Ottobre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Le spie sono accese’: Presidente della banca: agire con urgenza contro l’inflazione

Le spie sono accese
Presidente della banca: agire urgentemente contro l’inflazione

Alla luce dell’aumento dell’inflazione in tutto il mondo, Agustin Carstens vede un urgente bisogno di agire. Il capo della Banca dei regolamenti internazionali vede l’economia mondiale sull’orlo di un cambiamento storico. Di conseguenza, le pressioni inflazionistiche potrebbero durare più a lungo del previsto.

Il capo della Banca dei regolamenti internazionali (BRI), Agustin Carstens, ha invitato le banche centrali a prendere provvedimenti urgenti per combattere l’aumento dell’inflazione nel mondo. Secondo il manoscritto, in un discorso al simposio della Federal Reserve statunitense a Jackson Hole, negli Stati Uniti, Karstens ha anche avvertito che l’inflazione elevata potrebbe continuare per molto più tempo in molti paesi. “La politica monetaria deve affrontare la sfida urgente di affrontare l’attuale minaccia di inflazione”, ha affermato Karstens.

La Banca dei Regolamenti Internazionali (BRI), con sede a Basilea, è un importante think tank per la politica monetaria internazionale. In questo contesto, le banche centrali non possono sperare di appianare tutti i contraccolpi economici e devono invece concentrarsi prima di tutto sul mantenere l’inflazione bassa e stabile, ha esortato l’ex governatore della banca centrale messicana in un seminario della banca centrale. La conferenza annuale, ospitata dalla Federal Reserve Bank di Kansas City, è spesso utilizzata dalle autorità monetarie come forum per preparare importanti decisioni di politica monetaria.

“Come ogni pilota ti dirà: quando le spie sono accese, un’azione tempestiva e decisiva ripaga”, ha detto Karstens. Molte economie stanno registrando numeri di inflazione che non vedevano da decenni. Le catene di approvvigionamento interrotte nel contesto della crisi del Corona e le ricadute della guerra in Ucraina, come i prezzi dell’energia alle stelle, hanno causato un aumento dei prezzi al consumo in molti paesi e regioni più di quanto non siano stati a lungo. Per Carstens processi come la deglobalizzazione del commercio e il ritorno di alleanze geopolitiche significano che l’accesso alle reti di produzione globali e ai mercati finanziari internazionali non è più scontato.

Anche il presidente della Banca dei regolamenti internazionali ha affrontato gli sviluppi demografici. Secondo Carstens, anche se le interruzioni nelle catene di approvvigionamento dovute alla pandemia e alla guerra si placheranno, l’importanza di questi fattori di approvvigionamento per l’inflazione rimarrà elevata. L’economia globale sembra essere sull’orlo di un cambiamento storico. “In questo caso, il recente aumento delle pressioni inflazionistiche potrebbe essere più permanente”, ha avvertito il responsabile della Banca dei regolamenti internazionali.

READ  Funzione elettronica carta d'identità: come utilizzare la carta d'identità come carta d'identità online