del 2021, Constance era nel “lockdown” della terza ondata, e quindi nella stessa posizione di dodici mesi prima; Condizioni perfette per il team di fotografia, che ha anche scattato molte belle foto d’atmosfera del Lago di Costanza.

Ovviamente non era possibile girare in clinica; Un ospedale chiuso a Weingarten era un “doppio”. L’attenzione ai dettagli è evidente anche da un punto di vista musicale: il compositore de Roig ha composto un pezzo per Stefan Millau e i suoi colleghi. I membri dell’Orchestra Sinfonica di Berlino lavorano come quartetto. (Tilman B. Jungloff)