Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Marini sulla chance del titolo di Becco: “Tutti amano l’Italia” / MotoGP

Luca Marini sta cercando di concludere la sua seconda stagione in MotoGP con un ottimo risultato questo fine settimana. Il pilota Ducati non ama particolarmente la pista, ma spera in un miglioramento.

Luca Marini dovevaHa abbandonato la gara di Sepang dopo un giro a causa del mancato funzionamento del dispositivo di partenza anteriore della sua Ducati GP22. Tuttavia, il fratello di Valentino Rossi è 13° nel campionato del mondo con 111 punti dopo 19 gare: nove piazzamenti nella top-10 quest’anno.

Se ottiene un buon piazzamento in gara, potrebbe fare il finale di stagione al Circuit Riccardo Tarmo. “Valencia non è uno dei miei circuiti preferiti e non ho ottenuto risultati spettacolari qui, nemmeno nella classe Moto2”, ha insistito giovedì Marini. “Ma quest’anno sono migliorato molto, anche in gare brutte come Aragon. Allora perché non provare a migliorare anche qui?

“È difficile parlare di posizioni perché le distanze su questa pista sono così strette. Penso che quest’anno sarà ancora più stretto. È impossibile prevedere qualcosa, ma è importante entrare subito in Q2 e iniziare una buona corsa in avanti”, ha detto il 25enne. “La pista è corta, il che rende molto difficili i sorpassi. Quindi il focus è sulle qualifiche. Il tempo sarà buono, quindi possiamo sicuramente fare un grande spettacolo”.

Dove vede Marini le sue migliori possibilità di sorpasso nella gara di domenica? “La curva 1 è il modo più semplice per sorpassare ad un buon ritmo, ma la seconda curva offre buone opportunità. In 4° puoi rischiare, ma in 6° devi stare attento perché lì è facile cadere”, ha detto l’italiano in un colloquio. “E’ facile anche sbagliare all’ultima curva”.

READ  Greentech Festival annuncia la partnership con l'Italia

Beko Bagnaia potrebbe vincere domenica con la Ducati il ​​titolo mondiale. Come caratterizza questa possibilità? È stato il primo titolo per Ducati dopo Casey Stoner nel 2007 e il primo per l’italiano da Valentino Rossi nel 2009. “È molto importante per noi, per i brand italiani e per le persone. Per lo sport in generale, tutti amano l’Italia, come ha risposto Marini con un sorriso sulle labbra. “Ci fa bene che un pilota italiano vinca su una moto italiana. Aspettiamo domenica. È un grande momento per VR46 Academy”.

Come si sente il suo collega di accademia e amico Beko Bagnaia in vista della finale? «Peko è tranquillo. È un weekend impegnativo per lui e ha molto da fare. Ha molto a cui pensare, ma il vantaggio di Fabio è così grande che riesce a mantenere la calma”, valuta la situazione il pilota Ducati. “Deve finire la gara. Non è una battaglia per ogni punto che decide se perdere o vincere. Sa come affrontare il weekend. Beko merita il titolo al 100 per cento perché è stato così forte quest’anno”.

Classifiche del Campionato del Mondo MotoGP (dopo 19 gare su 20):

1. Bagnaya 258 punti. 2nd Quartararo 235 3 ° Alex Espergarker 212 4th Bastianini 211 5th Miller 189 6th Brad Binder 168 7th Jargo 166 8th Rins 148 9th Oliveira 138 10th Martin 136 11th VELES 122 1213 15 16 15 16 15 16 15 16 15 16 13 Marquez 156 156 156 Mirinai 156 Mirina 11 Alex Marquez 50 18 Nagakami 46 19 Morbitelli 36 20 Di Giannantonio 23 .21 Dovizioso 15 22 Darren Binder 12 23 Gardner 10 24 Crutchlow 10 25 Raul Fernandez 226 Pratt 10

READ  Hyundai: continua la rivolta italiana in Kenya/WRC

Campionato Costruttori:
1. Ducati 432 punti (vincitore del titolo). 2. Aprilia 248. 3. Yamaha 243. 4. KTM 220. 5. Suzuki 174. 6. Honda 153.

Coppa del Mondo a squadre:

1. Team Ducati Lenovo 447 punti (vincitore del titolo). 2. Aprilia Racing 334. 3. Red Bull KTM Factory 306. 4. Prima Pramac Racing 302. 5. Monster Energy Yamaha 271. 6. Grecini Racing 234. 7. Suzuki Xstar 225. 8. Mooning VR 4.7. Honda 171a 10a LCR Honda 96a 11a VYAMAHA RNF 37a 12a Tech3 KTM Factory 20a