Rapporto di mercato: gli investitori fuggono verso l’oro, il “rifugio sicuro”.

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."


Rapporto di mercato

Al: 18 ottobre 2023 alle 13:07

L’imminente escalation della situazione in Medio Oriente ha portato ad un significativo aumento dei prezzi del petrolio. L’oro “rifugio sicuro” è salito ai massimi di quattro settimane e il DAX è crollato.

Il conflitto tra Israele e il gruppo terroristico Hamas è tornato al centro dell’attenzione degli investitori dopo che un missile ha colpito un ospedale nella Striscia di Gaza. Ciò è evidente soprattutto nei mercati delle materie prime: i prezzi del petrolio sono in forte aumento e c’è domanda di oro “rifugio”.

Il DAX ha esteso le prime perdite minori. All’ora di pranzo l’indice della borsa tedesca ha toccato il minimo giornaliero di 15.152 punti, ovvero lo 0,7% in meno. Gli investitori dovrebbero ora tenere d’occhio il minimo di lunedì di 15.103 punti. Nel frattempo, il sostegno al DAX arriva dai forti guadagni delle azioni Adidas dopo aver aumentato gli obiettivi annuali.

L’avvicinarsi della piccola scadenza di venerdì tende a supportare il movimento laterale del DAX. Secondo l’esperto ING Christian Zoller, venerdì la chiusura dei futures DAX dovrebbe aggirarsi tra 15.250 e 15.300 punti. Dopo la data di scadenza, le cose potrebbero peggiorare la prossima settimana.

Nel frattempo, l’imminente escalation della situazione in Medio Oriente sta spingendo il prezzo dell’oro verso il livello dei 2.000 dollari. A metà settimana, un’oncia d’oro veniva scambiata al picco di 1.946 dollari – circa 19 dollari in più e un massimo di quattro settimane. Il metallo prezioso giallo continua il suo forte rialzo dopo l’attacco sferrato dal movimento islamico Hamas contro Israele.

Dal 6 ottobre il prezzo del metallo prezioso è aumentato di oltre 100 dollari l’oncia. Se il conflitto si estendesse ad altri paesi, il prezzo dell’oro probabilmente continuerà a salire a causa del suo ruolo di “rifugio sicuro”, prevede l’esperto di materie prime Thu Lan Nguyen della Commerzbank.

I prezzi sul mercato petrolifero sono aumentati a causa dell’escalation della situazione in Medio Oriente. Anche i dati economici migliori del previsto provenienti dalla Cina hanno sostenuto i prezzi, incoraggiando la speculazione sull’aumento della domanda.

Al mattino, il costo di un barile (159 litri) di greggio Brent del Mare del Nord con consegna a dicembre era di 91,55 dollari. Erano $ 1,65 in più rispetto al giorno prima. Il prezzo del barile di greggio statunitense West Texas Intermediate con consegna a novembre è aumentato di 1,81 dollari per raggiungere 88,47 dollari.

Un ulteriore fattore di rischio per i mercati azionari che continua a ribollire sullo sfondo è la guerra commerciale USA-Cina. Gli Stati Uniti hanno annunciato ulteriori inasprimenti delle restrizioni sulle esportazioni di semiconduttori avanzati verso la Cina. Secondo il ministro del Commercio statunitense Gina Raimondo, le misure mirano specificamente alla capacità della Cina di sviluppare tecnologie di intelligenza artificiale.

Fino ad ora, il produttore di chip statunitense Nvidia e il suo chip H100 ad alte prestazioni sono stati al centro di un divieto di esportazione negli Stati Uniti. L’aggiornamento delle regole sull’esportazione ora include anche il divieto di esportare altri semiconduttori meno potenti di Nvidia e altri produttori.

È probabile che le cose vadano peggiorando a Wall Street a metà settimana. Le prospettive per i valori record del principale indice industriale americano Dow Jones perdono attualmente lo 0,4%. Il futuro del Nasdaq 100, ad alto contenuto tecnologico, è inferiore dello 0,6%.

Nel DAX, le azioni Adidas sono quelle che hanno guadagnato di più, con un aumento di prezzo di circa il 4% all’ora di pranzo. Dopo il successo della seconda vendita di scarpe Yeezy, quest’anno il produttore di articoli sportivi prevede solo una piccola perdita. Adidas ha annunciato ieri sera che le perdite operative saranno solo di circa 100 milioni di euro, 350 milioni in meno rispetto a quanto previsto per l’estate. Sulla scia di Adidas, anche le azioni Puma hanno registrato forti guadagni sull’MDAX.

I titoli continentali hanno prolungato la recente ripresa dei prezzi. La vendita di zone di mobilità autonoma è chiaramente in fase di sperimentazione presso l’azienda di pneumatici e il fornitore di automobili. Lo riportava Bloomberg News la sera prima, citando ambienti informati. Un investitore del mercato azionario ha detto: In realtà, questa non è una novità. Ma i piani rimanevano interessanti.

Anche le azioni di Daimler Truck sono elevate sul DAX e il Traton è molto richiesto sull’SDAX. I due produttori di veicoli commerciali beneficiano degli utili trimestrali sorprendentemente elevati del produttore svedese di autocarri e autobus Volvo. A Stoccolma le azioni Volvo sono aumentate del 4,2% a 223,65 corone, toccando un livello record.

