Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non interrompere semplicemente l’assunzione di beta-bloccanti: sono possibili problemi cardiaci

  1. 24 feta
  2. Salute

creatura:

a: Natalie Hall con un pene

I pazienti ipertesi non devono interrompere l’uso di beta-bloccanti senza il consiglio del medico. Perché il risultato può essere tachicardia o persino un infarto.

Gli esperti parlano di ipertensione quando la pressione sanguigna è stata al di sopra del valore sistolico e diastolico di 140-90 mmHg per almeno 24 ore. Tuttavia, i segni premonitori dell’ipertensione non sono spesso avvertiti o spiegati dai malati, come nel caso paziente con pressione alta descrive direttamente. Ciò rende ancora più importanti le misurazioni regolari della pressione sanguigna dal medico, in farmacia oa casa. Quanto più i pazienti conoscono i propri valori pressori e, se necessario, ricevono una terapia farmacologica, tanto più è probabile che danni consequenziali quali attacco cerebrale e prevenire gli attacchi di cuore. Chiunque prenda un beta-bloccante per abbassare la pressione sanguigna non dovrebbe smettere di prenderlo da solo se ci sono effetti collaterali o altre cause. È sempre importante farlo in consultazione con il medico di famiglia o il cardiologo curante.

Bassa pressione sanguigna: quali trattamenti sono disponibili?

I farmaci antipertensivi come i beta-bloccanti non dovrebbero mai essere sospesi in modo indipendente senza consultare un medico. (Immagine iconica) © imagebroker / Imago

Circa tre milioni di persone in Germania hanno la pressione alta e circa una su tre ne è affetta. Più del 30 percento dei malati non sa nulla della propria malattia, perché? La pressione alta non causa sintomi o solo sintomi non specifici. “Non lo vedi e non lo senti, questa è la cosa insidiosa dell’ipertensione. Ecco perché l’ipertensione è anche chiamata ‘killer silenzioso'”, afferma il Prof. Dr. Medical Describe Thomas Echenhagen, membro del comitato consultivo scientifico della Fondazione tedesca del cuore e presidente dell’Istituto di farmacologia sperimentale e tossicologia presso l’ospedale universitario di Amburgo-Eppendorf, questo ordine per la Fondazione tedesca del cuore. La pressione alta è in realtà il fattore di rischio n. 1 per ictus e infarto.

L’88% delle persone che sanno di avere la pressione alta può essere curato Fondazione tedesca del cuore. Più di tre quarti dei pazienti raggiungono anche valori di pressione sanguigna normali a seguito del trattamento.

READ  Mirtillo rosso per arterie e memoria: come il frutto protegge dalla demenza e dall'aterosclerosi

Non perderti nulla: puoi trovare tutto ciò che riguarda la salute nella newsletter periodica del nostro partner 24vita.de.

La pressione sanguigna può essere abbassata semplicemente adottando uno stile di vita adattato con molto esercizio e sana dieta mediterranea Non viene portato al di sotto di 140-90 mmHg e di solito vengono utilizzati farmaci, i cosiddetti antipertensivi. Questi farmaci richiedono una prescrizione e sono prescritti dal medico. Preparativi rumorosi Fondazione tedesca del cuore Utilizzati nel trattamento farmacologico della pressione alta sono:

  • Beta bloccanti, alfa 2 agonisti e alfa bloccanti
  • Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina e bloccanti del recettore dell’angiotensina
  • Calcioantagonisti/calcio-antagonisti
  • Diuretici (medicinali che drenano l’acqua)
  • inibitori diretti della renina (agenti come irbesartan e candesartan)

Fermare i beta-bloccanti: a cosa prestare attenzione in caso di pressione alta e insufficienza cardiaca

In molti casi, all’inizio del trattamento della pressione sanguigna si inizia una dose più bassa del beta-bloccante e questa dose viene gradualmente aumentata. Di conseguenza, i potenziali effetti collaterali possono essere ridotti al minimo o evitati. Lo stesso vale al termine del trattamento con i beta-bloccanti: il medico consiglia di non interrompere mai le compresse bruscamente, ma di ridurle gradualmente. Il Pozione serale originale gradualmente a zero in un periodo di settimane. Solo allora dovresti interrompere completamente l’assunzione di beta-bloccanti, come con Concentrati su consigli pratici online È stato descritto.

L’interruzione improvvisa dei farmaci antipertensivi può portare a gravi effetti collaterali come battito cardiaco irregolare, rapido aumento della pressione sanguigna o persino tachicardia. persone con uno Cuore congestizio Oppure un ridotto flusso sanguigno al muscolo cardiaco (angina pectoris) può portare all’interruzione improvvisa dei beta-bloccanti Avere un infarto. Maggiore è la dose di beta-bloccanti originariamente assunta, maggiore è il rischio di effetti collaterali concentrarsi su internet tracciamento. I motivi per interrompere l’uso di un beta-bloccante potrebbero essere gli effetti collaterali dei farmaci derivanti dall’ingestione, dal cambio di farmaco o da un trattamento temporaneo.

Questo articolo contiene solo informazioni generali sull’argomento sanitario rilevante e pertanto non è destinato all’autodiagnosi, al trattamento o alla terapia. Non sostituisce in alcun modo una visita dal medico. Sfortunatamente, i nostri editori non sono autorizzati a rispondere a singole domande sulle immagini cliniche.