Novembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Obiettivi dell’applicazione e scorciatoie dell’applicazione: dettagli tecnici

Apple ha anche introdotto gli obiettivi delle app e le scorciatoie per le app al WWDC 2022, insieme a molte altre API per gli sviluppatori. Spieghiamo di cosa si tratta e come viene implementato qui.

Intent Framework esiste da un po’ di tempo ed è responsabile della comunicazione tra un’applicazione e le funzionalità del sistema operativo. Ad esempio, ogni azione nell’app Collegamenti è un obiettivo. Gli intenti vengono utilizzati anche per configurare i widget e per ottenere suggerimenti nelle richieste Spotlight o Siri.

Gli obiettivi delle applicazioni ora stanno evolvendo gli intenti. Fanno principalmente la stessa cosa e offrono anche alcune altre funzionalità, come la creazione di scorciatoie per le app. Diamo un’occhiata più da vicino a come farlo.

Obiettivi applicativi dettagliati

Gli intenti dell’app funzionano sostanzialmente con lo stesso intento precedentemente noto. Ciò significa che è possibile utilizzarlo per fornire funzionalità dell’applicazione al sistema. D’altra parte, funziona con le funzionalità di sistema già supportate da Intents, come Siri, suggerimenti di ricerca e scorciatoie. D’altra parte, l’intento dell’applicazione può anche attivare funzioni che non sono compatibili con intenti noti, più precisamente filtro di messa a fuoco e collegamenti alle applicazioni.

Impostare gli obiettivi dell’applicazione è molto più semplice che creare obiettivi. Non è più necessario un profilo Intents, ora è richiesta solo una build conforme al protocollo AppIntent. Questo protocollo presuppone un indirizzo, quindi l’utente sa immediatamente a cosa può essere utilizzato questo intento e il metodo di implementazione, che contiene la logica dell’intento. L’esempio mostra l’intento “Attualmente aperto”, che chiama la regione corrispondente nell’applicazione.

La struttura dello scopo dell'applicazione

Foto: Mela

Le destinazioni dell’applicazione possono anche contenere parametri, che possono essere utilizzati in un’applicazione di attività, ad esempio, per consentire all’utente di selezionare quale progetto desidera aprire nell’applicazione. Tipi di dati standard come Bool o Int possono essere utilizzati per i parametri oppure puoi definirne di tuoi. Quindi quelli devono implementare AppEntity (per elementi dinamici come l’album fotografico) o AppEnum (per elementi statici come la scheda di tutti gli album fotografici nell’app Galleria). Solo il wrapper dei parametri deve essere aggiunto alla destinazione dell’applicazione.

Parametri di destinazione dell'applicazione

Foto: Mela

Le destinazioni dell’applicazione possono anche avere un valore restituito. A volte può essere AppEntity, che, ad esempio, rappresenta una voce di attività aggiunta alla destinazione. È anche possibile restituire la vista SwiftUI.

READ  Il classico libro Vanillaware introduce la storia • JPGAMES.DE

Cosa sono le scorciatoie per le app?

I collegamenti alle app sono collegamenti disponibili immediatamente dopo l’installazione di un’app. Ciò significa che è possibile accedervi istantaneamente tramite Siri o disponibile come nuova scorciatoia nell’app Scorciatoie. Il collegamento all’applicazione indica la destinazione dell’applicazione con un’attività specifica, l’applicazione può contenere fino a dieci collegamenti all’applicazione.

Una volta che hai un intento per l’app, aggiungere scorciatoie per l’app all’app è molto semplice. Puoi semplicemente creare un’altra build che implementi AppShortcutsLibrary. Questo protocollo richiede un menu AppShortcuts con tutti i collegamenti alle app disponibili. Per un collegamento all’app, devono essere archiviati solo l’intento e le frasi associati per Siri e l’icona. È importante per le frasi che il nome dell’applicazione appaia in ciascuna di esse.

Fornisci scorciatoie per le app

Foto: Mela

Inoltre, non bisogna dimenticare durante l’esecuzione che i collegamenti all’applicazione sono disponibili subito dopo l’installazione dell’applicazione. Ad esempio, se devi accedere a un’app, l’errore dovrebbe essere segnalato all’utente tramite il collegamento all’app se non l’ha già fatto, perché in questo caso logicamente non possono ancora interagire con l’app.

I seguenti video forniscono maggiori dettagli sugli obiettivi dell’app e sulle scorciatoie dell’app:

——
Non vuoi perderti altre novità? Allora seguici Twitter O essere un fan Facebook. Ovviamente puoi integrare la nostra app su iPhone e iPad con le notifiche push qui download gratuito.

O vorresti discutere gli ultimi prodotti con persone che la pensano allo stesso modo? poi Visita il nostro forum!