Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prospettive per il 2023: attenzione alla politica dei tassi di interesse della banca centrale: ecco come potrebbe svilupparsi il prezzo dell’oro nel 2023 | notiziario

• La guerra in Ucraina ha portato a un aumento del prezzo dell’oro
• Il prezzo dell’oro è sceso da allora
• Il ciclo dei tassi di interesse deve determinare i futuri prezzi dell’oro

Pubblicità

Fai trading su petrolio, oro e tutte le materie prime con leva (fino a 30) tramite CFD (a partire da 100 EUR)

Partecipa alle fluttuazioni dei prezzi del petrolio, dell’oro e di altre materie prime con leva e piccoli spread! Con soli 100 EUR puoi fare trading tramite leva con l’effetto di 3000 EUR di capitale.

Plus500: Si prega di notare suggerimenti5 per questo annuncio

Ecco come si è sviluppato il prezzo dell’oro nel 2022

L’oro è ancora visto da molti investitori come un rifugio sicuro in tempi turbolenti. Per questo motivo, i crescenti tassi di inflazione hanno già spinto verso l’alto il prezzo del prezioso metallo giallo nel corso del 2021. Con l’inizio della guerra di aggressione russa contro l’Ucraina nel febbraio 2022, la merce ha ricevuto ulteriore slancio. L’8 marzo 2022, il prezzo del metallo è salito a un massimo annuale di $ 2.049,85 l’oncia. Il prezzo dell’oro è leggermente sceso rispetto al suo prezzo più alto dall’inizio dei record nell’agosto 2020, a $ 2.071,69.

Ma da allora, i prezzi dell’oro sono crollati. Nel settembre 2022, il metallo è sceso al livello più basso finora dell’anno a $ 1.622,12. Il forte dollaro USA, trainato dagli aumenti dei tassi d’interesse da parte della Federal Reserve statunitense, è probabilmente responsabile dei prezzi più bassi. L’oro è scambiato in tutto il mondo in dollari USA ed è quindi associato a costi più elevati per i partner commerciali che non appartengono alla zona del dollaro. Di conseguenza, gli investitori tendevano a concentrarsi su altri investimenti che, a differenza dell’oro, generano interesse e fanno crollare la domanda della merce e con essa il prezzo. Al 30 novembre 2022, un’oncia della merce vale circa $ 1.770,00.

L’inflazione ei tassi di interesse determinano l’evoluzione del prezzo dell’oro

Sebbene le principali banche centrali siano lontane dall’attuare il loro completo spostamento dei tassi di interesse, nel verbale della loro riunione pubblicata nel novembre 2022, le autorità monetarie degli Stati Uniti hanno previsto la possibilità di abbassare i tassi di interesse in futuro per poter per valutare i progressi, più precisamente nella lotta contro l’elevata pressione sui prezzi. Anche l’evoluzione del prezzo dell’oro nel 2023 dovrebbe essere determinata in base ai fattori di inflazione e al tasso di interesse di riferimento. Se i tassi di interesse continuano a salire, il metallo prezioso dovrà affrontare una maggiore concorrenza da parte di altri investimenti considerati sicuri e che alla fine producono rendimenti, come le obbligazioni. D’altra parte, l’oro non premia gli investitori con uno frutta. Tuttavia, se l’inflazione viene davvero frenata nel nuovo anno e i tassi di interesse vengono lasciati a un livello stabile, anche il prezzo dell’oro potrebbe riprendersi.

READ  Padre di nove figli da novembre?: Elon Musk probabilmente avrà due gemelli con un manager

Tuttavia, c’è scetticismo nel mercato sul fatto che ciò accadrà troppo presto, come ha mostrato un sondaggio Reuters di 39 analisti e trader intervistati. La maggior parte degli esperti prevede che i tassi di interesse negli Stati Uniti raggiungeranno il picco nel nuovo anno, stabilizzando così il prezzo dell’oro. E il prezzo medio del metallo prezioso nel 2023 raggiungerà i 1.712,50 dollari l’oncia, secondo i risultati del sondaggio. Nel primo trimestre del 2023, il livello dei prezzi sarà di $ 1.658. Quindi non dovrebbero esserci grandi fluttuazioni, anche se è prevista la fine del ciclo dei tassi di interesse.

BMO Capital Markets prevede che il tasso di interesse finale sarà del 4,6%.

Gli analisti di BMO Capital Markets si aspettano anche che il prezzo dell’oro rimanga stabile nei prossimi mesi, secondo un rapporto del portale di materie prime Kitco. “Ciò che è interessante per noi è che ci aspettiamo che il prezzo dell’oro rimanga sostanzialmente supportato fino al 2026”, ha affermato l’analista Rory Townsend, secondo il quotidiano. “noi […] Non aspettarti che i prezzi scendano bruscamente rispetto a dove siamo oggi. “Questo è il punto di vista dell’esperto, sebbene i tassi di inflazione siano ancora elevati, si prevede un rallentamento della crescita e rischi geopolitici. Tuttavia, secondo un rapporto diffuso, nel secondo trimestre è previsto un balzo del prezzo a oltre $ 1.700 in dollari, secondo un rapporto pubblicato A proposito della banca: “Naturalmente ci sono ancora rischi per il mercato del lavoro molto teso negli Stati Uniti che l’inflazione possa continuare a salire, e probabilmente vedremo i prezzi dell’energia salire di nuovo nei mesi invernali, il che porterà all’inflazione, tuttavia, ha ritiene che il prezzo dell’interesse finale del 4,6% dovrebbe ridurre significativamente la pressione sui prezzi e quindi giovare anche al prezzo dell’oro. Tuttavia, non è stato fissato alcun obiettivo di prezzo specifico per il resto del nuovo anno.

