Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rocce grandi quanto case fiancheggiano la strada panoramica dall'elegante località sciistica all'Italia

Rocce grandi quanto case fiancheggiano la strada panoramica dall'elegante località sciistica all'Italia
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Premere

100 metri cubi di roccia sulla strada statale dell'Engadina presso Sills. © Provincia dei Grigioni

Nell'Engadina svizzera due grandi massi si sono schiantati sulla strada principale che attraversa la pittoresca valle delle vacanze. C'erano macchine sulla strada.

St. Moritz – una delle valli più belle delle Alpi dell'Engadina nella regione svizzera dei Grigioni – e una delle più costose. Qui potete trovare case vacanza sofisticate come St. Moritz o Pontresina. Una bella strada panoramica conduce attraverso la valle, attraverso la quale scorre la verde e giovane locanda, costeggia diversi laghi e poi attraverso il passo Maloja fino al Lago di Como in Italia.

Nelle prime ore di venerdì mattina un'enorme frana di massi si è abbattuta sulla strada dell'Engadina tra il Lago di Sills e le pendici del Pis Lagrave.

Pendio roccioso sulla strada panoramica svizzera

“Un sasso è caduto venerdì alle 7.15 sulla Engadinerstrasse tra l'incrocio tra Siles Baselgea e Blount da Lege”, ha detto seccamente la polizia cantonale.

Due grossi massi sono caduti sulla strada principale dell'Engadina.
Il grande blocco ha lasciato un grande cratere sulla strada. © Provincia dei Grigioni

“Due massi hanno raggiunto la strada. “Una barriera è caduta dall'altra parte della strada nel lago”, continua. Si riferisce al Lago di Sils, un lago alpino da cui scorre l'Inn verso il Tirolo e la Baviera. È una zona popolare per i windsurfisti in estate.

Una frana in Svizzera ha danneggiato la strada: uno dei due pezzi era grande quanto un bungalow

Le dimensioni di questa frana sono chiare: “Un secondo blocco, di circa 100 metri cubi, si trovava sulla strada, sul fianco della montagna”, continua il rapporto della polizia. Ciò significa che la roccia che ha colpito la strada aveva le dimensioni di un piccolo bungalow! Se si fosse schiantato contro un'auto, le conseguenze sarebbero state inimmaginabili. Ha lasciato comunque un buco profondo nell'asfalto.

Sills Lake in inverno, uno dei due grandi massi rotola qui.
Il lago Sills sta attualmente svernando, ma si è sciolto da tempo. Una roccia rotolò nel lago. © Wikipedia/Cronaca del Paradiso

La gigantesca frana è avvenuta durante l'ora di punta mattutina e miracolosamente nessun pendolare o vacanziere è rimasto ferito. Le fotografie del luogo dell'incidente mostrano auto parcheggiate davanti alle scogliere. Per motivi di sicurezza la strada è stata subito completamente chiusa al traffico.

Ora un geologo dovrà verificare se esiste il rischio di ulteriori cadute di massi sulle montagne svizzere.

Un geologo del dipartimento di ingegneria civile di Grafton effettuerà una valutazione geologica utilizzando un elicottero per garantire che non vi siano blocchi sciolti o altro materiale a rischio di caduta dalla collina. “Una volta sgombrata la zona di pericolo, la TBA inizierà immediatamente l'operazione di sgombero”, ha affermato. Si prevede che la strada resterà a corsia unica durante i lavori di pulizia. Le informazioni attuali sul traffico sono disponibili qui: www.strassen.gr.ch

Nelle ultime settimane, soprattutto nelle Alpi meridionali, si è verificata una raffica di cadute di massi. Più recentemente, nel Lago di Garda è stato sepolto un passo di montagna. Sulla sponda occidentale del Lago di Garda sono caduti massi sulla strada Cardsana. Presso il vicino Lago Letro, recentemente una strada è stata completamente bloccata da rocce rotte. Anche in Valsugana due settimane fa strade, rotaie e una pista ciclabile sono state scosse da frane.

Molti esperti attribuiscono la responsabilità dell’elevato numero di cadute di massi al cambiamento climatico. Le forti piogge lavano liberamente le rocce, sciolgono il permafrost sulle cime e lanciano pietre e rocce alternativamente tra ghiaccio e riva.