Rapporto di mercato: First Republic Bank frena il sentimento

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."


Rapporto di mercato

Stato: 27/04/2023 09:39

L’indice DAX inizia la giornata di negoziazione con un leggero negativo. Gli investitori temono che la crisi bancaria statunitense possa non essere finita, come dimostra il calo delle azioni di First Republic.

All’inizio delle negoziazioni odierne, l’indice DAX ha perso lo 0,3%, a circa 15.750 punti. Il principale indice tedesco ha chiuso ieri, in calo dello 0,5 per cento, a 15.796 punti.

Nonostante un’intera serie di rapporti trimestrali, gli investitori inizialmente si concentrano sulle preoccupazioni per il sistema bancario statunitense. La svendita in corso delle azioni della First Republic Crisis Bank of America, che ieri è scesa al minimo storico per il secondo giorno consecutivo, ha causato tensioni. Alla luce dell’enorme afflusso di depositi nell’istituto regionale, gli analisti sono preoccupati per lo sforzo di salvataggio.

Durante la notte, la capitalizzazione di mercato di First Republic è scesa brevemente fino al 41% a circa $ 888 milioni, scendendo per la prima volta sotto il miliardo di dollari. Questo è ben lontano dal picco del novembre 2021 di oltre $ 40 miliardi.

Secondo un rapporto dell’emittente televisiva CNBC, il governo degli Stati Uniti non è pronto ad aiutare il creditore. Una fonte informata ha detto a Reuters che la banca stessa sta valutando diverse opzioni, come la vendita di asset o la creazione di una banca in difficoltà.

Dal punto di vista economico, oggi gli investitori attendono nuovi dati economici dagli Stati Uniti. La prima stima della crescita economica degli Stati Uniti nel primo trimestre sarà pubblicata oggi. Gli esperti prevedono, in media, che il prodotto interno lordo (PIL) nel periodo gennaio-marzo sia aumentato del 2,0% nel corso dell’anno.

Inoltre, vengono pubblicate le domande preliminari per l’indennità di disoccupazione. “Il livello rimane basso nel lungo periodo ed è coerente con un forte aumento dei posti di lavoro. Tuttavia, se le domande iniziali continuano ad aumentare, le preoccupazioni per l’economia potrebbero crescere di nuovo”, analizzano gli esperti di Helaba.

Negli Stati Uniti, i numeri trimestrali sorprendentemente forti di Microsoft hanno dato una leggera spinta agli indici high-tech Nasdaq. Al contrario, il Dow Jones Industrial Average è sceso. Nel complesso, l’umore era un po’ depresso, anche a causa delle preoccupazioni per il settore bancario statunitense che sono esplose di nuovo da martedì.

L’indice Dow Jones ha perso lo 0,8% a 33.301 punti. L’indice S&P 500 è sceso dello 0,4% a 4.055 punti. Nel frattempo, l’indice high-tech Nasdaq 100 è salito dello 0,6% a 12.806 punti.

Anche il continuo ribasso dell’istituto di credito statunitense First Republic ha smorzato l’umore nei mercati azionari asiatici, ma gli indicatori sono rimasti leggermente positivi. A Tokyo, il principale indice Nikkei ha chiuso in rialzo dello 0,2% a 28.457 punti. Il più ampio indice Topix è salito dello 0,4%. La borsa di Shanghai è salita dello 0,6%. Anche Hang Seng e CSI 300 sono stati leggermente più forti.

I prezzi del petrolio sono saliti di nuovo oggi dopo le enormi perdite del giorno precedente. In mattinata, il prezzo di un barile di Brent North Sea (159 litri) con consegna a giugno era di 77,92 dollari. Erano 23 centesimi in più rispetto al giorno prima. Il prezzo al barile del greggio US West Texas Intermediate sale di 14 cent a 74,44 dollari.

Ieri i prezzi del petrolio sono scesi bruscamente, scendendo al minimo di un mese. Lo sfondo è preoccupazioni economiche, soprattutto per quanto riguarda gli Stati Uniti d’America. Teme che quest’anno la più grande economia del mondo entri in recessione. I forti aumenti dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve statunitense, che sta combattendo l’inflazione elevata, sono particolarmente onerosi. Gli Stati Uniti sono uno dei maggiori consumatori di energia al mondo.

L’industria farmaceutica tedesca prevede cali significativi quest’anno dopo l’aumento dei vaccini corona. Mentre è probabile che l’economia cresca leggermente nel complesso, le vendite nell’industria farmaceutica diminuiranno di circa il 5%, secondo le nuove proiezioni della Research-Based Drug Manufacturers Association (VFA). Anche la produzione dovrebbe contrarsi dell’1,7%. “Questo costringe le aziende a giustificare”, ha detto. Questo è già evidente nei piani di investimento di sconto. Per fare un confronto: nel 2022, secondo VFA, le vendite sono aumentate del 6,3% e la produzione del 5,3%.