La Banca Mondiale attenua l’euforia dei tassi di interesse

Tuttavia, la Banca mondiale è meno fiduciosa. La Banca Mondiale, nelle sue previsioni sui prezzi delle materie prime dalla fine di ottobre, ha avvertito che la Fed avrebbe continuato il suo ciclo di rialzi dei tassi fino al 2023. banca di sviluppo ha detto. Inoltre, gli acquisti di oro fisico non possono compensare le sfide sollevate dai cani da guardia valutari, motivo per cui il prezzo dell’oro dovrebbe continuare a scendere nel nuovo anno. L’attuale previsione della Development Bank è di 1700 USD per oncia troy, e nel 2024 il prezzo potrebbe anche scendere a 1650 USD.

READ  Responsabilità Bce: le banche tedesche temono la recessione e vogliono più rialzi dei tassi | newsletter

Bart Melek, un esperto di TD Securities, presume che i tassi di interesse continueranno a salire

Bart Melek di TD Securities è meno ottimista sulla politica dei tassi di interesse della Fed. Come ha spiegato l’esperto di materie prime in un’intervista a BNN Bloomberg, la Fed continuerà ad aumentare i tassi di interesse, il che dovrebbe far scendere il prezzo dell’oro sotto la soglia dei 1.600 dollari nel primo trimestre del 2023. “Con la continua inflazione, la Fed probabilmente non hanno altra scelta che attenersi alla politica di inasprimento nei prossimi 12 mesi”. “Prevediamo che il tasso della Fed sarà del 5,50% entro la metà del 2023 e non si allenterà fino alla fine del 2023”. Sebbene il prezzo dell’oro possa salire a oltre 1.800 dollari USA nel nuovo anno, è improbabile che ciò accada prima del quarto trimestre. Lo stratega avverte che potrebbe volerci un altro anno prima che venga raggiunto il livello di 1.900 dollari.

Gli analisti di Commerzbank si aspettano che gli speculatori lo spingano in avanti

Carsten Fritsch e Thu Lan Nguyen di Commerzbank hanno rivisto le loro previsioni per il prezzo dell’oro nel 2023. essere un fardello pesante ben al di sotto della pari per la prima volta. Due decenni fa “, affermano gli esperti. “Inoltre, i rendimenti obbligazionari sono saliti alle stelle, il che aumenta il costo opportunità dell’oro non fruttifero”. È probabile che questo problema persista per qualche tempo: all’inizio del 2023, il tasso di interesse principale negli Stati Uniti potrebbe essere del 5,0%, prevedono Fritsch e Nguyen. Pertanto, gli analisti hanno rivisto l’obiettivo di prezzo per la fine del 2023 in ottobre dai precedenti $ 1.900 l’oncia a $ 1.800. Ciò è supportato dal fatto che la Fed terminerà i suoi aumenti dei tassi di interesse nel primo trimestre e potrebbe abbassare nuovamente il tasso chiave alla fine del 2023. “Si può anche presumere che gli speculatori faranno nuovamente affidamento sull’aumento dei prezzi dell’oro, ” dice lo studio.

READ  Aumentare il prezzo della luce o del gas? Scrivici!

Strategist presso Deutsche Bank: i rendimenti obbligazionari riducono la domanda di oro

Come previsto dagli analisti di Deutsche Bank nelle loro prospettive del mercato dei capitali per il 2023, è probabile che il prezzo dell’oro continui a risentire dei tassi di interesse più elevati e dei rendimenti interessanti dei titoli di stato nel nuovo anno. Detto questo, la merce potrebbe trarne vantaggio se la Fed interrompesse ulteriori avanzamenti. Nel 2024, i tassi di interesse chiave dovrebbero diminuire. L’analista strategico, dott. Ulrich Stefan. “Ma una certa quantità di oro può avere senso in tempi di crisi geopolitica”. Alla fine del nuovo anno, il prezzo del metallo prezioso dovrebbe attestarsi intorno ai 1.850 dollari l’oncia, secondo le previsioni di Francoforte.

Gli esperti di UBS prevedono tagli dei tassi alla fine del 2023

I colleghi svizzeri di UBS sono invece un po’ più ottimisti. Con la prevista fine del rialzo dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve americana a febbraio, il rapporto di rischio per gli investitori in oro dovrebbe aumentare, come previsto dagli analisti della grande banca, secondo “CNBC”. Entro la fine del 2023, gli esperti presumono che il tasso di interesse di riferimento sarà ridotto di 175 punti base. “Cercare di vedere il fondo è sempre difficile”, ha ammesso lo stratega Johnny Teves nella nota messa a disposizione dell’emittente statunitense. “Tuttavia, riteniamo che qualsiasi debolezza dei prezzi dell’oro nei prossimi mesi dovrebbe alla fine fornire un’opportunità per mettere in atto un rally dei prezzi fino al 2023, quando aumentare il tasso Fece una pausa e alla fine assunse un atteggiamento più cauto. Quindi anche gli investitori istituzionali possono investire di più nella materia prima e sostenere il prezzo: alla fine del nuovo anno, il prezzo dell’oro potrebbe essere di circa 1.900 dollari, secondo gli esperti della Zürcher Bank.

redazione di finanzen.net

Questo testo è solo a scopo informativo e non costituisce una raccomandazione di investimento. Finanzen.net GmbH esclude qualsiasi diritto di regresso.

Prodotti gru selezionati su CommerzbankCon i knockout, gli investitori speculativi possono partecipare in modo sproporzionato ai movimenti dei prezzi. Seleziona semplicemente la leva richiesta e ti mostreremo i prodotti aperti adatti su Commerzbank

La leva dovrebbe essere compresa tra 2 e 20

Non ci sono dati

Fonti foto: Vitaly Korovin / Shutterstock.com, Brian A Jackson / Shutterstock.com