Le procedure di asilo possono essere attuate al di fuori dell’UE?

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."

Il governo federale verificherà se le procedure di asilo sono possibili al di fuori dell’Europa. Questa decisione del circolo degli Stati federali è significativa perché non è arrivata solo sotto la pressione degli Stati federali guidati dall’Unione. Anche il primo ministro del Baden-Württemberg Winfried Kretschmann ha inizialmente sostenuto l’iniziativa dell’Unione.

Tuttavia, il giorno dopo, il politico verde ha detto, forse a causa delle critiche al suo operato all’interno del partito, riguardo alle procedure di asilo fuori dall’Europa: “Personalmente sono molto scettico al riguardo, sono molto scettico su come avrà successo .”

Dopo il vertice alla Cancelleria, il presidente Olaf Scholes (SPD) ha messo in guardia contro le aspettative eccessive nella costruzione di richieste di asilo nei paesi terzi, che l’Unione aveva precedentemente discusso come il “modello Ruanda”. In particolare, ha sottolineato le restrizioni nel diritto comunitario. Scholz ha anche affermato che il dibattito sulle procedure di asilo nei paesi terzi è “nell’aria”. Quindi il cancelliere ha detto: “È ridicolo non occuparsene”.

Quindi la decisione della Conferenza del Primo Ministro può essere attuata? Secondo la decisione del circuito degli Stati federali, il governo federale deve esaminare “se può determinare il futuro transito o lo status di protezione dei rifugiati nei paesi terzi rispettando la Convenzione di Ginevra sui rifugiati e la Convenzione europea sui diritti dell’uomo”. .

Secondo l’analista dell’immigrazione Gerald Knauss, che all’epoca ideò l’accordo dell’UE con la Turchia, ciò è certamente possibile. “Non è più complicata della dichiarazione UE-Turchia del 2016”, ha detto Knaus al Tagesspiegel.

L’idea di base della decisione dello Stato federale è quella di verificare fin dall’inizio se le procedure di asilo possono essere eseguite in paesi terzi sicuri al di fuori dell’UE. La deportazione in Ruanda degli immigrati irregolari dalla Germania, voluta dalla Gran Bretagna, non è stata oggetto di discussione dopo il vertice dei Länder.

Le procedure di asilo sono in corso in Ruanda dal 2019

Secondo Knaus, per attuare la decisione di martedì mattina, il governo centrale dovrà parlare con i principali partner dell’UE per concludere un accordo con un paese terzo sicuro come il Ruanda. “L’Italia dovrebbe essere lì”, ha chiesto Nas. L’analista della migrazione aveva precedentemente indicato che l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR) conduce procedure di asilo in Ruanda dal 2019.

Lo scorso giugno i ministri degli Interni dell’UE avevano già affrontato la questione se i richiedenti asilo con scarse possibilità di soggiorno potessero essere deportati verso paesi terzi sicuri seguendo la procedura accelerata alle frontiere esterne dell’UE. All’epoca, i ministri degli Interni dell’UE concordarono che i migranti sarebbero stati inviati verso un paese terzo più sicuro, come la Turchia.

Non è più complicato del rapporto UE-Turchia del 2016.

Gerald NossAnalista della migrazione

Al contrario, il ministro degli Interni Nancy Fesser (SPD) ha sostenuto durante le consultazioni a livello europeo che la deportazione sarebbe un’opzione solo verso paesi terzi con i quali i migranti hanno stretti legami, ad esempio attraverso la loro famiglia.

Secondo Knaus, dopo la conferenza del primo ministro è necessario che il governo federale riconsideri la sua posizione di allora, considerando il legame tra i migranti e lo Stato di transito. “I criteri di annessione non si basano sulla Convenzione di Ginevra sui rifugiati”, ha sottolineato.

Tuttavia, nei negoziati in corso a livello europeo, non si può dare per scontato che il “modello Ruanda” trovi ancora posto nella riforma del diritto europeo in materia di asilo. Il Parlamento europeo, che negozia con la Commissione europea e gli Stati membri, è più propenso a diluire le decisioni dei ministri degli Interni.

Related articles

Sono stati segnalati più casi di Oropouche: la clinica fornisce i dettagli

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 21 luglio 2024, 15:07Da: Vittoria CrumbeckPremeredivisoIn Italia sono stati segnalati nuovi casi di...

Ecco perché hanno le maniglie ai piedi

Molte bottiglie di birra o altre bottiglie hanno creste nascoste. È questo Braille?La prossima volta che acquisti...

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?

Mike Heater si è davvero innamorato di Layla nel bosco?bromflashI piccioncini ora vogliono fare i passi successivi nella...

Vaccinazione contro le zecche: un grande successo per gli open day

Sabato 20 luglio 2024 l'Azienda Medici dell'Alto Adige ha invitato i cittadini ad una vaccinazione gratuita contro l'encefalite...