Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le accuse contro Jerome Boateng stanno peggiorando

  1. tz
  2. Monaco
  3. città

creatura:

a: Andrea Thiem

Jerome Boateng all’inizio del suo processo presso il tribunale distrettuale di Monaco. © Peter Kneville / D

La battaglia sulla melma continua! Anche il secondo giorno del processo, Jerome Boateng, 34 anni, si rifiuta di abbreviare il procedimento e si assicura di rilasciare i dettagli sporchi della sua relazione. Nel frattempo, la discussione di Sam sui loro figli è esplosa in tribunale.

MONACO DI BAVIERA – Anche per “responsabilità nei loro confronti”, Boateng non vuole ammettere le cattive accuse. Secondo il giudice Andreas Fürstner, una “brutta operazione su larga scala” è ora una minaccia e non si è conclusa come previsto venerdì.
Si dice che la stella del calcio abbia colpito e insultato il suo ex compagno Elif B. (Il nome è cambiato). Lui stesso lo nega, ma “Elif B” solleva gravi accuse: Boateng l’ha presa a pugni non solo una volta nel luglio 2018, ma spesso. Ha affermato in tribunale: “In realtà ho subito abusi fisici da lui”.

Ma i difensori di Boateng Norman Gilbert e Peter Zuriel hanno sollevato dubbi: l’ex Boateng avrebbe voluto usare la denuncia penale per se stesso – per ottenere vantaggi in una battaglia per la custodia dei gemelli che condividono. Per anni Boateng ed Elif B. Combattono per il diritto di soggiorno presso il tribunale distrettuale di Monaco. Accuse di violenza contro Boateng: solo tattiche? “No”, spiega l’avvocato B. Perché l’attuale accusa di lesioni personali e la denuncia penale “non sono entrate nel procedimento familiare”. Non era “delicato”.

Monaco di Baviera: l’ex compagno ha accusato Jerome Boateng: “Ero abituato ad attacchi violenti”

I gemelli (che oggi hanno dieci anni) vivono con Boateng dal 2015. Facevano anche parte di una vacanza ai Caraibi nel 2018. Un amico comune ha confermato le accuse di pestaggio venerdì: “Jerome ha colpito Aleph con i pugni”.
“Come hai spiegato le ferite ai tuoi figli il giorno dopo?” ha chiesto il giudice. Poi Elif B. , che aveva l’occhio nero: “Ho detto: ‘Mia madre è corsa dalla porta nel buio'”.

READ  Ermakova gli augura 'forza': l'ex fidanzata di Baker è dispiaciuta per la stella del tennis

Si dice che Boateng l’abbia minacciata: “Se me lo dici, non vedrai mai più i tuoi figli”. Ma Elif B. Ha chiamato il suo avvocato, che ha confermato: “Ha pianto e ha detto che l’ha picchiata di nuovo”. Ha visto l’avvocato persino mordere sulla testa di Elif Boateng, cosa che l’ha lasciata sotto pressione e “ha interrotto i rapporti con i bambini”, afferma B. “In modo che io possa ritirare il mio reclamo.” Ma lei ha visto! Andrà avanti il ​​2 novembre.