Dicembre 8, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sembra che i campioni del record abbiano imposto sanzioni severe ai giocatori non vaccinati

I campioni in carica del record di Germania sembrano agire: secondo un rapporto, la quarantena dei giocatori non vaccinati ora ha anche conseguenze finanziarie. Soprattutto per il giocatore della nazionale Joshua Kimmich.

Mezzaluna Bayern Monaco Ora costantemente nel caso dei suoi giocatori non vaccinati? BILD ora riporta: I campioni di record tedeschi hanno informato tutti i giocatori che hanno dovuto essere messi in quarantena l’ultima volta: nessuno stipendio retroattivo per questa settimana di quarantena. Ciò è possibile grazie al decreto emesso dal Comune di Monaco il 1 novembre, che afferma: I dipendenti non hanno diritto a perdere i profitti relativi alla quarantena se questa quarantena è il risultato di una situazione di non vaccinazione.

Sarebbe un martello finanziario per le stelle da record. squadra nazionale Joshua Kimmish – Come è noto, non è ancora immune – perderà 384mila euro a settimana, secondo il calcolo di “Bild”. Il 26enne è già stato messo in quarantena due volte.

Quindi l’amministrazione bavarese vuole dare l’esempio e aumentare la pressione per proteggersi dal coronavirus con la vaccinazione. Oltre a Kimmich, dopo che il difensore Niklas Süle è risultato positivo prima della partita internazionale contro il Liechtenstein, i suoi compagni di squadra del Bayern e della DFB Jamal Musiala e Serge Gnabry e l’attaccante Eric Maxim Choupo-Moting sono dovuti andare in quarantena, tutti persone di contatto. per Sully. Kimmich, Gnabry, Musiala, Choupo-Moting e Michael Cuisance sono considerati vulnerabili.

Secondo il rapporto Bild, questi giocatori sono stati trasferiti giovedì mattina nell’ufficio del Bayern Monaco, dove sono stati informati della decisione. I giocatori sono rimasti sorpresi dalla mossa del club. Di conseguenza, i presidenti dei club hanno sottolineato sull’amministratore delegato Oliver Kahn e sul direttore sportivo Hasan Salihamidzic: i giocatori hanno il diritto di non essere vaccinati, ma il club in quanto datore di lavoro ha anche il diritto di non pagare uno stipendio in caso di quarantena. Il resto del team ha supportato la procedura.

READ  Bayern: "Abbiamo bei soldi!" Rummenigge difende il Bayern nell'incidente del Qatar - Bundesliga