Ottobre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Recupero dal minimo giornaliero: il DAX limita le perdite


Rapporto di mercato

Stato: 07.09.2022 12:24

Il previsto rialzo dei tassi da parte della Banca Centrale Europea getta un’ombra. Gli investitori continuano a esitare ad acquistare azioni. Vari segnali economici causano anche dubbi sul trading floor.

A mezzogiorno, il DAX si è ripreso dai minimi giornalieri e oggi è di meno 0,4% dopo che l’indice è iniziato di circa l’1% al di sotto della chiusura del giorno precedente.

La decisione sui tassi di interesse richiede cautela

Secondo la maggioranza degli esperti, la decisione di domani sul tasso di interesse da parte della Banca centrale europea dovrebbe portare a un aumento dello 0,75 per cento del tasso di riferimento. Tuttavia, è probabile che il contesto dei tassi di interesse continui a cambiare anche negli Stati Uniti. Secondo i già buoni dati del settore dei servizi statunitense, gli osservatori si aspettano anche aumenti dei tassi più significativi. Di conseguenza, i mercati azionari statunitensi sono scesi la scorsa notte. L’apertura di Wall Street di oggi dovrebbe al massimo portare stabilità, indicano i futures statunitensi.

La Germania prima della recessione?

Le aziende tedesche hanno le proprie società La produzione è stata interrotta a luglio a causa della carenza di materiali e dei prezzi elevati dell’energia. L’industria, l’edilizia e i fornitori di energia insieme hanno prodotto lo 0,3 percento in meno rispetto al mese precedente, ha riferito l’Ufficio federale di statistica. Economisti come Ralph Solveen di Commerzbank prevedono una contrazione economica nel trimestre estivo. Molti economisti temono che l’economia tedesca nella seconda metà dell’anno sia principalmente dovuta alla mancanza di energia cade nella stagnazione.

Crescita improvvisa dell’economia dell’euro

In primavera l’economia dell’Eurozona è cresciuta leggermente più forte del previsto. Tra aprile e giugno, il PIL nell’area monetaria europea è aumentato dello 0,8 per cento rispetto al trimestre precedente, ha annunciato oggi Eurostat. All’inizio dell’anno, l’economia dei paesi dell’euro è cresciuta dello 0,7 per cento. La guerra in Ucraina e le sue conseguenze, nonché le continue strozzature nell’approvvigionamento stanno causando problemi alle imprese e ai consumatori.

L’euro si è leggermente rafforzato di nuovo

La scivolata dell’euro verso tassi appena sopra $ 0,98 sembra essere stata superata. La valuta comune europea è almeno ora di nuovo sopra la soglia di $ 0,99 e un euro è attualmente a $ 0,9911. Tuttavia, la prospettiva di un rapido aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti continua a rafforzare la forza del dollaro.

I prezzi del petrolio scendono a causa delle preoccupazioni economiche

E a causa dei timori di recessione, il prezzo del greggio Brent dal Mare del Nord è sceso di circa l’1,6% al minimo di sette mesi di $ 91,30. “Nonostante alcuni dati sui servizi statunitensi migliori del previsto, la crescita globale non sembra affatto buona e questo è un problema per i prezzi del greggio”, ha affermato Edward Moya, analista dell’intermediazione Oanda.

Il cucito si aspetta che le banche si uniscano

Nel DAX, la quota di Deutsche Bank è una delle maggiori perdite di prezzo a mezzogiorno. Il presidente della Deutsche Bank Christian Swing avverte delle imminenti sfide per l’economia tedesca e il futuro delle banche. All’inizio del vertice di Handelsblatt, ha affermato che una recessione in Germania non può più essere evitata. La standardizzazione è essenziale per il settore bancario. “Le dimensioni contano nelle banche e se non vogliamo lasciare andare gli americani, l’Europa dovrebbe stabilire le condizioni per le grandi banche”, ha affermato Swing. Il predominio delle banche americane non è una legge naturale.

Elogio a Munich Re, colpa Allianz

Le riclassificazioni degli analisti della banca statunitense Morgan Stanley spostano le azioni di Allianz e Munich Re nel DAX in direzioni diverse. Le azioni Allianz sono scese dopo che gli analisti hanno declassato il titolo da sovrappeso a uguale. Hanno attribuito questo all’imprevedibilità dei riacquisti di azioni e allo slancio degli utili. Al contrario, le azioni di Munich Re sono state aggiornate da “peso uguale” a “sovrappeso”. Ha affermato che con una solida base di capitale, il gruppo dovrebbe continuare a svilupparsi meglio dell’industria europea.

Quota Siemens di energia sotto pressione

I documenti di Siemens Energy ricadono sul DAX. La società ha annunciato ieri sera di aver compiuto il primo passo verso il finanziamento della completa acquisizione annunciata di Siemens Gamesa. La società ha raccolto 960 milioni di euro attraverso un prestito obbligazionario. Complessivamente, l’acquisizione del restante 33 per cento della società spagnola di energia eolica, prevista quest’anno, costerà quattro miliardi di euro.

La quota di Uniper continua a diminuire

La perdita totale settimanale di azioni di Uniper è ora di circa il 25%. Oggi il prezzo è sceso di nuovo di circa il dieci percento. L’aumento dei prezzi del gas e la mancata consegna attraverso il gasdotto russo Nord Stream 1 hanno avuto un impatto negativo. Anche le foglie di EnBW sono talvolta elencate di circa il sette percento più deboli.

Talanx sorge in virtù dell’analista

A seguito di una raccomandazione di acquisto di HSBC, le azioni Talanx sono salite al livello più alto dall’inizio di agosto. L’analista Bhavin Rathod ritiene che l’assicuratore sia significativamente più capace con un obiettivo di prezzo invariato di € 46,20. L’esperto ritiene ingiustificato che l’attività assicurativa di base sia attualmente valutata praticamente a zero. Talanx è ben posizionato qui per padroneggiare le sfide attuali.

SGL alza l’asticella

Grazie agli obiettivi più elevati per l’intero anno, le lastre SGL, specialista in fibra di carbonio, hanno oggi recuperato a doppia cifra. Il titolo è attualmente in rialzo di circa il 10%. SGL è ora fiduciosa in un risultato operativo rettificato (Ebitda) da 170 a 190 milioni di euro. La società aveva precedentemente promesso tra 130 e 150 milioni di euro.

READ  Il mercato del lavoro statunitense: "Siamo andati via tutti" - queste sono le conseguenze della carenza di manodopera