Le azioni Lufthansa sono sotto pressione nell’indice MDAX. La banca americana Citigroup ha declassato il titolo da “buy” a “neutral” e ha abbassato il prezzo obiettivo da 14 a 7,90 euro. L’analista Satish Sivakumar lo giustifica nel suo studio di settore aumentando i rischi sul margine di profitto previsto dall’azienda con sede a Francoforte per l’anno fiscale 2024. L’aumento dei costi del cherosene e i problemi con i motori GTF hanno rallentato il potenziale di riduzione dei costi. Vede rischi anche sugli utili nel settore marittimo.

Il fornitore automobilistico Hella, anch’esso quotato all’MDAX, ha ampliato significativamente la propria attività nei primi nove mesi. Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, le vendite sono aumentate del 13% a 5,9 miliardi di euro, ha annunciato il gruppo affiliato alla casa automobilistica francese Fauresia. Il presidente dell’azienda Michel Favre ha affermato che Hella cresce in tutti i settori e in tutte le regioni.

I titoli di Delivery Hero e HelloFresh possono facilmente beneficiare dei buoni numeri offerti da un concorrente. Just Eat Takeaway, la più grande società di consegna di cibo in Europa, ha nuovamente alzato le sue previsioni sugli utili dopo il boom degli affari nel Regno Unito e nel nord Europa. La società madre Lieferando punta ora a un utile operativo (Ebitda) di 310 milioni di euro nel 2023. Proprio ad aprile Just Eat ha aumentato il suo obiettivo di 50 milioni di euro portandolo a 275 milioni di euro.

Data la debolezza economica dell’industria chimica, il gruppo chimico specializzato Lanxess sta tagliando circa un posto di lavoro su 15 in tutto il mondo. Per diventare più efficienti i costi dovrebbero essere ridotti di 150 milioni di euro all’anno, ha detto stasera un portavoce dell’azienda. Le misure comprendono la riduzione di 870 posti di lavoro a tempo pieno, 460 dei quali in Germania.

Dopo il calo degli affari dello scorso anno, il broker online Flatexdegiro ha registrato nuovamente grandi guadagni in estate. Grazie ai tassi di interesse più elevati e alle maggiori commissioni per transazione, l’EBITDA rettificato (EBITDA rettificato) è aumentato del 70% a circa 41 milioni di euro.

A causa del calo della domanda di voli nazionali a Parigi a partire dall’estate 2026, la compagnia aerea francese Air France sposterà tutti i suoi voli all’aeroporto Charles de Gaulle e partirà dall’aeroporto di Orly. A Parigi Charles de Gaulle dovrebbe esserci una migliore connettività tra voli internazionali e nazionali, mentre Parigi Orly è servita dalla controllata low cost Transavia.

A Zurigo le azioni ABB devono accettare tagli. Gli osservatori del mercato hanno attribuito le perdite a operazioni di presa di profitto in un contesto di mercato nuvoloso. Il gruppo industriale ha presentato quella mattina i dati del terzo trimestre, che nel complesso erano abbastanza in linea con le aspettative.

Il fornitore di chip ASML ha avvertito la debolezza del settore per quanto riguarda gli ordini nel terzo trimestre. L’indice EuroStoxx 50 ha annunciato oggi che il valore dei nuovi ordini è sceso del 42% a 2,6 miliardi di euro rispetto al trimestre precedente. Il fatturato è sceso di poco più del 3% attestandosi a poco meno di 6,7 miliardi di euro.

Lancio delle azioni BYD sulla Borsa di Hong Kong. Titoli vinti dal 6,7%. Il produttore di auto elettriche ha annunciato ieri che prevede un aumento dei profitti nel terzo trimestre grazie alle forti vendite e all’efficace controllo dei costi. L’utile netto potrebbe crescere fino a 11,55 miliardi di yuan (circa 1,5 miliardi di euro), il doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Dopo due incidenti che hanno coinvolto pedoni a San Francisco, una compagnia di crociere robotizzata ha attirato l’attenzione dell’Autorità dei trasporti degli Stati Uniti. L’NHTSA ha avviato un’indagine preliminare che, tra le altre cose, dovrebbe chiarire se le auto della GM, alcune delle quali completamente senza conducente, si avvicinassero troppo alle persone.

Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha espresso la fiducia che anche in futuro i software dotati di intelligenza artificiale rimarranno uno strumento sotto il controllo umano. Ci sono ancora molti passi intermedi verso programmi che possano migliorarsi, ha sottolineato Nadella durante la cerimonia di premiazione degli Axel Springer Awards a Berlino. “E noi come esseri umani siamo bravi a usare una tecnologia molto potente con molte regole, regolamenti e standard di sicurezza.”

La compagnia aerea statunitense United Airlines ha deluso il mercato azionario con le sue previsioni sugli utili per il trimestre in corso. Se i voli per Tel Aviv venissero sospesi solo fino alla fine di ottobre, United prevede che l’utile per azione sarà di 1,80 dollari per il trimestre in corso. Se si interromperà entro la fine dell’anno, il prezzo sarà di soli 1,50 dollari, ha previsto la compagnia aerea.

Il rivenditore online americano Amazon afferma di utilizzare già 10.000 camion elettrici del produttore Rivian per consegnare le sue merci negli Stati Uniti e in Europa. Amazon ha annunciato martedì di aver già effettuato 150 milioni di consegne utilizzando i camion Rivian. Entro il 2030 dovrebbero circolare sulle strade almeno 100.000 camion elettrici per le consegne. Amazon possiede una partecipazione nel produttore di auto elettriche.

Related articles