Dicembre 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Paga per favore! 82 frammenti del meccanismo di Antikythera: un vecchio computer

È insolito, ma non raro, che i dispositivi tecnici appaiano con dieci o vent’anni di anticipo sui tempi. Al largo della costa di Antikythera, una piccola isola tra Citera e Creta, il meccanismo di Antikythera è stato recuperato nel 1901, mille anni e mezzo prima del suo tempo. I ricercatori non hanno conosciuto la sensazione fino al passare del tempo.

Il meccanismo, il cui creatore non è noto, viene definito il primo computer in assoluto. Può prevedere la luna e l’eclissi solare, oltre a visualizzare le fasi lunari. Si ritiene che fosse anche in grado di mostrare le posizioni dei pianeti. Inoltre, nel meccanismo è stato trovato un calendario delle Olimpiadi utilizzando metodi di rilevamento moderni.

Funzionari del governo greco, l’equipaggio della corazzata Mikale e i sommozzatori di spugne sul ponte sopra il naufragio al largo di Antikythera nell’inverno 1900-1901.

Quando i pescatori di spugne sull’isola di Antikythera vennero a conoscenza della posizione di una nave affondata da 300 tonnellate nel 1901, Che è ancora considerato il più grande naufragio anticoc’era eccitazione: a una profondità compresa tra 42 e 55 metri, già durante la prima immersione si potevano vedere varie statue, che inizialmente i subacquei pensavano fossero cadaveri.

Testa di filosofo.

(immagine: Aggiornamento CC BY-SA 3.0.0, B. Foley e Ishkabibble)

Quando si accorsero che c’era un naufragio pieno di antichi tesori, informarono il governo greco. In un primo momento non credevano a quello che stavano dicendo i subacquei, quando consegnarono come prova un braccio recuperato da una statua di bronzo, incaricato dal governo di scavare i manufatti e li appoggiarono con una nave della marina. I soccorsi erano molto pericolosi all’inizio del secolo: i subacquei potevano sbarcare solo per pochi minuti e dovevano stare attenti al mal di mare. Si dice che un subacqueo perse la vita e due rimasero paralizzati.

Il naufragio fu colmo di molti tesori d’arte antica: apparvero varie statue e frammenti di sculture, oltre ad anfore e monete databili dal 70 al 60 a.C. Oltre a statue in bronzo come la statua in bronzo di un giovane e la testa di un filosofo, i subacquei hanno recuperato un baule poco appariscente con un meccanismo semiarrugginito e incompleto.

Più di mille anni dopo il fondale marino, la maggior parte del meccanismo di Antikythera è stata esposta a condizioni meteorologiche estreme presso il Museo Archeologico Nazionale di Atene. Sono stati restaurati in totale 82 componenti e ingranaggi del meccanismo.

(immagine: CC DI 2.0E il Teresa Clutario)

In questa sezione, presentiamo ogni martedì personaggi straordinari, impressionanti, informativi e divertenti nei settori dell’informatica, della scienza, dell’arte, degli affari, della politica e, naturalmente, della matematica.

Alla luce delle magnifiche statue, l’importanza del meccanismo di Antikythera inizialmente declinò. Nel corso del tempo, gli scienziati si sono resi conto che il meccanismo di Antikythera era una sensazione universale: uno strumento meccanico così delicato e tecnicamente complesso era del tutto inimmaginabile all’epoca. I ricercatori sospettarono presto l’esistenza di uno strumento astronomico come l’astrolabio (PDF).

in Documentazione sulla natura ha detto il dottor. La scienza sosterrebbe vigorosamente che una tale tecnologia sarebbe stata possibile all’epoca se il meccanismo non fosse stato scoperto nel 1901, ha affermato Tony Frit dell’University College London, che ha condotto ricerche approfondite sul meccanismo di Antikythera.Una tecnologia in qualche modo simile è nota dal Al più presto 14 ° secolo – 1500 anni dopo la creazione del meccanismo di Antikythera, la cui origine si presume sia il 205 aC secondo gli studi moderni.