Deutsche Bank ha iniziato l’anno con un aumento degli utili grazie ai maggiori guadagni della banca aziendale, ma prevede di tagliare più posti di lavoro. La più grande banca tedesca ha generato 1,158 miliardi di euro nel primo trimestre dell’anno, con un aumento del nove percento. Pertanto, Deutsche Bank è stata in grado di annunciare il suo undicesimo trimestre consecutivo di utili. Tuttavia, la banca vuole tagliare ulteriormente i costi e ha annunciato tagli di posti di lavoro “in aree remote per i clienti”. Quanto è alto questo non menzionato all’inizio.

La più grande banca tedesca ha realizzato miliardi di dollari di profitti e vuole tagliare ulteriormente i costi.
Di più

DWS, sussidiaria del fondo di Deutsche Bank, ha iniziato l’anno in calo. L’utile ante imposte rettificato è sceso del 26% a 206 milioni di euro nel primo trimestre. Anche i ricavi sono diminuiti del 9% su base annua a 624 milioni di euro a causa delle minori commissioni di gestione.

Il gruppo Facebook Meta ha registrato un aumento del tre percento delle vendite nell’ultimo trimestre, mentre gli analisti si aspettavano un calo. Meta prevede anche un aumento nel trimestre in corso. Il fondatore e CEO Mark Zuckerberg vede il software AI come un motore per la crescita. Nel frattempo, l’utile trimestrale è sceso del 24% a 5,7 miliardi di dollari.

Meta ha riportato utili del primo trimestre, superando le aspettative.
Di più

Le turbolenze sui prezzi degli ultimi mesi hanno regalato a Deutsche Boerse un risultato trimestrale sorprendentemente forte. L’utile netto e l’utile operativo sono aumentati del 12% rispettivamente a 473 e 772 milioni di euro. Anche la crescita delle vendite del 16% a 1,231 miliardi di euro è stata superiore alle attese.

Nel primo trimestre, le vendite e gli utili di BASF sono diminuiti drasticamente. Con circa 20 miliardi di euro, le entrate sono state inferiori di oltre il 13% rispetto all’anno precedente, quando l’invasione russa dell’Ucraina ha scosso i mercati globali a metà trimestre. L’utile operativo al lordo degli interessi e delle imposte (EBIT), rettificato per le voci speciali, è diminuito di quasi un terzo a 1,9 miliardi di euro. Gli affari sono stati significativamente peggiori in quasi tutti i settori. Solo il business dei prodotti agricoli ha registrato risultati migliori.

Nella scatola delle ricette della società di vendita per corrispondenza HelloFresh, l’utile al lordo di interessi, imposte, deprezzamento e ammortamento (Ebitda), corretto per gli effetti speciali, è diminuito di circa un terzo a 66 milioni di euro. Gli esperti avevano previsto un risultato operativo di circa 40 milioni di euro. Come previsto, le vendite sono aumentate di circa il cinque percento, a circa due miliardi di euro. Il CEO Dominic Richter ha dichiarato un mese fa che la crescita nei mesi da gennaio a marzo non sarà a due cifre.

La scarsa domanda da parte dei clienti asiatici sta causando problemi al fornitore di generi alimentari Delivery Hero. Il valore lordo delle merci (GMV) aggiustato per la valuta è aumentato del 2,1% in tutto il gruppo nel primo trimestre. Senza il business asiatico, l’aumento è stato del 16%. Le vendite aggiustate per la valuta nei segmenti sono aumentate di circa il 12% a poco meno di 2,5 miliardi di euro. Entrambi i valori erano più deboli di quanto previsto dagli esperti intervistati da Bloomberg.

La debole domanda di chip di memoria, l’eccesso di offerta ei prezzi più bassi hanno eroso gli utili del leader di mercato Samsung nel primo trimestre. Il surplus è crollato dell’86% su base annua a 1,57 trilioni di won. La divisione chip ha riportato una perdita per la prima volta in 14 anni. Samsung prevede che la domanda si riprenderà lentamente nella seconda metà dell’anno.

Azienda di liquori Pernod Ricard con vendite in calo

La debole attività negli Stati Uniti e in alcune parti dell’Asia ha eroso i guadagni in Europa per l’enologo Pernod Ricard nel terzo trimestre fiscale. Nei tre mesi fino alla fine di marzo, i ricavi sono scesi di un buon 2% a 2,4 miliardi di euro, sia nominali che organici. Secondo la società, ciò è dovuto anche a valori comparativi più elevati rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente negli Stati Uniti e agli adeguamenti delle scorte in Cina.

Related articles

Terremoto in Italia: bolle supervulcaniche

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 22 luglio 2024, 5:05Da: Giovanni SaldePremeredivisoDue nuove violente scosse scossero i campi Plegrei presso...

Azienda tradizionale insolvente dopo 160 anni: il fallimento scuote il settore

Home pageun lavorostava in piedi: 21 luglio 2024, 10:58da: Marco StofferInsisteDivideUn’azienda produttrice di mobili deve dichiarare fallimento dopo...

Heinz Hoenig si sente male: sua moglie Annika condivide gli aggiornamenti in TV

Annika Carsten Hoenig fa visita ogni giorno al marito sul letto di malato.Foto: Imago/Star-MediacelebritàHeinz Hoenig è ricoverato da...