Maggio 19, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prova riuscita: Austria – Italia ha sconfitto le nazionali

Prova riuscita: Austria – Italia ha sconfitto le nazionali

Justin Fazio (più tardi) festeggia uno shutout. © Valentina Gallina

La nazionale italiana di hockey su ghiaccio ha ottenuto una meritata vittoria all’inizio dei preparativi per la Coppa del Mondo. La squadra di Mike Keenan ha battuto l’Austria mercoledì a Brunico. Tuttavia, il significato di questa vittoria non era eccezionale.

Dall’arena Intercable

Gli Azzurri iniziano il Mondiale di Division IA a Nottingham (Inghilterra) tra 17 giorni con un match contro la Romania. L’Austria ha ancora un mese per intervenire nelle lotte per il titolo nella massima divisione. Con questo in mente, le squadre di Brunico non potrebbero essere in una forma migliore, soprattutto perché entrambe le squadre mancano di innumerevoli membri permanenti. Tuttavia, circa 1200 fan hanno potuto vedere la partita che volevano, l’Italia ha vinto 2-0.

Senza l’infortunato Alex Peton, la squadra di Keenan ha giocato una squadra molto giovane: solo il capitano Alex Trivellado e Marco Insam avevano più di 30 anni. Sebbene l’Austria abbia dato il tono per lunghi tratti del torneo, i giovani azzurri hanno giocato senza preoccupazioni e si sono proposti per un posto nella rosa dei Mondiali. Come il crack del Fassa, Marco Defrancesco ha giocato un ruolo chiave nella vittoria con il suo gol. Ma Justin Fazio merita un elogio speciale, poiché ha bloccato tutti i 27 tiri.

Che botta: come nel Quattro Nazioni di Bolzano due mesi fa, i difensori sono gli attaccanti più pericolosi dell’Italia: DiFrancesco e Peter Szörnberger, che hanno segnato quattro volte nelle ultime tre partite con la Nazionale, hanno confermato la loro presenza. Punteggio finale 2:0 gol. Gli austriaci hanno già una possibilità di rivincita quando le nazioni si incontreranno di nuovo a Innsbruck venerdì (17:30).

Punti salienti

La sfortuna di Clira Erano passati solo 58 secondi dall’inizio della partita quando Daniel Glyra ha segnato l’1-0. Il disco si ferma davanti al portiere Florian Vorar, steso a terra, Klira tira con il rovescio, ma lui colpisce solo il link. D’altra parte, anche l’alluminio fa male allo swinger Simeon.
Gol Premier Marco DeFrancesco ha sfondato la rete dopo che Glira e Felix Maxa hanno mancato ancora due giocatori di alto profilo: schierato da Stefan Spinel, il difensore del Fossa ha segnato il suo primo gol con la maglia della Nazionale da una posizione ben piazzata.
Colpo pieno Sul power play, Peter Szörnberger segna il 2:0: DEL Krak prende le sue misure dalla linea blu e inchioda il disco con precisione nell’angolo della traversa.

Italia – Austria 2-0

Italia: Fazio (Vallini); Trivellado-Pietroniro, Szörnberger-Glira, Cassetti-Gios, DiFrancesco-March; Marchetti-Hanon-Salinitri, Ivan DeLuca-Kluke-Insam, Muntinger-Stephen DeLuca-Magnaposco, Spinel-Berger-Schiavone.
Formatori: Keenan

Austria: Woraver (Schmidt); Lindner-Jündel, Wimmer-Kirchlager, Wolf-Wurschl, Kernberger-Schnetzer; Romig-Kainz-Gaffal, Schwinger-Maxa-Neubauer, Kraus-Antal-Preiser, Wallenta-Wallner-Bretschneider.
Formatori: Bagno

Cancelli: 1-0 DeFrancesco (29.48), 2-0 Sbornberger (49.17)

Pubblico: 1200

Raccomandazioni