Parte A con la caratteristica ruota dentata a quattro razze.

(immagine: CC DI 2.5E il Marzia)

Lo scopo del dispositivo doveva essere determinato scrupolosamente nel lavoro investigativo. I reperti che sono stati trovati sono stati gravemente erosi dopo circa 1.000 anni sott’acqua. Ad oggi sono stati recuperati 5 frammenti grandi e 75 frammenti piccoli in varie immersioni, a cui Jacques Cousteau ha preso parte dagli anni ’50 agli anni ’70, che possono essere chiaramente attribuiti al dispositivo.

I resti dell’involucro in legno, le cui dimensioni complessive dovrebbero essere 340x180x90 mm, sono stati vittime dell’operazione di recupero: nel giro di pochi mesi il legno marciva nell’aria, tanto che il metodo al radiocarbonio per determinare l’età del legno purtroppo è diventato scomparso più un’opzione. Un esame simile delle assi di legno della nave ha concluso che gli alberi furono abbattuti circa 220 anni prima di Cristo. Pertanto, la nave era molto vecchia al momento del suo affondamento.

Una replica del meccanismo di Antikythera di oltre 2000 anni del 2007, interpretata in chiave moderna e incorniciata in plexiglass.

(immagine: CC DI 2.5ondulato)

Gli scienziati sono affascinati non solo dalla complessità del dispositivo, ma anche dal suo design compatto. Diversi ingranaggi di diverse dimensioni sono azionati da una manovella: una scala solare con scala mensile (scritta in lettere egiziane), segni zodiacali babilonesi. Inoltre, in base alle iscrizioni, si presume che le mani del pianeta fossero ancora presenti. È incluso anche un calendario lunare in grado di visualizzare le fasi, nonché un calendario per le eclissi solari e lunari. Oltre alle rappresentazioni astronomiche, è stato ritrovato un calendario delle Olimpiadi che mostra i quattro anni tra i Giochi e le sedi dei Giochi Ellenistici.

Grazie agli esami a raggi X e alla tomografia computerizzata, è possibile svelare le parti del misterioso meccanismo. I ricercatori hanno beneficiato di un’etichettatura dettagliata. Che può essere parzialmente decodificato strato per strato utilizzando metodi diversi. Sono state trovate anche parti del manuale. Ci sono anche repliche ora. Rodi è stata a lungo sospettata come il luogo di origine del dispositivo pionieristico. distanza I risultati più recenti potrebbero essere Archimede Interessato il costruttore oi costruttori.

Contenuti editoriali consigliati

Con il tuo consenso, un video esterno verrà caricato su YouTube (Google Ireland Limited) qui.

Carica sempre un video di YouTube

Harald Lesch si occupa del meccanismo di Antikythera in TerraX.

A questo corrisponde un’affermazione di Cicerone, che ha parlato dell’assedio di Siracusa in Sicilia, dove vive anche Archimede. Ha descritto come il generale Marco Claudio ha sequestrato i Planetari da Archimede e li ha portati a Roma. La sua descrizione si adatta perfettamente al meccanismo di Antikythera:

“[…] Laddove i moti del sole, della luna e delle cinque stelle dette Vagabondi… (i cinque pianeti)… Archimede… hanno trovato un modo, questi moti diversi e diversi con le loro diverse velocità sono rappresentati proprio da uno dispositivo per ruotare il globo.”

Questo non significa necessariamente che Archimede avesse qualcosa a che fare con lui. Molte domande rimangono senza risposta fino ad oggi. anche Il meccanismo di Antikythera si è trasformato nella cultura ثقافة dei meme. Così sia: il primo computer (analogico) nella storia del mondo affascinerà anche molti altri ricercatori, più di 2000 anni dopo la sua creazione.


(Riparo)

alla home page

READ  Corona a Dresda: il contagio torna ad aumentare