Rimasterizzazione per miliardi di utenti: Google sta cambiando radicalmente la sua app per tastiera

Date:

Share post:

Giampaolo Lettiere
Giampaolo Lettiere
"Esperto di birra per tutta la vita. Appassionato di viaggi in generale. Appassionato di social media. Esperto di zombi. Comunicatore."

La tastiera dello smartphone di Google, utilizzata miliardi di volte, sta ricevendo un aggiornamento che potrebbe cambiare radicalmente le abitudini di digitazione degli utenti.

La tastiera su schermo di Google tastiera Con oltre 5 miliardi di download solo su Android, è una funzionalità indispensabile su ogni smartphone. Dalla digitazione tramite scorrimento all’input della scrittura a mano all’input vocale, Gboard dispone di un solido set di funzionalità su Android e iOS.

Con l’ultima versione ora ce n’è uno Un cambiamento fondamentale nel layout noto Prima.

Scarica ora: Gboard

Gboard: Nuova versione con pratica modalità di scorrimento in modalità orizzontale

In modalità orizzontale, la tastiera Google apparirà presto come finestra mobile per impostazione predefinita.

Immagine: screenshot/chip

Lo sapete: se si tiene lo smartphone lateralmente per scrivere, i pulsanti diventano notevolmente più larghi, ma la tastiera occupa l’intero contenuto dello schermo. Date le dimensioni standard degli schermi odierni, si tratta di molto spazio sprecato. Con il nuovo Versione di prova 13.6 Pertanto, Gboard ha migliorato l’esperienza dell’utente nel formato orizzontale.

Se inizi a digitare in formato orizzontale dopo l’aggiornamento, la tastiera si aprirà per impostazione predefinita In una finestra separata, che puoi spostare e ridimensionare liberamente. Ciò significa che è possibile vedere molto più contenuto sullo schermo, cosa che dovrebbe essere accolta favorevolmente dalla maggior parte degli utenti.

Questo Visualizzazione al passaggio del mouse È in circolazione da un po’ e può essere attivato facendo clic sull’icona all’estrema sinistra nella barra in alto e selezionando “Floating”. Con la nuova versione di Gboard, la visualizzazione mobile diventa la visualizzazione predefinita in modalità orizzontale, mentre la tastiera rimane fissa in modalità verticale.

Tuttavia, se preferisci più spazio per scrivere, puoi tornare alla visualizzazione tradizionale in qualsiasi momento. Tutto quello che devi fare è trascinare la finestra della tastiera nella parte inferiore dello schermo. La tastiera verrà quindi agganciata e estesa automaticamente sullo schermo.

Puoi ottenere la versione di prova come file APK direttamente dal nostro download. Puoi anche iscriverti al programma beta tramite il Play Store.

Scarica: GBboard Beta per Android

Riconoscimento vocale di Gboard: ecco come funziona la funzione pratica

Il riconoscimento vocale può essere attivato con un clic.

Immagine: Immagine: chip/google

Puoi anche trovare l’icona di un microfono nella barra superiore di Gboard, che puoi utilizzare per l’uso pratico della registrazione audio. Se parli adesso, l’app lo registra e converte ciò che hai detto in testo.

Google non genera automaticamente la punteggiatura, quindi devi leggerla come un dettato scolastico tradizionale. Nei nostri test, l’app ha funzionato bene anche con il rumore di fondo e le parole pronunciate indistintamente e raramente ha commesso errori. Gboard presenta anche nuove funzionalità ed è quindi ideale come app per tastiera per la vita di tutti i giorni, anche oltre il riconoscimento vocale.

Scarica ora: Gboard

Related articles

Gli albergatori altoatesini si preoccupano per i loro affari in Italia

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 5:37Da: Mark StobbersPremeredivisoL'imminente ristrutturazione del ponte Luke sull'autostrada del Brennero...

Presso la società di ingegneria meccanica Illig andranno persi 200 posti di lavoro

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024 alle 15:17da: Mark Stoffers, Marcel ReichInsisteDivideL’ondata di bancarotte della Germania...

Una nuova ricerca confuta anni di ipotesi

Home pageLo sappiamostava in piedi: 14 luglio 2024, 14:34da: Tanja BannerInsisteDivideIl clima di Marte potrebbe essere stato diverso...