Ottobre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rapimenti e torture: i critici di Kadyrov uccisi in Cecenia

sequestro e tortura
Il critico di Kadyrov ucciso in Cecenia

Nel 2020 è stato rapito un critico del capo della Repubblica cecena, Kadyrov. Poco dopo, è apparso un video che mostrava la tortura della ragazza di 19 anni. Da allora non c’è più traccia di lui. Ora i suoi compagni d’armi annunciano: il giovane è stato ucciso poco dopo il suo rapimento.

L’uccisione di un attivista dell’opposizione nella Repubblica russa di Cecenia. Salman Tisurkaev era il direttore del canale Telegram del movimento “Adat”, bandito in Russia per le sue critiche al presidente ceceno Ramzan Kadyrov. Il movimento ha annunciato in una dichiarazione sul proprio sito web che il giovane è stato rapito due anni fa e ucciso solo nove giorni dopo. Secondo gli attivisti, da molto tempo avevano informazioni sulla morte di Tipsorkaev, ma speravano fino alla fine che non fosse vero. Tepsurkaev aveva solo 19 anni.

L’attivista è stato rapito il 6 settembre 2020 nella città russa di Gelenzhik, sulla costa del Mar Nero, e portato in Cecenia. Secondo i media, i parenti sono riusciti a localizzare lo smartphone del rapitore, quindi si trovava in un complesso di polizia a Grozny, la capitale della Cecenia. Il giorno dopo, su Internet è apparso un video di tortura. In questo puoi vedere come un 19enne è costretto a sedersi nudo su una bottiglia di vetro.

Le indagini sul rapimento del giovane attivista sono iniziate a Gelendzhik solo nel novembre 2020. A questo punto il 19enne sarebbe già morto.

“Una granata messa in bocca e fatta esplodere”

Secondo i suoi compagni d’armi, Tipsorkaev è stato ucciso il 15 settembre 2020 in un campo di addestramento militare nel villaggio di Dashalka vicino a Grozny. “Salman è stato ammanettato, una granata gli è stata messa in bocca ed è esplosa da lontano”, ha detto il gruppo in una nota. Successivamente, i resti di Tipsorkaev furono consegnati ai suoi parenti, con la richiesta di “seppellirlo come un cane”. Secondo il movimento, l’attivista è stato sepolto in una tomba anonima.

Al-Adat è uno dei più grandi e importanti movimenti di opposizione in Cecenia. Nel canale telegramma “1ADAT”, moderato da Tepsurkaev, ha informato più di 40mila abbonati delle violazioni dei diritti umani nella repubblica, tra le altre cose.

Ramzan Kadyrov è un confidente del presidente russo Vladimir Putin. Grozny governa con il pugno di ferro dal 2007. Nella repubblica, i critici del governo vengono spesso rapiti e assassinati in via extragiudiziale.

READ  Esplode l'accordo con il Qatar! Ora gli sceicchi lasciano Habek impiccato